Ast, trovato l'accordo: no ai 550 licenziamenti

TERNI

Ast, trovato l'accordo: no ai 550 licenziamenti

05.09.2014 - 15:29

0

Si è conclusa positivamente la nottata di trattative al Mise sulla vicenda della Ast ThyssenKrupp di Terni.

Le parti hanno annunciato che l’azienda ha ritirato i 550 licenziamenti che aveva annunciato, ed ora in accordo con i sindacati ed il Governo, è stato dato un mese per definire un accordo all’interno di un piano piano industriale di rilancio del polo siderurgico umbro. La proposta del Ministero dello Sviluppo economico, presentata all’azienda e ai sindacati, prevede che gli incontri, per verificare le condizioni utili ad un accordo con soluzioni condivise per raggiungere l’obiettivo di risparmi (quantificato da Tk in 100 milioni di euro), si tengano, già a partire dall'8 settembre, al dicastero stesso.

Numerose le reazioni che sono arrivate subito dopo l'annuncio. “Ora che abbiamo ‘pulito’ il tavolo dall’ipotesi di mobilità per 556 lavoratori, che non è più oggetto di discussione e dopo aver escluso ulteriori atti unilaterali da parte di Thyssen, è necessario mantenere un’attenzione altissima su quanto si è determinato con il documento uscito dal tavolo ministeriale”. Lo afferma il segretario generale della Cgil di Terni Attilio Romanelli. “Nei prossimi giorni – spiega Romanelli - ci sarà bisogno di un grande impegno del sindacato e del governo per far ripartire al meglio la trattativa sul piano industriale che si aprirà lunedì 8 settembre, sempre al ministero. Ripartiremo dalla necessità condivisa di aggredire i 100 milioni di debito di Ast – prosegue - ma mettendo sul tavolo ipotesi diverse sul come conseguire il risultato”. 

Il consigliere regionale Alfredo De Sio (FdI) si dice soddisfatto per il ritiro del piano industriale presentato da ThyssenKrupp, ma “il futuro dello stabilimento di Terni – dice - non può continuare a rimanere un pacco sorpresa”. E nella consapevolezza che l’Italia debba segnare l’inizio di una nuova politica industriale, De Sio auspica che quanto deciso nella notte a Roma sia “il punto di partenza per stabilire finalmente un ruolo centrale per lo stabilimento di Terni, altrimenti tutte le mediazioni possibili avranno solo il risultato di allungarne il declino”.

“Grazie alla lotta e alla determinazione delle lavoratrici e dei lavoratori della Ast di Terni, la Thyssenkrupp ha ritirato le procedure di mobilità, una precondizione per poter discutere in tutta serenità sul futuro delle acciaierie. Una buona notizia che però non cancella le nostre preoccupazioni sul futuro dell’azienda di Terni. Il piano industriale presentata elementi di pesante ristrutturazione più che di rilancio dei processi produttivi”. Lo afferma il deputato di Sel della Commissione attività produttive Ciccio Ferrara che con una delegazione di Sel ha partecipato al presidio sotto al Mise.

Il segretario regionale del Pd Umbria Giacomo Leonelli esprime “soddisfazione per l’esito per nulla scontato della lunga trattativa tra istituzioni e vertici di Thyssen Krupp sul futuro delle acciaierie ternane”. “Credo – dice Leonelli – che vadano particolarmente evidenziate la forza, l’autorevolezza e la determinazione con la quale il Governo Renzi ha condotto l’incontro con l’effetto di aver determinato in capo alla Tk la riscrittura del piano industriale recentemente presentato”. “La riscrittura del piano da parte dei vertici Tk, l’istituzione di un tavolo nazionale e l’allontanamento del maggiore pericolo, quello occupazionale, rappresentano un risultato importante, figlio soprattutto di una strategia condivisa e mirata a difendere le prospettive produttive e occupazionali della regione, nella consapevolezza che Ast è parte fondamentale del nostro patrimonio industriale”.

