Lib(e)ri tutti

27 novembre 2012

27.11.2012 - 12:56

0

Siccome mi piacerebbe morire mentre lo leggo un libro, e non sepolto vivo da uno smottamento di carta stampata, e rilegata come corpi contundenti, non potete immaginare... la crudeltà dei tomi cartonati quando diventano armi, mi vedo costretto a dare un po' d'ordine alla biblioteca, traboccante e caotica. Lafebbre dei libri,come intitola un volumetto Alberto Vigevani, bibliofilo e mercante, ma soprattutto raffinato scrittore, può passare con l'acetilsalicilico della morigeratezza, o addirittura seguendo l'esempio delle raccolte minime di San Gerolamo o di Francesco Petrarca, fatte di poche decine di volumina, o del sommo Lev Tolstoj a Jasnaia Poliana, scarne etagère appese al muro sopra lo scrittoio. E tornano in mente la sua fuga da lì nell'ottobre 1910, trovandovi la morte in una stazioncina ferroviaria di Astàpovo, e i libri che aveva con sé: i "Saggi" di Montaigne, "I fratelliKaramazov" di Dostoevskij, "Una vita" di Maupassant. Ma tornando a bomba, invecchiando, mutano gusti e ardori, sarà l'atarassia che dirige la tua vita, così l'ansia di possedere, di dominare, di accumulare rallenta, come il fiume quando raggiunge il mare sabbioso. E così intendo dismettere migliaia di libri,mandando al macero i libri brutti e inutili, tradendo un mio inesausto assunto giovanile secondo cui non esistono libri belli o brutti ma libri scritti bene o scritti male (che sia Oscar Wilde? ¿Quien sabe?). Un' altra serie di fascicoli, opuscoli, libri e libercoli la donerei a biblioteche pubbliche, se non sapessi che vivono gracilmente, assediate e in procinto di scoppiare. Poi c'è la "vendita" a peso per le bancarelle dell'usato, quindi c'è il macero, o addirittura i falò di Fahrenheit 451, con il napalm che ha un odore così buono di mattina come dice il tenente colonnello Bill Kilgore in "ApocalypseNow". Ma, senza "ma" la vita sarebbe odiosamente noiosa, una volta sguarnite le pareti e lasciati orribilmente vuoti come teschi i plutei degli scaffali e delle librerie, e gli stipi e le scansie, bisognerà rimettere in circolo una parvenza di letteratura, tanto per passare qualche buona serata invernale anziché "imbarbarirsi" con la televisione. Così, poiché un libro non si nega a nessuno, specie nella nostra epoca di libro fatto in casa (pensato, scritto, corretto,impaginato, stampato, allestito, distribuito) e di editori prezzolati, mi punge vaghezza di leggere tutti quei libri che negli anni verdi della divina giovinezza avrei rifiutato più dell'olio di ricino e dell'olio di fegato di merluzzo, e va da sé più della cicuta. In primis, per capire il calcio, le memorie di Cassano e di Ibrahimovic, di Conte e di Totti; quindi per gustare le canzoni gli scritti dei cantanti Venditti, Mannoia, De Gregori, Cuccini,Vecchioni; e ancora le ricette di Benedetta Parodi e Antonella Clerici per godersi la gola, e per conoscere il mondo i libri di Maurizio Lupi ("La prima politica è vivere") e Fabrizio Cicchitto, Pierluigi Bersani e Rutelli, e Matteo Renzi, e quelli di D'Alema e Walter Veltroni, di Tabacci e di Angelino Alfano ("La mafia uccide d'estate"), e Nichi Vendola e Roberto Maroni ("Il mio Nord"). Come farsi mancare i saggi degli Angela (ispirati a Cartesio) e di Giacobbo (a Cagliostro)? Come rinunciare ai libri di Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini, belli ma troppo poco pubblicizzati? E a quelli di CarloVerdone e Lella Costa? Chi vuol fare una permuta? Se uno anziché pensare alle primarie (io le ho votate!) scorre i giornali e internet, apprende che sono usciti di recente libri di Giorgio Napolitano, Mario Monti e Benedetto XVI. Prima scherzavo,ma a questi non rinuncio. E se qualcuno obbietta che leggere e scrivere non vale la pena, tanto un italiano su due non capisce il senso di quel che legge (e non la "Fenomenologia" di Hegel ma la "Vispa Teresa"), rispondo con Italo Calvino: "Mentre veniva preparata la cicuta, Socrate stava imparando un' aria sul flauto. Il carnefice gli domandò a che cosa gli servisse Socrate rispose: 'A sapere quest'aria prima di morire'".
Antonio Carlo Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Placido Domingo ha festeggiato a Los Angeles 50 anni di carriera

