Illuzzi, quattro gravi errori fanno arrabbiare il Gubbio

Illuzzi, quattro gravi errori fanno arrabbiare il Gubbio

L’arbitro di Molfetta sbaglia pure sull’espulsione del portiere e sul primo gol irpino viziato da un fallo

20.11.2012 - 09:20

0

La partita di Avellino è stata condizionata da una direzione arbitrale per larghi tratti inconcepibile. Gli errori ci stanno, l'arbitro - come ha ribadito anche il presidente Fioriti - è umano e può sbagliare. Quello che diventa difficile da metabolizzare è come nei frangenti topici dell'incontro sia sempre stato penalizzato il Gubbio. Sorvolando sui falli a centrocampo ininfluenti sul risultato, vediamo di analizzarne come una moviola del giorno dopo - solamente quattro, quelli più eclatanti. Gol di Herrera Il primo gol dell'Avellino firmato da Herrera al 12' p.t. andava annullato perché l'azione era viziata da un fallo di Castaldo su Briganti (all'altezza del lato corto dell'area di rigore). Su un traversone Briganti al momento di staccare di testa viene spinto da dietro da Castaldo. Il difensore non riesce a rinviare di testa, sfiora soltanto il pallone che arriva a Zappa costa, tiro da lontano e deviazione vincente di Herrera (sul filo del fuorigioco). Rigore su Bazzoffia Sempre nel primo tempo, minuto 28', su una ripartenza del Gubbio, Bazzoffia sulla trequarti con un colpo di tacco libera Baccolo che va sul fondo e rimette al centro. Daniele sta per andare sul pallone e viene colpito al volto da un difensore dell'Avellino che si è completamente disinteressato della palla. Fallo da rigore, giallo o rosso nei confronti del difensore (a discrezione dell'arbitro), come da regolamento. Bazzoffia, colpito duro al setto nasale, continua a giocare con un vistoso bendaggio al naso.

Notizia integrale nel Corriere dell'Umbria del 20 novembre 2012
a cura di Euro Grilli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Alunni (Confindustria), dopo il 4 marzo non toccate il job act
Elezioni 2018, parla il presidente degli industriali umbri

Alunni (Confindustria ), chiunque vinca non tocchi il job act

Cosa temono di più gli industriali italiani dalle urne del 4 marzo? "Che si torni indietro rimettendo in discussione anche ciò che di buono si è fatto. Ad esempio una buona riforma come il job act". Lo sostiene in questa video intervista al Corriere dell'Umbria il presidente degli industriali umbri, Antonio Alunni. Che chiede al prossimo governo anche una politica sull'immigrazione più azzeccata ...

 
Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018