“Dopo il confronto al Mise sono emersi impegni precisi. Non si può ancora parlare di soluzione vera e propria per la vertenza Ast di Terni, ma almeno si mantiene aperto uno spiraglio per la ripresa produttiva del sito e per il futuro dei lavoratori coinvolti”. Lo dichiarano in una nota congiunta il segretario confederale dell’ Ugl, Luca Malcotti, il segretario generale dell’Ugl Metalmeccanici, Maria Antonietta Vicaro, e il vice segretario nazionale dei Metalmeccanici con delega alla Siderurgia, Daniele Francescangeli, presenti all’incontro sul futuro dell’azienda. “Attraverso il cosiddetto “lodo Guidi” si blocca l’attuale piano industriale presentato dalla ThyssenKrupp sancendo le condizioni per costruire nei prossimi trenta giorni un periodo di discussione teso al raggiungimento di un accordo che crei i presupposti per investimenti tesi al rilancio delle acciaierie ternane”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

L'isola "che non c'è" del Tabasco: i 150 anni della red sauce

L'isola "che non c'è" del Tabasco: i 150 anni della red sauce

Milano (askanews) - Avery Island è l'isola del Tabasco. Non esattamente un'isola circondata dal mare, ma una collina adagiata sulle saline naturali della costa della Louisiana, lambita da paludi e acquitrini. Qui da 150 anni si produce la celebre salsa piccante venduta in oltre 185 Paesi. Gli ingredienti, peperoncino Tabasco da cui prende il nome, sale e aceto, sono sempre gli stessi da quando il ...

 
Gb, May annuncia nuovo aereo combattimento con italiana Leonardo

Gb, May annuncia nuovo aereo combattimento con italiana Leonardo

Roma, (askanews) - La prima ministra britannica Theresa May ha annunciato il lancio di un nuovo jet da combattimento, nell'ambito di un progetto che coinvolge BAE, Rolls-Royce, Leonardo e il produttore europeo di missili MBDA. Dal salone dell'aeronautica di Farnborough nei sobborghi di Londra, May ha annunciato un investimento, dei partecipanti, di due miliardi di sterline nel progetto chiamato ...

 
Mondiali, Salvini: complimenti alla Russia per l'organizzazione

Mondiali, Salvini: complimenti alla Russia per l'organizzazione

Mosca (askanews) - "Complimenti per l'organizzazione di uno dei campionati mondiali di calcio più belli, più sicuri, più giovani, più sorprendenti. Penso che la Russia abbia dato una immagine di freschezza, sicurezza ed efficienza a tutto il mondo. Dal mio piccolissimo punto di vista avrei scelto un altro risultato per la finale...": Lo ha affermato il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini,...

 
Amazon prime Day, 36 ore di acquisti ultra scontati

Amazon prime Day, 36 ore di acquisti ultra scontati

Milano (askanews) - Amanti dello shopping on line, pronti e via: è scattato l'Amazon Prime Day. Il gigante americano dell'e-commerce ha infatti lanciato l'evento annuale dedicato all'acquisto super scontato. Dalle 12 di lunedì 16 luglio alla mezzanotte di martedì 17 gli abbonati al servizio Prime, che garantisce tra l'altro consegne gratuite e video on line, possono acquistare moltissimi prodotti ...

 
Musicista umbro a Londra

Il riconoscimento

Musicista umbro a Londra

Il musicista tifernate Fabio Battistelli, venerdì 20 luglio, suonerà a Londra al King Place, una delle sale più importanti del Regno Unito. Fabio suonerà con musicisti di ...

16.07.2018

Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Cronaca

Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Emanuele Filiberto di Savoia sarà operato nell’ospedale di Città di Castello dopo un infortunio. Ha scelto di essere trasferito nell'ospedale tifernate dopo aver rotto il ...

16.07.2018

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Umbria jazz

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Sono solo alcuni dei tanti artisti che hanno incrociato la sua strada, pochissimi rispetto alla gran mole di lavoro svolto nel corso di settanta anni di musica, ma l’effetto ...

14.07.2018