Ecofuturo ad Alcatraz

Gubbio

Ecofuturo ad Alcatraz

28.07.2014 - 20:54

0

Ad Alcatraz, la Libera Università di Jacopo Fo, in questi giorni non si sta parlando solo di un domani ecosostenibile, di innovazione tecnologica, di fonti energetiche “pulite”ma anche di risparmio, in tutte le sue forme. Ed è forse questo il lato di “Ecofuturo” che riuscirà a solleticare, più di altre, l’attenzione degli enti locali, delle aziende e dei comuni cittadini. Ci sono, per esempio, delle lampadine che potranno far diminuire il costo dell’illuminazione di una città dell’80%. C’è la dimostrazione pratica di come sia possibile costruire grazie ad una enorme stampante in 3 D in soli quattro giorni una casa d’emergenza in argilla e cemento, da utilizzare dopo terremoti o alluvioni al posto dei container (Wasp Project). Ma anche una compost toilette, una moto da trial elettrica, frullatori per bambini che funzionano pedalando la bici, scarpe realizzate con le gomme d’auto le piante che crescono senza terra con la cultura idroponica (Skanergy), i blocchi di legno mineralizzato mischiato al cemento per costruire case solide con isolamento termico in pelo di pecora, o anche le vanghe e le palette ergonometre provenienti dall’America (Radius)o la canapicoltura per realizzare tessuti, corde, tappeti, pannelli isolanti, farina, cosmetici, vernici (Agraia).

Alcatraz è un brulicare di persone, di incontri, di interviste, di proposte, di idee. Ogni giorno alla mensa siedono una media di 120 persone che aggiunte alle 50 che hanno scelto la tenda per soggiornare e ai normali visitatori porta il movimento giornaliero a oltre 200 persone. Nonostante questo tutto scorre nel rispetto della filosofia di vita slow portata avanti da Jacopo Fo negli anni. Chi sta agli stand chiacchiera, chi vuole seguire le presentazioni dei progetti si sposta passeggiando sul prato da una tensostruttura all’altra . C’è poi chi prende il sole sulle sdraio, chi arriva e chi parte (dal sorriso sembrano tutti soddisfatti) e chi si occupa dell’organizzazione, ma sempre senza correre o affannarsi. In partenza è Maurizio Oliviero , ex assessore all’ambiente di Montechiarugolo, vincitore assoluto del premio Comuni Virtuosi. Ha portato la sua testimonianza su come la “sua” amministrazione comunale , con 12 azioni messe in campo, è riuscito a promuovere un risparmio energetico (biogas, fotovoltaico, illuminazione comunale, ecc.) unico in Italia. Interessante anche l’intervento di Giovanni Maioli della Rete dei Comuni Solidali su come la Locride sia riuscita a trovare un modo di dare una mano all’annosa questione dell’emergenza profughi avendone anche un utile economico. Sono ormai molti i comuni del territorio che mettono a disposizione le loro case vuote per sei mesi prendendo i contributi ministeriali e impegnandosi a far fare agli immigrati un percorso formativo, sia nello studio della lingua italiana sia nell’apprendimento di un lavoro. Il modo giusto per evitare la microcriminalità.
Tra le tante curiosità di “Ecofuturo” segnaliamo la yurta mongola, casa per mobile usata dai popoli nomadi, in versione moderna realizzata in lana di pecora sarda e bambagia in doppio strato, con un grande lucernaio in plexiglas, una tensostruttura calda d’inverno e fresca d’estate, che non ha niente da invidiare ad una casa vera, una sorta di Rolls Royce delle tende, con pavimento in legno e porta con i doppi vetri. E’ la chicca del villaggio ecologico costruito ad Alcatraz.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Roma, (askanews) - È lo storico centro del femminismo romano, diventato in quasi 40 anni di vita una vera e propria "istituzione" per la promozione culturale e sociale del mondo femminile che va ben oltre il panorama della capitale. La Casa Internazionale delle Donne a Trastevere ora rischia però la chiusura a causa proprio di un contenzioso con il Campidoglio guidato da Virginia Raggi. La ...

 
Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Milano (askanews) - E' stata una delle opere d'arte simbolo degli ultimi anni, premiata alla Biennale di Venezia del 2013 e poi in giro per i musei più importanti del mondo. "Grosse Fatigue" di Camille Henrot sembra per certi versi rappresentare l'opera d'arte perfetta per il mondo contemporaneo, con il suo mix di visionarietà e di enciclopedismo. Eppure quello schermo che è l'elemento ...

 
Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Roma, (askanews) - Arrivano i droni nella centrale Enel di Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia. A loro sarà affidato il compito di supportare le attività di esercizio, manutenzione e protezione dell'impianto, grazie a soluzioni sviluppate da due star-up: Convexum e Percepto. In particolare, la start-up "Convexum" ha sviluppato un sistema in grado di impedire il sorvolo dell'impianto da parte di ...

 
Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Eletta a Corciano

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Carolina Scarscelli, 16 anni, studentessa di Città di Castello è Miss Mondo Umbria 2018. È stata eletta sabato sera al Gherlinda nel corso della finale regionale organizzata ...

21.05.2018

Doppia italia sul podio di Cannes

festival del cinema

Doppia italia sul podio di Cannes

Trionfo dell'Italia al Festival del cinema di Cannes. "Dogman" di Matteo Garrone regala a Marcello Fonte il premio come miglior attore protagonista, mentre Alice Rohrwacher ...

20.05.2018