L’Umbria è il paese che amo

11 settembre 2013

11.09.2013 - 13:59

0

La nostra terra non è lambita dal mare. Sai che scoperta! Intendo dire che nonostante questa mutilazione geografica - l'unica fra le regioni centromeridionali, in compagnia di Valle d'Aosta, Piemonte e Lombardia, il cui cielo è bello, quando è bello, però- l'Umbria è meravigliosa. Perché non lasciarsi andare a qualche lirico volo, anziché i soliti lai o discettare a vanvera su retroattività delle leggi o su decadenze (fossi Silvio Berlusconi - che avrà deliberato ieri la giunta delle elezioni? -mi dimetterei, fondando subito una vera grande destra italica ed europea e dando spazio a giovani agguerriti e onesti, nonché rimanendo alle spalle come un grande saggio o nella buca del suggeritore come s'usava una volta a teatro).
Ma si torni, di grazia all'Umbria, che è il fine di questo odierno pastone: parlare al volo delle sue bellezze di paesaggio; della sua arte che impregna di sé borghi e città di in una sorta di sinfonia di pietre, in un concerto di torri, merli, vicoli, chiese, pievi, abbazie, ponti, mura ciclopiche; dei suoi fiumi e dei suoi laghi; dei suoi musei e fontane, degli scavi archeologici, finanche dei suoi cimiteri. Certo, non tutto è conservato con la cura, spontanea, dei nostri antenati, che non dovevano combattere l'inquinamento atmosferico, l'avvelenamento dei fiumi, il rumore assordante, il dedalo di autostrade e superstrade, le tristi aree industriali che paiono sorte con un tiro di dadi, l'urbanizzazione sfrenata e le periferie rassegnate, il consumo divorante del territorio, la cementificazione a gogo, e così via così via.
La gente, pur vivendo una delle più infauste crisi sociali ed economiche della sua storia, ha voglia di bellezza, di gite fuori porta, di escursioni a panini e acqua minerale, ha bisogno di muoversi, vuole vedere, vuole dimenticare. Come spiegare altrimenti i battelli pieni a ogni ora che solcano le acque del lago Trasimeno, splendido di sole e di acque provvidamente scese dal cielo quando invocavamo tregua alle piogge che si sa bagnano i vestiti ma sono provvide per l'estate siccitosa. L'Umbria, poi, è terra di Benedetto e di Francesco, di Chiara e di Rita, plaga incantevole che si prepara festevolmente ad accogliere il Vicario di Cristo, semplice e spiccio nei modi, anticonformista come un figlio dei fiori di antica memoria. Ma non sarà facile prendersi gioco di lui, vigile e pauperista: già inventare gandhianamente, capitinianamente una giornata di digiuno per pregare la Pace universale di kantiano ricordo vale un Pontificato intero.
Se l'Umbria è invasa da turisti e da pellegrini, da escursionisti e da visitatori, lo deve a tante squisitezze storico- artistiche, a tante eccellenze enoelaio- gastronomiche da noi prodotte, tradizionali ricchezze che si tramandano nel tempo. Così profumati vini rossi e bianchi e rosati, oli extravergine puri e salubri, lenticchie di Castelluccio, fagiolina delT rasimeno, miele di Allerona,norcineria stagionata e al giusto grado salata e impepata, mortadella di Preci, zafferano di Cascia, roveja della Valnerina, tartufo nero di Norcia o bianco di Città di Castello e dintorni; e ancora la patata bianca di Pietralunga, quella rossa di Colfiorito, il pane di Strettura, i fichi d'Amelia, le pesche gialle di Papigno, le cipolle di Cannara, il sedano nero di Trevi, i formaggi - la Camera di commercio ha fatto compilare un libro d'imminente uscita sui formaggi umbri - il farro, la porchetta, la panzanella, la cicerchiata, i pesci del Trasimeno (luccio, carpa, persico, anguilla, latterini, tinche, gamberi), gli strozzapreti e le ciriole, gli essetti di Bevagna, la ciaramicola, il torcolo di san Costanzo, le torte di Pasqua, la crescia nelle varianti locali, i maccheroni dolci, emi fermo perché ho sparato a memoria, ma spero esistano altre squisitezze da imbandire per la gioia della gola.
È mattina presto e l'acquolina si scioglie in bocca; e mi sovvengono, da "Fisiologia del gusto" (1826), gli aforismi di Anthelme Brillat-Savarin, gastronomo e giudice: "Dimmi quel che mangi, ti dirò chi sei; gli animali si nutrono, l'uomo mangia, solo l'uomo di spirito sa mangiare; il destino delle nazioni dipende dal modo in cui si nutrono". In pieno 2013 muoiono di fame milioni di donne, uomini, bambini. E questo è il migliore dei mondi possibili!

Anton Carlo Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cultura

Il mito di Raffaello protagonista a Bergamo

Fino al prossimo 6 maggio, Raffaello è il protagonista della stagione espositiva 2018 di Bergamo con la grande mostra ‘Raffaello e l’eco del mito’, che anticipa le celebrazioni dell’anniversario, nel 2020, dei 500 anni dalla morte del maestro urbinate. Un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti da importanti musei nazionali e internazionali e da collezioni private che ha preso avvio dal ...

 
Cultura

Dal buio alla luce attraverso l’amore, è il libro di Fabio Salvatore

Come si può uscire dal buio della malattia, della violenza, della mancanza di speranza? Una via c’è, ed è l’amore. Lo sa bene Fabio Salvatore, regista, attore e scrittore, provato dalla vita da gravi malattie e lutti all’apparenza inconsolabili. A partire dal best seller ‘Cancro non mi fai paura’, passando per tanti altri successi, la sua esperienza letteraria si arricchisce ora di ‘Buio e luce’. ...

 
Spettacolo

Esce “Omicidio al Cairo”, di Tarik Saleh

Noredin Mustafa è un detective corrotto della polizia de Il Cairo. Una cantante viene trovata uccisa in una stanza dell’hotel Nile Hilton, e ben presto l’uomo scopre la relazione segreta della donna con il proprietario dell’albergo, ricco imprenditore e membro del parlamento. Durante le indagini gli viene ordinato di archiviare il caso. Il detective tuttavia non demorde e l'indagine conduce a ...

 
Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Afrin (askanews) - Sale la tensione nell'enclave curda di Afrin, nel nord della Siria, vicino al confine con la Turchia, nella regione del Ghouta. Le milizie filogovernative siriane, finite sotto il fuoco dell'artiglieria turca, si sarebbero ritirate a una decina di chilometri dal confine lungo cui avrebbero dovuto schierarsi dopo che i raid aerei dell'aviazione siriana, secondo le organizzazioni ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018