Placido Domingo ha festeggiato a Los Angeles 50 anni di carriera

Los Angeles (askanews) - Il tenore spagnolo Placido Domingo ha festeggiato, con un recital speciale al Dorothy Chandler Pavilion di Los Angeles, circondato da amici, cantanti e musicisti, i suoi 50 anni di carriera. Domingo, direttore generale della Washington National Opera e della Los Angeles Opera, esordì proprio nella città californiana il 17 novembre del 1967, senza immaginare - ha spiegato ...

 
Pensioni, nulla di fatto dopo l'incontro tra governo e sindacati

Pensioni, nulla di fatto dopo l'incontro tra governo e sindacati

Roma (askanews) - Nulla di fatto dopo l'incontro sulle pensioni a Palazzo Chigi tra Governo e sindacati. Gentiloni ha chiesto ai leader di Cgil, Cisl e Uil uno sforzo significativo di condivisione sulle pensioni e di sostenere il pacchetto delle misure; un documento di tre cartelle sullo stop al rialzo dell'età pensionabile per 15 categorie di lavori gravosi, e il fondo per la proroga dell'Ape ...

 
Addio a Malcolm Young, cofondatore degli AC/DC
Musica in lutto

Addio a Malcolm Young, cofondatore degli AC/DC

E' morto a 64 anni Malcolm Young, chitarrista, compositore e cofondatore del gruppo rock AC/DC. A dare la notizia è stata la stessa band sulla sua pagina web ufficiale. Nato a Glasgow, in Scozia, nel 1953, aveva fondato il gruppo australiano con suo fratello Angus nel 1973 a Sydney. Tra i tanti successi della band "Highway to hell" e "Back in black", considerato il secondo album più venduto di ...

 
Mattarella a Napoli per i 230 anni Scuola militare Nunziatella

Mattarella a Napoli per i 230 anni Scuola militare Nunziatella

Napoli (askanews) - Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella ha presenziato, in piazza del Plebiscito a Napoli, alla cerimonia del giuramento di 90 nuovi allievi della scuola militare della Nunziatella in occasione dei 230 anni dalla fondazione della prestigiosa scuola militare, voluta dal Re Ferdinando IV di Borbone il 18 novembre del 1787. Erano presenti anche il ministro della Difesa, Roberta ...

 
Mamma mia! con gli Abba in italiano

Assisi

Mamma mia! con gli Abba in italiano

Al teatro Lyrick di Assisi il 21 e il 22 novembre (ore 21.15) ospiterà Mamma mia!, tra le più celebri commedie musicali degli anni 2000  con le mitiche canzoni degli Abba. A ...

18.11.2017

Assisi diventa città dei cori

Grandi festival nascono

Assisi diventa città dei cori

Al via la prima edizione di Cantico Assisi Choral Fest rassegna dedicata ai cori in programma dal 20 al 23 novembre ad Assisi. Oltre mille coristi si esibiranno per quattro ...

18.11.2017

Gran finale all'insegna dell'India

Festival Popoli e Religioni

Gran finale all'insegna dell'India

E' tutto pronto per il gran finale della tredicesima edizione di Popoli e Religioni-Terni Film Festival con una giornata interamente dedicata all'India. La giornata si aprirà ...

18.11.2017