Terremoto a Gubbio, in poche ore intenso sciame sismico. Aperti tre ricoveri per la notte

Terremoto a Gubbio, in poche ore intenso sciame sismico. Aperti tre ricoveri per la notte

Giornata di sopralluoghi per i tecnici di Provincia e Regione che in tutti i casi hanno dato esito negativo. In via precauzionale aperti il Centro operativo comunale (Coc) e tre centri di accoglienza. Marini e Guasticchi: "Piena disponibilità di mezzi e forze". Padre Martino: "Altre scosse nei prossimi giorni"

28.08.2013 - 09:25

0

Tre ricoveri e l'apertura del Coc, il Centro operativo comunale di protezione civile. Questi i provvedimenti predisposti dal commissario prefettizio Maria Luisa D'Alessandro durante il summit di martedì pomeriggio nei locali del Comune di Gubbio. Tutti provvedimenti, è stato ribadito, adottati soltanto per precauzione visto che dopo la scossa di lunedì notte molta gente si è riversata in strada con il terrore di continuare a dormire in casa.

Tre dormitori Grazie ai tre centri di accoglienza allestiti (per un totale di circa 100 posti letto) nelle palestre di Mocaiana, Branca e dell'Istituto d'arte di Gubbio i cittadini potranno evitare di passare la notte all'addiaccio.

Padre Martino Siciliani: "Ancora scosse nei prossimi giorni"

Una giornata di scosse A partire dalla mezzanotte di martedì, quando si è verificata la prima scossa forte (magnitudo 3.7 con epicentro tra Gubbio e Mocaiana a una profondità di 8.6 chilometri) la terra non ha mai smesso di tremare. Si sono susseguite più di 80 scosse (in gergo aftershock). Quelle di maggiore intensità alle 3.14 (magnitudo 2), alle 4.38 (2.5), alle 5.04 (2.1), alle 5.14 (2.5), alle 9.19 (2.7), alle 12.51 (3.1) e alle 15.28 (2.4).
L'evoluzione del fenomeno sismico caratterizzato dalla presenza di numerose scosse di modesta intensità, spiegano dalla Protezione civile, viene interpretato dai tecnici  in senso  positivo  poiché garantisce una graduale e progressiva  dissipazione dell'energia sismica.

Nessun danno (aggiornamento delle 18.16 di martedì 27 agosto) E' durata tutto il giorno l'attività di controllo degli edifici "suscettibili di affollamento" da parte dei tecnici della protezione civile. Numerosi i sopralluoghi effettuati  nelle scuole della provincia a cura dei propri tecnici e su altri edifici a cura dei tecnici della Regione e del Comune di Gubbio. Data la notevole estensione dell'area interessata dal sisma si prevede – si legge in una nota della Regione – che i sopralluoghi proseguiranno per  tutta la  settimana. Nei prossimi giorni i controlli dei funzionari  della Direzione regionale e della  Soprintendenza  per i beni architettonici e paesaggistici, interesseranno anche gli edifici  monumentali e di culto.
Nel tardo pomeriggio di martedì, comunque, i tecnici non avevano rilevato danni causati dagli eventi sismici. Esito negativo anche per i sopralluoghi che i tecnici regionali della protezione civile hanno  effettuato su aree interessate da recenti dissesti  franosi.

Regione e Provincia al lavoro I tecnici di Regione e Provincia di Perugia hanno messo al setaccio parecchi edifici tra quelli potenzialmente più frequentati e o a rischio. "Il Centro regionale della  protezione civile  – ha detto la governatrice Marini – si è prontamente attivato e sta seguendo senza soluzione di continuità l'evoluzione del fenomeno sismico fino dalla prima scossa di ieri notte". I tecnici di entrambi gli enti, come sottolineato anche dal presidente dell'ente provinciale, Guasticchi, sono a disposizione del commissario prefettizio, Maria Luisa D'Alessandro, "per collaborare laddove si ritenesse necessaria la presenza dei nostri tecnici per effettuare i necessari sopralluoghi sugli edifici". "Sul fronte degli interventi post-sisma - spiega l'assessore provinciale delegato alla Protezione civile, Roberto Bertini – i nostri uffici tecnici sono ormai collaudati e in grado di fornire in maniera tempestiva i dati relativi alla staticità degli edifici in stretta collaborazione con la Protezione civile e le altre istituzioni territoriali".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Barcellona le Festes de Gràcia continuano: "Vincere la paura"
VIDEO

A Barcellona le Festes de Gràcia continuano: "Vincere la paura"

Barcellona (askanews) 18 agosto 2017 - Quella delle feste rionali estive è una delle tradizioni più sentite di Barcellona, ed è stata travolta dall'attentato della Rambla, come tutta la vita della metropoli catalana. Nel quartiere di Gràcia quest'anno si celebra il 200mo anniversario delle "Festes" più antiche e scenografiche della città, che durano un'intera settimana e cominciano a Ferragosto. ...

 
Terrorismo, a Milano nuove barriere in centro e sui Navigli
IL VIDEO

Terrorismo, a Milano nuove barriere in centro e sui Navigli

Milano (askanews) 19 agosto 2017 - "Ci stiamo concentrando sulla zona del Duomo, della Galleria Vittorio Emanuele II e delle zone più visitate in questo momento, e stiamo facendo una verifica per rafforzare il posizionamento dei 'new jersey' in Darsena e sui Navigli". A Milano spuntano nuove barriere di cemento armato antiterrorismo per impedire l'accesso ai veicoli nelle zone pedonali più ...

 
I musulmani di Barcellona: "Ora noi soffriamo due volte"
IL VIDEO

I musulmani di Barcellona: "Ora noi soffriamo due volte"

Barcellona (askanews) - A nemmeno un chilometro dalla grande Rambla di Barcellona c'è un'altra Rambla, quella del Raval. Ma è una Rambla molto diversa: questo è il quartiere più "multietnico" di Barcellona e quello con la più alta concentrazione di musulmani del centro storico, con ben cinque piccole moschee. L'attacco sulla Rambla rivendicato dallo Stato islamico suscita sgomento, rabbia e ...

 
Alla Darsena il Duo Bucolico

Notte in pista

Alla Darsena il Duo Bucolico

Sabato, 19 agosto, sarà il caso di muoversi verso il Lago Trasimeno, come di consueto. Alla Darsena si fa sul serio: sul palco del locale di Castiglione del Lago si esibirà ...

18.08.2017

Ancora un disco "tiratissimo" per Olden

Novità discografiche

Ancora un disco "tiratissimo" per Olden

Ci sono voluti quasi tre mesi per metterci a parlare di questo disco, perché d’estate le cose da raccontare in provincia son tante. Ma finalmente eccoci qua, a dirvi che il ...

18.08.2017

Un direttore per il Teatro Stabile dell'Umbria

Il toto nome

Un direttore per il Teatro Stabile dell'Umbria

Il suo nome, Franco Ruggieri, (scritto subito sotto il logo del Teatro Stabile), è sparito dal depliant con il programma della Stagione di prosa 2017-2018 del teatro ...

18.08.2017