Quaranta martiri, la città non dimentica

Gubbio

Quaranta martiri, la città non dimentica

22.06.2014 - 20:28

0

Gubbio ha celebrato domenica 22 giugno la ricorrenza dei settanta anni dall’eccidio (22 giugno 1944) dei quaranta civili eugubini (38 uomini e due donne) avvenuta per mano di truppe naziste.

 

Settanta anni di storia, di dolore, di memoria. In occasione della ricorrenza del 70esimo anniversario l’associazione Famiglia dei Quaranta Martiri ha organizzato la tradizionale manifestazione di commemorazione che ha coinvolto, come sempre, tutta la comunità, le autorità civili e militari del comprensorio. Una cerimonia sentita e partecipata, che ha preso il via con il corteo partito da piazza Quaranta Martiri e la deposizione di corone di alloro presso i principali monumenti commemorativi cittadini. Ad aprire il corteo i bambini, fiore in mano, deposto poi sopra al muro del Mausoleo, del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi ed alcune tra i volontari del Servizio civile nazionale.

Subito dopo tutti i sindaci della fascia appenninica, in testa il neosindaco di Gubbio Filippo Stirati ed il baby-sindaco del CCRR di Gubbio. Il corteo, arricchito dai gonfaloni di tutti i Comuni, dalle forze di pubblica sicurezza e da un nutrito gruppo di cittadini, ha raggiunto il monumento al Milite ignoto in piazza Quaranta Martiri, la stele in via del Teatro romano, l’edificio scolastico in via Perugina, dove i 40 vennero rinchiusi in attesa della sentenza mortale, ed infine il Mausoleo, sorto per volontà di concittadini ed eredi proprio nel luogo dell’eccidio. Ad aprire la giornata i 40 rintocchi ‘a morto’ del Campanone e con una prima cerimonia religiosa privata alle 6,30, ora dell’eccidio con le famiglie e poche autorità, officiata da monsignor Mario Ceccobelli. Una giornata di mestizia e dolore, che quasi stonava rispetto col sole caldo ed il turbinare delle rondini. La Santa Messa celebrata al termine della cerimonia civile è stata officiata da monsignore emerito don Pietro Bottaccioli, insieme a padre Giustino e don Ubaldo Braccini. Presente in sala anche Antonio Marionni, che fu l’interprete tra tedeschi di stanza a Gubbio e l’allora monsignor Beniamino Ubaldi che tentò con le truppe una mediazione, purtroppo fallita. Lucida la ricostruzione storica del secondo conflitto da parte dell’onorevole Marina Sereni, che ha ricordato quanto “la Repubblica di Salò fu attraente per molti giovani italiani che fecero l’errore di seguirne gli ideali, insieme a molti tedeschi, in certi casi condizionati da quegli stessi ideali. La strage eugubina rientra tra le oltre 400 avvenute in tutta Italia, con la perdita di oltre 15mila vite civili. Quella di Gubbio è una storia ancor più tragica perché è uno degli eccidi che non hanno un colpevole e non ha avuto processo. Con Gubbio così anche Sant’Anna di Stazzema e Marzabotto. Di fronte alla realtà storica non si può che tacere e prendere atto”. Lo stesso presidente della Famiglia dei Quaranta Martiri, Marcello Rogari, ha parlato di quanto “ancora oggi razzismo, nazismo, odio e violenza perdurino sotto altre forme. Chiediamo pertanto alla ‘buona politica’ di agire per promuovere uguaglianza, giustizia sociale, diritti e rispetto per il bene della comunità civile”. In conclusione Stirati ha fatto riferimento agli ideali della democrazia e della compattezza, “sarà da essi che partirà la nostra era amministrativa. Questo (il mausoleo) è un luogo di dolore, memoria, speranza. Siamo felici che ci siano tanti giovani qui oggi, sono l’investimento del nostro futuro e della memoria di questi eventi tragici”. 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ancora scontri a Gerusalemme. E Abu Mazen non vedrà Pence

Ancora scontri a Gerusalemme. E Abu Mazen non vedrà Pence

Gerusalemme, (askanews) - Ancora forti tensioni nel mondo arabo dopo la decisione del presidente americano Donald Trump di riconoscere unilateralmente Gerusalemme capitale di Israele. Dopo gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Betlemme e in Cisgiordania, dimostranti palestinesi sono tornati in strada a Gerusalemme per esprimere il loro dissenso. Intanto il presidente palestinese Abu ...

 
Putin inaugura Yamal, mega-impianto di gas nell'Artico siberiano

Putin inaugura Yamal, mega-impianto di gas nell'Artico siberiano

Sabetta (Russia), (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin ha inaugurato un impianto di gas naturale liquefatto nell'Artico siberiano da 27 miliardi di dollari - 23 miliardi di euro, con la Russia che spera di superare il Qatar e diventare il principale esportatore di carburante raffreddato. In una cerimonia ufficiale al porto di Sabetta, nella penisola di Yamal, Putin ha definito "storica ...

 
Macron abbraccia i figli di Hallyday: "Era parte della Francia"

Macron abbraccia i figli di Hallyday: "Era parte della Francia"

Parigi, (askanews) - Parigi e la Francia si sono fermate per rendere omaggio a Johnny Hallyday, rocker idolo di generazioni di francesi. Alla Chiesa della Madeleine, l'intervento del presidente francese Emmanuel Macron, che al suo arrivo ha abbracciato i figli della rockstar, l'attrice francese Laura Smet e David Hallyday, anche lui cantante. In prima fila anche la moglie dell'artista, Laeticia, ...

 
E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017

Tornano i dinosauri di Jurassic World

La saga

Tornano i dinosauri di Jurassic World

Nel 2018 torneranno i dinosauri di Jurassic World. Il nuovo capitolo della saga multimilionaria iniziata nel 1993 avrà come sottotitolo The Fallen Kingdom, il Regno caduto. ...

08.12.2017