Banche ai cassintegrati Sirio:
"Restituiteci gli interessi
del fondo di solidarietà"

Gubbio

Banche ai cassintegrati Sirio:
"Restituiteci gli interessi
del fondo di solidarietà"

Oltre alla perdita del lavoro, cinque lavoratori si sono visti presentare la richiesta di corrispondere gli interessi dovuti per aver fruito di un fondo di solidarietà

21.02.2014 - 10:38

0
Oltre al danno anche la beffa. Ma per alcuni dipendenti della ex Sirio ecologica è una drammatica realtà. Oltre alla perdita del lavoro, cinque di essi si sono visti presentare dalle banche la richiesta di corrispondere gli interessi dovuti per aver fruito di un fondo di solidarietà. Una convenzione tra banche e Comune prevedeva la somministrazione di duemila euro circa a lavoratori in difficoltà. Non tutti i dipendenti ne hanno fruito, tre sono stati supportati dal Comune nei giorni scorsi, grazie al commissario prefettizio D’Alessandro, che se ne è fatto garante, per altri invece non c’è risoluzione: devono pagare. Questo perché nel novembre 2012 la Giunta Guerrini con una delibera ha stabilito la chiusura di tale fondo lasciando ai lavoratori già in difficoltà le responsabilità (400 euro). I dipendenti ex Sirio sono arrabbiati, amareggiati, delusi. Losfogo è suonato come un tuono, ieri, durante la conferenza in sala Pertini tenuta da Alessandro Piergentili, referente Cgil Alta Umbria. Ad appesantire la situazione il fatto che da mesi i 18 dipendenti non ricevono la somma (500 euro) della cassa integrazione in deroga. “Prima era regolare, poi c’è stato sempre più ritardo, la consegna del protocollo è sempre incerta, non sappiamo se e quando riusciremo a prendere il denaro, non è una bella situazione e non pensiate che ci piaccia vivere così, noi vorremmo lavorare, ancora crediamo in un progetto professionale che è sempre stato quello della Sirio, una realtà produttiva d’eccellenza sul territorio. Il gruppo Maio ci ha dato il colpo di grazia. Bastava installare uno sterilizzatore”. Squilla un telefono, un sospiro di sollievo, la Cid di dicembre c’è. Intanto Piergentili ha richiesto alla Regione la convocazione di un tavolo di crisi per aprire un dialogo tra i soggetti coinvolti e la proroga della Cid fino alla prossima asta del 13 marzo. “Pare che qualche reale interessato ci sia, sono stati chiesti i documenti al curatore del Tribunale fallimentare - afferma Piergentili - speriamo sia la volta buona. Questi lavoratori sono stati trattati con superficialità, hanno delle competenze uniche, ci sono clienti che ancora da fuori regione arrivano e richiedono i servizi della ex Sirio”. Anche monsignor Ceccobelli ha mostrato vicinanza alle 18 famiglie. “Sono figlio anche io di una famiglia dove si doveva lavorare per vivere, pensare a padri e madri che stentano per la precarietà della loro situazione senza orizzonti mi turba e mi coinvolge emotivamente”, si legge in un passo della lettera che ha inviato tramite Piergentili. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Salvini querela Saviano, Delrio incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania."Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire". Queste le parole di Delrio ai giornalisti sulla querela del ...

 
Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone" Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Occorre uno sforzo per affermare il principio dell'uguaglianza tra persone nel nostro Paese". Queste le parole di ...

 
PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 PD, Delrio mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Bisogna mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente". Queste le parole di Delrio. AltrimondiNews Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018