Pelù a San Bevignate

Pelù a San Bevignate

07.05.2014 - 11:33

0

C’è differenza tra “Genny ‘a carogna” e chi distrugge paesaggio e beni culturali di questa nostra Italia un tempo tota pulchra da sindrome di Stendhal? O fra un tribuno fracassone e Pelù che approfitta di un concerto pagato dai Sindacati, per apostrofare il Premier Renzi 'boy scout di Gelli'? Io so per certo che non c'è differenza tra Pelù e Marek Hamsik, entrambi apologie del cattivo gusto, epifania del tatuaggio scervellato, entrambi pessimi esempi pei giovani. Leggo che le curve nord o sud di certi stadi sono centrali di spaccio. Mi basta per rabbrividire il titolo del “Mundo deportivo” che titola: 'Un hijo de un camorrista ha decidido que de jugara la Final de la Coppa Italia”. Quando San Gennaro ha saputo del fattaccio, gli si è gelato il sangue nella teca. E così a San Bevignate quando gli han costruito un cantiere proprio in faccia per un' oscena e stolida casa dello studente. Con decine di meravigliosi di immobili dismessi. Decisione infausta dell'Adisu, ente per l’istruzione universitaria di una Università antica di 7 secoli; dove s' insegnano storia e filosofia greca, Fidia e Platone piangono. Dove s'insegnano disegno architettonico e meccanica razionale, piangono Galeazzo Alessi e Tullio Levi-Civita. E dove si leggono Dante Shakespeare Goethe Leopardi Sandro Penna, e Aldo Capitini e Walter Binni e la sua 'Poetica del decadentismo'. E Perugino e Leoncillo e Burri. Invece perché non fargli un gran dispitto? Invece d' utilizzare quel che va salvato, facciamo un bello scempio, tanto uno più o uno meno. I cittadini? Son dei sudditi idioti, e anche quando protestano (il candidato sindaco Barelli in conferenza stampa nel suo ufficio elettorale!) le carte legali parlano chiaro.
Le delibere sciagurate son state prese con tutti i crismi di legge, così i cavilli son già in agguato, la burocrazia leccandosi i baffi affila le armi. I risarcimenti frullano. Dunque Pelù può andare benissimo davanti a San Bevignate, da milionario e visitatore nel 1995 di Villa Wanda, oggi forte dei suo anelli e tattoo e baffi saturnini e mefisto, così simile a Hamsik Nainggolan Tevez ossia alla turba di calciatori grafiti come evasi da San Quintino; e a "Genny 'a carogna" che per buon peso fa il saluto romano, a torso nudo dov'è inciso con l'inchiostro indelebile un pugnale. Sì un bel concerto di Pelù lo consiglio al presidente dell'Adisu; i Templari distrutti da Filippo il Bello e i poveri morti della nostra Spoon River (tutti, tutti dormono, sulla collina: all, all are sleeping on the hill) gradiranno, perché il silenzio a lungo andare annoia, e la monotonia secondo Baudelaire è la metà del nulla. Forse è per ciò che si costruisce come matti da legare, per tenere viva la realtà che potrebbe addormentarsi nella profondissima quiete ove per poco il cor non si spaura. Per un vasto numero di idioti è la bruttezza a rappresentare il mondo, la volgarità che è simbolo del potere e soprattutto della ricchezza, ossia il sogno e il possesso della roba in senso verghiano, quella maledizione che farà naufragare la nave dei Malavoglia carica di lupini e di carrube. Sarà anche giusto, ma Hamsik guadagna 2 milioni all'anno e Pelù non ha cantato, e insultato, gratis, ha avuto un sostanzioso rimborso spese.
Sicuramente più di 80 auro. La gente si muore di fame, gente! Io, da vecchio ancora fanciullino, in certe cose candido come uno dei miei nipoti che ha 4 anni, ancora sbalordisco, ho ancora la forza e la grazia di stupirmi sia della redenzione di Totò Cuffàro che studia giurisprudenza in carcere anche perché non potrà fare il medico (che giustizia!), sia dell'inaridimento di così tanti, troppi valori. Purtroppo non basta Papa Francesco, il kantiano legno storto dell'umanità è lungi dal seccarsi, e gli uomini sono vuoti, hollow men, denuncia Thomas S. Eliot: "Siamo gli uomini vuoti | siamo gli uomini impagliati | che appoggiano l'un l'altro | la testa piena di paglia. Ahimè!" Ma il grano prevarrà sulla gramigna, perché siamo "uomini e non pecore matte." Ah! se Cleopatra avesse avuto un altro naso il mondo sarebbe stato diverso, lamentava Blaise Pascal. E non scendeva a patti con uomini tatuati come in "Apocalypto".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cultura

Il mito di Raffaello protagonista a Bergamo

Fino al prossimo 6 maggio, Raffaello è il protagonista della stagione espositiva 2018 di Bergamo con la grande mostra ‘Raffaello e l’eco del mito’, che anticipa le celebrazioni dell’anniversario, nel 2020, dei 500 anni dalla morte del maestro urbinate. Un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti da importanti musei nazionali e internazionali e da collezioni private che ha preso avvio dal ...

 
Cultura

Dal buio alla luce attraverso l’amore, è il libro di Fabio Salvatore

Come si può uscire dal buio della malattia, della violenza, della mancanza di speranza? Una via c’è, ed è l’amore. Lo sa bene Fabio Salvatore, regista, attore e scrittore, provato dalla vita da gravi malattie e lutti all’apparenza inconsolabili. A partire dal best seller ‘Cancro non mi fai paura’, passando per tanti altri successi, la sua esperienza letteraria si arricchisce ora di ‘Buio e luce’. ...

 
Spettacolo

Esce “Omicidio al Cairo”, di Tarik Saleh

Noredin Mustafa è un detective corrotto della polizia de Il Cairo. Una cantante viene trovata uccisa in una stanza dell’hotel Nile Hilton, e ben presto l’uomo scopre la relazione segreta della donna con il proprietario dell’albergo, ricco imprenditore e membro del parlamento. Durante le indagini gli viene ordinato di archiviare il caso. Il detective tuttavia non demorde e l'indagine conduce a ...

 
Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Afrin (askanews) - Sale la tensione nell'enclave curda di Afrin, nel nord della Siria, vicino al confine con la Turchia, nella regione del Ghouta. Le milizie filogovernative siriane, finite sotto il fuoco dell'artiglieria turca, si sarebbero ritirate a una decina di chilometri dal confine lungo cui avrebbero dovuto schierarsi dopo che i raid aerei dell'aviazione siriana, secondo le organizzazioni ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018