Perez non fa sconti con il suo Pisa: "Grazie Gubbio, ma voglio i tre punti"

L'attaccante ha fatto parte del gruppo che vinse la Seconda divisione. "Ritrovare Sandreani, Briganti e Boisfer mi farà un certo effetto"

20.09.2012 - 13:09

0

"Impossibile dimenticare l'anno di Gubbio, il primo da professionista (arrivava dalla Primavera del Bari ndr) con la conquista della Prima divisione e l'entusiasmo senza freni dei 3mila tifosi a San Marino". Leonardo Perez, brindisino di Mesagne, classe 1989, oggi è un attaccante del Pisa. I toscani di mister Pane domenica saranno gli avversari dei rossoblù al Pietro Barbetti nel primo dei due impegni consecutivi in Umbria. La settimana successiva renderanno visita al Perugia.
Quell'esperienza eugubina non l'ha certo dimenticata: "Purtroppo il serio infortunio mi fece saltare i play off ma non le feste successive. Incredibile fu l'apporto del pubblico. Domenica ritrovo con piacere Sandreani, Briganti e Boisfer. Furono prodighi di consigli e suggerimenti, affrontarli da avversari mi farà un certo effetto. Sì, non nascondo che sto covando già adesso emozioni, mi auguro che spariscano dopo pochi minuti dall'inizio del match". Che altri ricordi conservi della parentesi eugubina? "La città, la sua ospitalità. Sono stato benissimo, ho avuto un bel rapporto con tutti, compagni, società, tifosi...". Con il Gubbio in C2 Perez collezionò 31 presenze con 4 reti. Poi passò al Pisa col quale gioca da tre stagioni, eccetto una parte di campionato, dal gennaio 2011, vissuta con la maglia del Giulianova. Quest'anno sta trovando continuità, è senza ombra di dubbio il miglior nerazzurro in questo primo scorcio di campionato. Nell'ultimo turno ha rifilato una doppietta al Barletta :"Sono a posto fisicamente, questa è la cosa più importante. L'anno scorso ho giocato 24 partite, mi auguro di collezionare più presenze". Del Pisa cosa ci dici? "Siamo una squadra solida, compatta, che bada al sodo. Alla vigilia della stagione non abbiamo sbandierato obiettivi precisi, ma viviamo alla giornata forti di una nostra caratteristica. Giochiamo sempre per vincere, è la mentalità del nostro tecnico. A Gubbio vogliamo i tre punti". Se dovessi scommettere sull'elemento decisivo al Barbetti tra i tuoi compagni, su chi punteresti? "Sulla squadra, il collettivo: ma se devo indicare un giocatore, dico Giacomo Tulli. E' un elemento in grado di fare la differenza e capace come pochi di creare la superiorità numerica.
Domenica poi rientra dopo la squalifica Nicola Mingazzini, una sorta di garanzia a centrocampo per esperienza e cattiveria agonistica (per Mingazzini tante presenze anche nella massima serie e 2 reti con la maglia del Bologna, l'anno scorso ha giocato a NoceraInferiore ndr)". Che Gubbio- Pisa sarà? "Dei rossoblù, al di là delle vecchie conoscenze personali, non so molto altro. Vedremo dei filmati. Credo che sarà una partita aperta, loro in casa, tra l'altro reduci dalla sconfitta nel derby, vorranno fare bottino pieno".Personalmente cosa chiedi a questo campionato? "Come la squadra non mi pongo obiettivi e limiti se non quello di far bene. Ecco, mi farebbe piacere finire la stagione in doppia cifra".

Guido Giovagnoli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

, puntiamo a 3-4 consiglieri regionali

‘Pronto soccorso light’ sul territorio, più controllori sugli autobus, raddoppio della Pontina, un polo unico per i rifiuti. Sono alcune delle ricette illustrate in un’intervista all’Adnkronos da Mauro Antonini, candidato alla presidenza della Regione Lazio per Casapound Italia, ospite del Palazzo dell'Informazione.

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

Europa chiude debole, bene Milano

Le borse europee chiudono poco mosse l'ultima seduta della settimana, a eccezione di Milano che - complice la 'correzione' di Juncker sulla stabilità politica in Italia - recupera la flessione. Milano guadagna lo 0,93%, lo spread tra Btp e Bund si attesta a 141 punti. In territorio positivo Francoforte +0,18% e Parigi +0,15%, in flessione Londra - 0,11%. A Piazza Affari ben comprati i bancari, le ...

 
Altro

M'illumino di meno, luci spente al Palazzo dell'Informazione

Luci spente sulla facciata del Palazzo dell'Informazione. Questo il segnale - alle 18.00 in punto - dell'adesione del gruppo AdnKronos a 'M'illumino di Meno', iniziativa lanciata dalla trasmissione di Radio2 'Caterpillar' per la Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

 
I tanti universi del Fuseum

Alla scoperta dell'arte

I tanti universi del Fuseum

In mezzo al verde e alla natura di Montemalbe, bella collina di Perugia, da una casa museo s’alza il richiamo di una nuova stagione. Quella casa è l’universo dei tanti ...

23.02.2018

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

In concerto

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

Qualcuno si ricorderà quella notte d’inverno di quattordici anni fa. Metà gennaio del 2004, giorno più giorno meno. A Perugia c’era ancora il Norman, e il più delle volte i ...

23.02.2018

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

Dal palco dell'Ariston

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

L’eco di Sanremo 2018 si fa sentire. Con l’arrivo di due big. Mercoledì 28 febbraio alle 17.30 il centro commerciale Quasar Village di Ellera di Corciano ospiterà il ...

23.02.2018