Il Papa e il Tycoon di Francia

19 marzo 2013

19.03.2013 - 13:06

0

Nelle “Amoenitates Belgicæ”, il sommo Charles Baudelaire ai Belgi non gliele manda mica a dire. A una fanciulla scrive che ha il tanfo d’un fiorellino ammuffito, li definisce stupidi, ladri e furbi patentati che parlano perdipiù un francese ridicolo; poi ci va giù duro: sull’inviolabilità del Belgio dice che "sì, toccarlo sarebbe un po' azzardato/ come impugnare sarebbe un bastone smerdato”. Ci penserà Adolf Hitler a violarne i confini. Il pensiero del poeta è tuttora condiviso dalla pluralità dei francesi, e anche noi italiani in genere li consideriamo né carme né pesce, un po’ scialbi ma con un passato coloniale feroce. Oggi, però, dopo il rifiuto di concedere la cittadinanza al tycoon o magnate Bernard Arnault, l’uomo più ricco d’Europa, i belgi mi stanno simpatici. Perché hanno capito che il miliardario vuole sfuggire alla patrimoniale di Hollande, nell’illusione di non dover morire.
I matrimoni d’interesse non mi sono mai piaciuti, antepongono all’amore il denaro o il potere, o entrambi insieme. Quale abissale differenza con il prete venuto quasi dalla fine del mondo, italo-argentino di prima generazione, un cardinale che andava in metropolitana e faceva la carità per davvero, simbolo di un grande popolo e di una grande nazione. Pensandoci, gli si attaglia, a questo meraviglioso prodotto della fede, della speranza, della misericordia, la sintesi fulminante con la quale Manuel Vázquez Montalbán, nel “Quintetto di Buenos Aires” definisce la capitale sul Rio de la Plata: “Tango, desaparecidos, Maradona”. In effetti, come narrano le cronache di questi fausti giorni, JorgeMario Bergoglio confessa di non disdegnare il ballo "peccaminoso" e sensuale che tutto il mondo apprezza. Quanto al futból, è un acceso tifoso, non delle due più grandi e premiatissime compagini bonaerensi, il River Plate e il Boca Juniors,ma del San Lorenzo de Almagro, soltanto un ottima squadra, con “camiseta” a strisce rossoblu. Ecco spiegato il riferimento al Diego Armando, genio e sregolatezza che illuminò di giocate sopraffine gli stadi della terra. Quanto alla dittatura militare 1978-1983, mostruosa e crudele all’insegna della tortura e dei rapimenti di bambini da dare in adozione ai ras della nomenklatura, papa Bergoglio è immune da compromissioni al 100 percento e da omissioni al novanta, rilevo dopo un'indagine internet. Ma il suo capolavoro, rivoluzionario e poetico, evangelico e popolare, popolano e progressista è essersi battezzato Francesco, iscrivendosi all’anagrafe della storia. Grazie,Pontefice venuto dal Nuovo Mondo a dissodare anche la vecchia Europa piena di crepe e la povera Italia massacrata dai tanti magnati dell’egoismo crudo.

Antonio Carlo Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Valencia, (askanews) - Una politica "disumana, indegna" quella messa in atto dall'Italia di respingere i migranti a bordo della nave Aquarius. Parla Aloys Vimard, project coordinator di Medici Senza Frontiere, a capo dell'équipe medica sull'Aquarius: "La decisione dell'Italia rappresenta il livello della politica europea. Sfortunatamente è un passo in più di una politica disumana, indegna e che ...

 
Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Sfilata di moda in sala Podiani

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Il 22 giugno alle 18.30 la Galleria Nazionale dell’Umbria accoglierà in sala Podiani la sfilata di moda a chiusura dell’anno scolastico dell’IID, l'Istituto italiano di ...

15.06.2018

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

festival della canzone italiana

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

Dopo un lungo corteggiamento, Claudio Baglioni ha accettato l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2019. "Sono molto contento - ha commentato il ...

14.06.2018

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

L'Umbria che spacca

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

Torna L'Umbria che spacca. Concerti in tre palchi, uno per il talk, workshops food & beverage nostrano, performance di danza moderna e street-art, tutto in pieno centro ...

13.06.2018