giovenale, anton carlo ponti

E il turismo langue

15.03.2017 - 10:54

0

Sarà l'etimo spagnolesco, junta, imbevuto di golpe di stato sudamericani - Pinochet e Videla docent -, ma le giunte (e gli assessori) troppo spesso per i miei gusti garantisti e democratici si comportano come le tre scimmiette che non sentono, non parlano, non vedono, appollaiate sul comò, come le civette della filastrocca. Ambarabà ciccì coccò!
Prendi l'idea di chiamar Monica Bellucci a testimonial turistico dell'Umbria nel mondo, già di questo giornale e ripresa dall'assessore al turismo della Regione.
Non se ne sa nulla o poco. E il turismo langue, e tutti a stracciarsi le vesti, e questa volta in soccorso dei vinti.
Sono otto mesi dal terremoto e si sarebbe dovuto correre ai ripari, con campagne tranquillizzanti, distinguendo il territorio intatto da quello ahimè colpito, circoscritto e in tenuta, tranne quel ludibrio della basilica di San Benedetto mai sorretta, ma con la facciata in piedi per miracolo architettonico. Ma, si sa, la gente guarda e spesso non vede che i telegiornali che bombardano i teleutenti d'immagini apocalittiche. H24.
Meglio il Grand Guignol anziché una pacata analisi delle cose. La realtà è che il turismo è stato considerato, fin dalla fondazione della Regione, nel 1970, come materia secondaria, così come la cultura.
Questo senza voler mitizzare il turismo come taumaturgia bacchetta magica. Ma è un dato, il primo turismo, in Regione, quando c'erano le aziende autonome e gli enti provinciali, fu affidato a un geometra, se la memoria non m' inganna. Mancò l'idea che il turismo è sì un'attività economica ma con caratteristiche precipue, legate a creatività e a competenza e a cultura, di territorio, storia, tradizioni, consapevoli che l'Umbria è piccola e senza mare. Qualcuno dirà.
Come mai Montalbano coi suoi milioni di audience nel pianeta non porta turisti e visitatori nella bellezza sublime della Sicilia? Perché Monica Bellucci dovrebbe essere la chiave di volta per incrementare non tanto gli arrivi ma le presenze? Perché la Sicilia è distante, e in Calabria i Bronzi di Riace non li va a veder nessuno. Il nostro turismo è come il calviniano visconte dimezzato, e noi che potremmo avere il primato o il secondo posto dopo la Francia, siamo al quarto-quinto. E siamo il paese più bello del mondo, ma è ahimè abitato dagli italiani, quelli visibili per ruberie e degrado e corruzione e evasione e disordine. Non quelli invisibili, probi e onesti e educati e rispettosi di leggi e regolamenti, semplici o colti non importa.
Col rischio di ripetermi, dico ancora una volta che sollecitare il turismo è un'arte, e se si dimentica che l'Italia è amata per Michelangelo e per Giuseppe Verdi, il resto è noia.
Sì, Francesco d'Assisi è un ottimo brand, ma ci volle a fine Ottocento un pastore protestante francese, Paul Sabatier, per promuovere la fortuna planetaria del nostro Santo che innalzava laudi al Creatore. P
rima era un santo di serie B, un po' folle e ribelle. Non diamo retta a uno spirito libero come Robert Louis Stevenson se scrive con paradosso che il turismo è l'arte della delusione. E la sindrome di Stendhal?
Anche Gioconda o Colosseo possono ingannare, se uno cerca l'anima del mondo nelle cose e non dentro di sé. Che è il pensiero di Michel de Montaigne (che un po' d'Umbria percorse): "A chi mi domanda ragione dei miei viaggi, solitamente rispondo che so bene quel che fuggo, ma non quello che cerco." 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Il rapper italiano Ghali, che sta scalando le classifiche delle hit più ascoltate e che vanta decine di milioni di visualizzazioni su Youtube, è stato scelto dal leader dell'intrattenimento digitale Ubisoft per rendere omaggio all'ultimo capitolo della saga di "Assassin's Creed" (Assassin's Creed Origins), il videogioco da 110 milioni di copie, in uscita il 27 ottobre. Ghali veste i panni del ...

 
Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
Concerto dai balconi di piazza del Mercato

Tanta gente in centro

Concerto dai balconi di piazza del Mercato

A Terni, fino alla tarda serata di sabato 21 ottobre, si è svolta con grande successo, in piazza del Mercato, l’iniziativa "Concerto dai balconi", organizzata ...

21.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017