Una cancellata e delle telecamere per mettere in sicurezza il muro in Piazza Grande

Una cancellata e delle telecamere per mettere in sicurezza il muro in Piazza Grande

Questi i prossimi interventi messi in atto dal Comune di Gubbio. Indispensabile però il via libera della Soprintendenza

27.07.2012 - 10:46

0

Una cancellata di chiusura dell'arco adiacente a Palazzo dei Consoli. Sarà il prossimo intervento sulla questione sicurezza del muro in Piazza Grande anticipato dall'assessore alle grandi opere Raffaello Di Benedetto.
Ma non solo. In piazza Grande verranno anche installate due telecamere che monitoreranno tutti i movimenti. Interventi che saranno definiti nei prossimi giorni quando l'amministrazione comunale e la Soprintendenza si siederanno attorno a un tavolo per chiudere, almeno si spera, il progetto relativo alla sicurezza del muro su cui si sono consumate diverse tragedie negli anni e attorno al quale sono divampate più discussioni circa le modalità da adottare per correre ai ripari. E finalmente pare che oggi ci siamo.
Relativamente alla cancellata dell'arco, spetterà alla Soprintendenza con la società che gestisce Palazzo dei Consoli e i suoi servizi, decidere l'orario di chiusura. In questo caso per l'assessore Di Benedetto non ci sarebbero problemi: "Personalmente chiuderei la cancellata in maniera definitiva. Che senso ha far scendere gente in un tratto con una pendenza del 45 per cento. Questo è il mio pensiero. E mi auguro che si proceda in questa direzione".
Tutti i lavori partiranno non appena si avrà la garanzia del finanziamento, parte del quale dovrebbe arrivare dal governo centrale grazie all'intercessione dell'onorevole eugubino del Popolo della libertà Rocco Girlanda. Gli interventi fanno seguito all'ordinanza emessa mercoledì scorso dal sindaco Diego Guerrini che vieta di salire sul muretto di piazza Grande. L'accertamento della violazione delle prescrizioni dell'ordinanza comporta, oltre che l'immediata cessazione del comportamento posto in essere, una sanzione pecuniaria che può oscillare da euro 25 ai 500 euro. Della questione se ne era tornati a parlare durante uno degli ultimi consigli comunali dopo alcune segnalazioni di giovani che in modo pericoloso si trovavano nei pressi del muro. Proprio per la questione di sicurezza l'amministrazione tempo fa aveva provveduto a istituire una commissione apposita. 

Guido Giovagnoli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Damasco, (askanews) - Una raffica di attacchi aerei siriani, razzi e colpi di artiglieria contro la Ghouta orientale, enclave controllata dai ribelli alla periferia di Damasco, ha provocato la morte di 44 civili. Lo ha annunciato l'Osdh, l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Tra le vittime di questo pesante bombardamento, secondo l'ong, anche quattro bambini.

 
Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Roma (askanews) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nel pomeriggio del 19 febbraio 2018 ha ricevuto al Quirinale l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli, rientrato da poco sulla Terra dopo la missione di lunga durata dell'Asi sull'Iss "Vita". Con lui c'erano il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston, il direttore generale dell'Asi, Anna Sirica e il ...

 
Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Milano (askanews) - Meridiana cambia pelle e diventa Air Italy. È la nuova compagnia aerea targata Qatar Airways, evoluzione del vettore sardo presentata a Milano nel corso di una conferenza stampa da Akbar Al Baker, Ceo del gruppo Qatar Airways, che da settembre 2017 detiene il 49% della compagnia Italiana tramite la holding AQA. Alisarda, in precedenza unico azionista di Meridiana e controllata ...

 
Economia

Borsa, prese di beneficio su Milano

Giornata di prese di beneficio sulla Borsa di Milano, che lascia sul terreno un punto percentuale, frenata da Fiat Chrysler, Ferrari e Mediaset, tra le più comprate la scorsa settimana. Le Borse europee sono deboli e scontano l’assenza di una guida come Wall Street, chiusa per festività. Il primo giorno di aumento di capitale non lascia scampo al titolo di Creval, che perde il 7 per cento del ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018