giovenale, anton carlo ponti

E il turismo langue

15.03.2017 - 10:54

0

Sarà l'etimo spagnolesco, junta, imbevuto di golpe di stato sudamericani - Pinochet e Videla docent -, ma le giunte (e gli assessori) troppo spesso per i miei gusti garantisti e democratici si comportano come le tre scimmiette che non sentono, non parlano, non vedono, appollaiate sul comò, come le civette della filastrocca. Ambarabà ciccì coccò!
Prendi l'idea di chiamar Monica Bellucci a testimonial turistico dell'Umbria nel mondo, già di questo giornale e ripresa dall'assessore al turismo della Regione.
Non se ne sa nulla o poco. E il turismo langue, e tutti a stracciarsi le vesti, e questa volta in soccorso dei vinti.
Sono otto mesi dal terremoto e si sarebbe dovuto correre ai ripari, con campagne tranquillizzanti, distinguendo il territorio intatto da quello ahimè colpito, circoscritto e in tenuta, tranne quel ludibrio della basilica di San Benedetto mai sorretta, ma con la facciata in piedi per miracolo architettonico. Ma, si sa, la gente guarda e spesso non vede che i telegiornali che bombardano i teleutenti d'immagini apocalittiche. H24.
Meglio il Grand Guignol anziché una pacata analisi delle cose. La realtà è che il turismo è stato considerato, fin dalla fondazione della Regione, nel 1970, come materia secondaria, così come la cultura.
Questo senza voler mitizzare il turismo come taumaturgia bacchetta magica. Ma è un dato, il primo turismo, in Regione, quando c'erano le aziende autonome e gli enti provinciali, fu affidato a un geometra, se la memoria non m' inganna. Mancò l'idea che il turismo è sì un'attività economica ma con caratteristiche precipue, legate a creatività e a competenza e a cultura, di territorio, storia, tradizioni, consapevoli che l'Umbria è piccola e senza mare. Qualcuno dirà.
Come mai Montalbano coi suoi milioni di audience nel pianeta non porta turisti e visitatori nella bellezza sublime della Sicilia? Perché Monica Bellucci dovrebbe essere la chiave di volta per incrementare non tanto gli arrivi ma le presenze? Perché la Sicilia è distante, e in Calabria i Bronzi di Riace non li va a veder nessuno. Il nostro turismo è come il calviniano visconte dimezzato, e noi che potremmo avere il primato o il secondo posto dopo la Francia, siamo al quarto-quinto. E siamo il paese più bello del mondo, ma è ahimè abitato dagli italiani, quelli visibili per ruberie e degrado e corruzione e evasione e disordine. Non quelli invisibili, probi e onesti e educati e rispettosi di leggi e regolamenti, semplici o colti non importa.
Col rischio di ripetermi, dico ancora una volta che sollecitare il turismo è un'arte, e se si dimentica che l'Italia è amata per Michelangelo e per Giuseppe Verdi, il resto è noia.
Sì, Francesco d'Assisi è un ottimo brand, ma ci volle a fine Ottocento un pastore protestante francese, Paul Sabatier, per promuovere la fortuna planetaria del nostro Santo che innalzava laudi al Creatore. P
rima era un santo di serie B, un po' folle e ribelle. Non diamo retta a uno spirito libero come Robert Louis Stevenson se scrive con paradosso che il turismo è l'arte della delusione. E la sindrome di Stendhal?
Anche Gioconda o Colosseo possono ingannare, se uno cerca l'anima del mondo nelle cose e non dentro di sé. Che è il pensiero di Michel de Montaigne (che un po' d'Umbria percorse): "A chi mi domanda ragione dei miei viaggi, solitamente rispondo che so bene quel che fuggo, ma non quello che cerco." 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Roma (askanews) - Un successo che dura da 35 anni. I film di Natale prodotti da De Laurentiis, dal primo "Vacanze di Natale" del 1983 all'ultimo "Dio salvi la regina", hanno incassato complessivamente 400 milioni, coinvolto più di 200 attori, e sono stati girati in 50 location, da Cortina D'Ampezzo a New York. Quest'anno, per celebrare il 35esimo compleanno del cosiddetto "cinepanettone", il 14 ...

 
Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Milano (askanews) - Nelle sue sale si progettò la Congiura dei Pazzi, poi fu confiscato dalla famiglia dei Medici e donato al vescovo di Fiesole: inizia così la storia del Castello del Trebbio, dimora del Rinascimento datata 1184, che ha attraversato 800 anni di storia, passando da maniero a fortezza militare, a tenuta agricola per la produzione di vino ed olio di alta qualità. Siamo nel Chianti ...

 
Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Roma, (askanews) - E' di almeno un morto e 18 feriti il primo bilancio dell'esplosione al terminal di gas di Baumgarten, nell'Est dell'Austria. Lo ha riferito la Croce rossa all'agenzia austriaca Apa dopo l'esplosione "seguita da un incendio", come ha precisato un portavoce della polizia Edmund Tragschitz, secondo cui la situazione è già tornata sotto controllo. In precedenza, tuttavia, la ...

 
Grigliata da Guinness in Uruguay: arrostite 10 tonnellate carne

Grigliata da Guinness in Uruguay: arrostite 10 tonnellate carne

Milano, (askanews) - Non una grigliata tra amici della domenica, ma uno sforzo imponente per entrare nel Guinness dei primati. In Uruguay, nella piccola città di Minas, grazie a oltre 10 tonnellate di carne alla griglia, è stato battuto domenica il record Guinness del più grande barbecue del mondo. Per realizzare la gigantesca "parrilla" sono stati necessari 60 tonnellate di legna e l'impegno di ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017