Il punto: Il futuro del Gubbio, Sandreani direttore tecnico come Gigi Simoni

Il punto: Il futuro del Gubbio, Sandreani direttore tecnico come Gigi Simoni

Il punto di Luca Mercadini, caposervizio sport del Corriere dell'Umbria

25.04.2013 - 13:06

0

La pausa in Lega Pro ci suggerisce qualche riflessione legata la futuro. Prematuro? Forse, perché le squadre sono tutte impegnate a definire i loro programmi. Il Perugia all’inseguimento del primo posto dopo una lunga rimonta, il Gubbio alla caccia della sicurezza per evitare i play out, il Foligno a scongiurare la retrocessione. Ma i movimenti, le grandi manovre sono già in atto, da tempo.
A Gubbio,ovvio, si aspetta l’ufficializzazione della salvezza che tutti sperano di ottenere domenica prossima nella sfida contro il Latina degli ex. Intanto, però, si guarda avanti. Lo snodo è Giammarioli, il direttore sportivo delle ultime tre stagioni. Ha richieste e anche importanti. Ma le aveva anche due anni fa, quando decise di restare e’ vero, nella circostanza, si trattava di serie B. Tutta altra cosa, rispetto a oggi. Ma non bisogna dimenticare il senso di appartenza. La fede rossoblù del Giamma. Così forte che, a fronte di possibili nuovi scenari, potrebbe indurlo a restare. Andiamo conordine. Il direttore sportivo del Gubbio vanta legami importanti con Gigi Simoni. E, non è un mistero, che l’ex tecnico dell’Inter lo vorrebbe con sé per rilanciare la Cremonese. Che ogni anno spende e spande ma non riesce a centrare quella serie B che in casa grigiorossa manca da anni. Troppi anni.
Ma c’è anche Zamparini che verso il Giamma nutre sempre stima profonda. Due anni fa gli offriva le giovanili rosanero e un club estero da seguire con attenzione. Oggi, chissà. E poi ci sono anche altre squadre, club con i quali Giammarioli vanta da tempo buoni rapporti.
Ma, e qui sta il punto, resta sempre in piedi la questione Parma. Il diesse rossoblù ha da tempo imbastito un solido legame con il club ducale. Vanta rapporti personali con il presidente Ghirardi e il direttore generale Leonardi. Da qui, tutta una serie di operazioni. Che negli ultimi due anni hanno avuto una vorticosa escalation. Tanti i giocatori che da Parma sono arrivati a Gubbio, altri che stanno facendo il percorso inverso (vedi Palermo) e altri ancora che acquistati dal club emiliano sono poi tornati in prestito (Bazzoffia ). Insomma, quando si dice un legame forte. Così forte che oggi potrebbe essere ulteriormente intensificato. Come? Con un ingresso più marcato del Parma nel club rossoblù. Da verificare la procedura, ma la trattativa c’è ed è avviata, nonostante la puntuale smentita (normale in questi casi) della società eugubina. Che si concretizzi nell’acquisto di un pacchetto azionario o in altra forma di coinvolgimento, questo si vedrà. Anche perché l’operazione è collegata a filo doppia a un risultato. Il raggiungimento della salvezza da parte della squadra di Sottil. Altrimenti, con il Gubbio in Seconda divisione, nemmeno se ne parla. Con i rossoblù salvi, ecco invece che il disegno studiato da tempo da Stefano Giammarioli, può trovare la definitiva consacrazione e la benedizione ufficiale. E se l’accordo Parma-Gubbio va in porto, ecco che il diesse eugubino diventerebbe il punto di riferimento di Leonardi e Ghirardi per il club rossoblù. Un ruolo di primo piano, così importante, da indurlo a resta- re. E con lui, ecco Sandreani. Il capitano, il giocatore più amato dal pubblico pronto ad assumere l’incarico di direttore tecnico. I due sabato erano a Terni. Vi dice qualcosa? E Sottil? Con Giammarioli e Sandreani potrebbe restare pure lui.

Luca Mercadini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Alunni (Confindustria), dopo il 4 marzo non toccate il job act
Elezioni 2018, parla il presidente degli industriali umbri

Alunni (Confindustria ), chiunque vinca non tocchi il job act

Cosa temono di più gli industriali italiani dalle urne del 4 marzo? "Che si torni indietro rimettendo in discussione anche ciò che di buono si è fatto. Ad esempio una buona riforma come il job act". Lo sostiene in questa video intervista al Corriere dell'Umbria il presidente degli industriali umbri, Antonio Alunni. Che chiede al prossimo governo anche una politica sull'immigrazione più azzeccata ...

 
Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018