Gubbio, i filmati non bastano: respinto il ricorso e Briganti resta a casa

Gubbio, i filmati non bastano: respinto il ricorso e Briganti resta a casa

Sottil punta sul 4-3-3, Bartolucci out. C’è attesa per il ritorno di Radi dopo 2 mesi di inattività. Il mister alle prese con le scelte: incognite in difesa e mediana. Due i tridenti possibili

09.02.2013 - 17:11

0

Bartolucci più no che sì per un problema alla schiena. Anche ieri il 29enne difensore aretino si è allenato a parte, poco sul campo dove ha effettuato qualche giro all'antistadio Barbetti, in prevalenza nelle mani del fisioterapista in palestra. Il giudice sportivo ha detto no al ricorso (con tanto di filmato) per Briganti, espulso erroneamente a Pisa dall'arbitro che lo ha confuso proprio con Bartolucci.

Un nuovo reparto arretrato Difesa obbligata o quasi considerando che l'altro difensore, Pambianchi, è ormai ai margini della rosa. Sottil vira quindi per un 4-3-3 con Venturi tra i pali, linea difensiva con Cancellotti a destra, Galimberti e Radi centrali, Belfasti a sinistra. Pacchetto arretrato inedito non dimenticando anche l'incognita Radi, non tanto per le sue indubbie qualità tecnico-tattiche ma per il problema virale che lo ha costretto lontano dai campi per quasi due mesi. In difesa le alternative si chiamano Carroccio e Regno.

Centrocampo da reinventare Anche in mediana non c'è da stare tanto allegri. Palermo non al meglio ma recuperabile, andrà a completare il reparto con Boisfer in cabina di regia e Sandreani nel ruolo di mezzo destro. Guerri e Malaccari sono stati appiedati dal giudice sportivo, Baccolo è ancora alle prese con il problema al tallone e difficilmente sarà disponibile. Le alternative, non naturali ma dettate dalla contingenza, si chiamano Semeraro e Grea.

Due tridenti possibili Davanti il tridente con una variante possibile: Galabinov al centro supportato da Di Piazza e Caccavallo oppure l'inserimento di Bazzoffia su una delle corsie esterne con Di Piazza a fare da prima punta. In quel caso sarebbe Galabinov ad accomodarsi in panchina. Ieri Sottil, dopo aver fatto visionare alcuni filmati della Paganese, ha diretto una breve seduta incentrata per lo più sui movimenti della difesa a quattro. Questa mattina si torna in campo per l'allenamento di rifinitura a porte chiuse. Poi tutti al ristorante Faro Rosso di Montanaldo dei fratelli Urbani per il ritiro pre partita.

A cura di Guido Giovagnoli 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Pechino, (askanews) - La Cina e l'Unione europea hanno firmato sei accordi al Ventesimo summit Eu-China a Pechino, tra le tensioni commerciali avviate dagli Stati Uniti e le dichiarazioni del presidente Donald Trump che accusa l'Ue di essere "un nemico". Al vertice, al centro del quale ci sono scambi commerciali e investimenti, partecipano il presidente della Commissione europea, Jean-Claude ...

 
Bleus campioni del mondo, scontri nella notte sugli Champs Elysée

Bleus campioni del mondo, scontri nella notte sugli Champs Elysée

Parigi, (askanews) - La Francia ha battuto la Croazia 4 a 2 diventando Campione del mondo per la seconda volta. Sugli Champs Elysée centinaia di migliaia di tifosi hanno festeggiato tutta la notte, anche con gas lacrimogeni, petardi e qualche scontro tra manifestanti e polizia in assetto antisommossa. E' il secondo titolo mondiale, dopo quello in casa del 1998 per la Francia di Didier Deschamps, ...

 
Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Cronaca

Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Emanuele Filiberto di Savoia sarà operato nell’ospedale di Città di Castello dopo un infortunio. Ha scelto di essere trasferito nell'ospedale tifernate dopo aver rotto il ...

16.07.2018

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Umbria jazz

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Sono solo alcuni dei tanti artisti che hanno incrociato la sua strada, pochissimi rispetto alla gran mole di lavoro svolto nel corso di settanta anni di musica, ma l’effetto ...

14.07.2018

Umbria Jazz, Funk off: "Noi da quindici anni a uno dei festival più belli del mondo"

La band

Umbria Jazz, Funk off: "Noi da quindici anni a uno dei festival più belli del mondo"

Dario Cecchini, leader e fondatore dei Funk Off, ci ricorda che la band partecipa a Umbria Jazz da ben quindici anni. Non solo: c'è anche il traguardo dei vent'anni della ...

14.07.2018