Lotta ai portoghesi: carabinieri con i controllori

Gubbio

Lotta ai portoghesi: carabinieri con i controllori

15.08.2014 - 13:48

0

Si sono svegliati alle 4,20 e alle 5,39 erano già a Fossato di Vico per iniziare i controlli. E alle 8 avevano già sorpreso una decina di viaggiatori clandestini che pagando il biglietto di classe minima (poco più di un euro) si spostano con gli autobus di linea ovunque.

I controllori di Umbria mobilità svolgono il loro lavoro con meticolosità ma spesso, come è accaduto ieri mattina, si trovano a dover fronteggiare situazioni difficili con stranieri che diventano aggressivi. Hanno poteri limitati e pur avendo il diritto a chiedere i documenti ai viaggiatori clandestini per effettuare i controlli di rito e i vari accertamenti burocratico-amministrativi, non possono costringerli a esibirli. E allora ecco che i due operatori hanno dovuto chiamare in ausilio i carabinieri che hanno atteso l’arrivo dell’autobus in piazza Quaranta Martiri e hanno proceduto all’identificazione di tutti gli stranieri che erano saliti a Fossato di Vico “scroccando” il trasferimento a Gubbio.
La cosa è filata via senza eccessivi problemi fin quando qualcuno tra gli stranieri ha cominciato ad alzare la voce e a inveire contro i controllori. Una straniera ha poi denunciato di aver perso il proprio documento di identità durate i controlli e per questo, più tardi, si è recata presso la stazione dei carabinieri di Gubbio per formalizzare lo smarrimento.
“La situazione - ha detto uno degli controllori dell’Apm - diventa sempre più difficile; noi cerchiamo di svolgere al meglio il nostro servizio nel rispetto delle leggi e dei regolamenti. La verità è che la stragrande maggioranza degli italiani acquista regolarmente il biglietto e non crea mai problemi, tra gli stranieri invece la percentuale di quelli che acquistano il biglietto è bassa e, come se non bastasse, prendono quasi sempre biglietto di tratta minima per coprire invece spostamenti molto più lunghi. E questo, oltre che essere un comportamento irregolare, fa arrabbiare molto anche coloro che invece pagano regolarmente. Ma gli autisti e noi controllori abbiamo poca libertà di manovra e per questo spesso dobbiamo chiamare carabinieri e polizia, che non finiremo mai di ringraziare, che intervengono e impongo ai clandestini di esibire i documenti per l'identificazione”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Alunni (Confindustria), dopo il 4 marzo non toccate il job act
Elezioni 2018, parla il presidente degli industriali umbri

Alunni (Confindustria ), chiunque vinca non tocchi il job act

Cosa temono di più gli industriali italiani dalle urne del 4 marzo? "Che si torni indietro rimettendo in discussione anche ciò che di buono si è fatto. Ad esempio una buona riforma come il job act". Lo sostiene in questa video intervista al Corriere dell'Umbria il presidente degli industriali umbri, Antonio Alunni. Che chiede al prossimo governo anche una politica sull'immigrazione più azzeccata ...

 
Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018