Gubbio, giostraio gli spacca la mandibola per un coro contro il Torino

Gubbio, giostraio gli spacca la mandibola per un coro contro il Torino

Un ceraiolo chiede 58mila euro al giovane che lo colpì durante la Festa del 15 maggio 2010

03.01.2013 - 20:57

0

La notte del 15 maggio del 2010 un giostraio gli ha rotto la mandibola con un pugno. Ora un eugubino di 36 anni ha chiesto un risarcimento danni di 58mila euro. E pensare che tutto sarebbe partito da un coro contro il Torino, la squadra di calcio che a Gubbio conta da sempre uno storico club di tifosi.

I fatti
Alle 21 del 15 maggio - inutile spiegare quale fosse il clima a Gubbio al termine di una giornata tanto intensa e travolgente come quella dei Ceri - l’eugubino, che è assistito dall’avvocato Ubaldo Minelli, va al bar di Padeletti per un aperitivo. “Mezz’ora dopo - scrive nella sua querela - da solo mi recavo alla taverna privata di ... vicino alla taverna di San Giorgio dove si radunano i ceraioli di fede santantoniara di Madonna del Ponte”. Trascorre un po’ di tempo, quindi si sposta sotto gli Arconi di palazzo dei Consoli per festeggiare. La notte del 15 maggio è così, non finisce mai: l’eugubino dopo la mezzanotte insieme ad altri raggiunge via Saffi per un’altra festa. Si canta, si balla, si ripercorre tutta la giornata. Si discute. Il dibattito continua lungo corso Garibaldi. Alle 2, l’eugubino riaccompagna un’amica a casa e va in piazza del Mercato dove aveva parcheggiato la Vespa. “Giunto nei pressi, incrociavo un gruppo di ragazzi (7 o 8) che inneggiavano cori contro il Torino calcio. Tra loro riconoscevo... (una ragazza di Gubbio). Avvicinandomi, li invitavo - scrive sempre nella sua querela - in maniera garbata, a non cantare simili cori perché non in sintonia con lo spirito della festa, avvertendoli, tra l’altro, che in città esistono diversi tifosi granata. Cercavo pure di spiegare loro che a Gubbio esisteva pure un ‘Toro club’ ma uno dei ragazzi mi fraintendeva e iniziava ad alzare la voce contro il sottoscritto, avvicinandosi minacciosamente”. Il ceraiolo, capisce la situazione: meglio andarsene. “Ma lui continua a insistere affermando che era impossibile che a 600 chilometri di distanza fossero presenti tifosi del Torino”.
Il ragazzo, si saprà poi trattarsi di un giostraio di 21 anni, sembrava piuttosto agitato. Il ceraiolo decide di chiudere la faccenda: gli dà ragione e lo saluta. Si gira verso la sua Vespa ma, “nel piegarmi per inserire la chiave, all’improvviso e inaspettatamente mi sentivo colpire con un potente pugno al viso”.
L’eugubino perde coscienza, poco dopo arrivano degli amici che lo portano a casa. La stessa notte viene accompagnato in ospedale a Branca egli esami radiologici parlano di “fratture multiple mandibolari”. Il giorno della fiera viene trasferito a Perugia dove viene operato nella clinica otorinolaringoiatrica. La lesione è permanente: decide dunque di sporgere querela contro il giostraio.

La sentenza Una settimana fa l’ultima udienza alla sezione distaccata del tribunale di Gubbio davanti al giudice Alessandra Arioti. La sentenza è attesa per il 18 giugno.

A cura di Patrizia Antolini 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mentana parla del suo giornale online: "I soldi ce li metto io, è un progetto su cui scommetto"

Mentana parla del suo giornale online: "I soldi ce li metto io, è un progetto su cui scommetto"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Qui stiamo parlando di un progetto in cui scommetto i miei soldi e il primo riflesso giornalistico è chiedere dov'è l'inghippo". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al Campus Party rispondendo alle domande dei giornalisti sul suo nuovo giornale online Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista....

 
Mentana parla del suo giornale online: "Cairo non sarà l'editore"

Mentana parla del suo giornale online: "Cairo non sarà l'editore"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Cairo mi accompagnerà ma non sarà l'editore, come si chiamerà il giornale? Non lo so". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al Campus Party rispondendo alle domande dei giornalisti sul suo nuovo giornale online Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Mentana parla del suo giornale online: "Sarà fatto dai giovani per i giovani"

Mentana parla del suo giornale online: "Sarà fatto dai giovani per i giovani"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Anche nel giornalismo servono atti di coraggio per questo ho lanciato l'idea di fare un giornale sui giovani perché solo un giornale online fatto dai giovani e per i giovani. Chi ha il diritto di parola sono grandi e vecchi e non esiste un dibattito tra i giovani". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al ...

 
Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione"

Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione" A Roma, presso la “Lanterna” di Fuksas, la Polizia di Stato celebra il ventesimo anniversario dell’istituzione del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni con una manifestazione alla presenza delle più alte cariche istituzionali e del capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018