Fiaccole per Massimiliano

9 ottobre 2012

09.10.2012 - 15:55

0

Quando quaranta giorni sono un'eternità. Questo devono sentire Fernanda e Cesare, i genitori. Di un uomo che è scomparso, nel nulla da un momento all'altro, in pieno giorno, nella felix Umbria. O che tale era, quando un omicidio era un unicum, avvenimento sconvolgente e terribile, la chiave di casa sulla toppa, le droghe erano noce moscata e cannella. Ma non voglio, qui e ora, rifare il verso al Pasolini che distingueva progresso, buono, e sviluppo, cattivo, né fare il cantore del buon tempo che fu. Certamente si vive meglio, più a lungo, più sani, più puliti, più belli, più 'ricchi', motorizzati e armati di modernissime tecnologie che hanno ucciso il tempo lineare per il tempo reale.
Ma come può capitare che accada un fatto doloroso e crudele quale quello che è capitato a Fernanda e a Cesare? In una zona dell'Umbria tranquilla, dove a memoria d'uomo per quel che rammento, chi tratta di cronaca nera può aiutarmi, non è accaduto niente di simile. Perché sì, la morte è dolorosissima, è irredimibile, non si riscatta, il poeta Giuseppe Ungaretti dice addirittura, da profeta, che la morte si sconta vivendo. Per due genitori, pur assuefatti loro malgrado alla legge della malattia mentale, del deficit cognitivo, o di qualche altra misteriosa latebra dell'intelletto, la fine è purtroppo una certezza con cui fare i conti, giorno dopo giorno, rifugiandosi nel ricordo e nella tristezza che tutto intride, oggetti, stanze, abiti, fotografie, reperti e referti.
Ma la bruttezza oscena della scomparsa, del "chi l'ha visto", non è paragonabile, si naviga a vista nella nebbia più impenetrabile, il dubbio sulla sopravvivenza si insinua fin dentro la carne, si fa sangue e ombra. Ma, conoscendo il vissuto crudo dei genitori, che amano in maniera straziante il figlio ferito dalla sorte,mi sento partecipe sì, tanto diciamolo pure, non costa niente esser buoni, in questa misura più formale che concreta. Ma anche arrabbiato, perché la società pur riempiendosi la bocca da mane a sera della parola famiglia (la famiglia è sacra, ma quella nostra, da qui il familismo tragico e financo comico che appanna il senso civico ed etico degli italiani. Anche la cosca mafiosa si chiama famiglia, no?), non alza non dico una mano, ma nemmeno un dito. Le famiglie - ogni famiglia felice è uguale alle altre, quelle infelici lo sono ciascuna a suo modo - sono lasciate sole, nel deserto della desolazione, e quando, a causa di mal governo, sprechi, ruberie di ogni genere, incuria, evasione fiscale, deboscia, disordine morale, egoismo occhiuto, congiunture economiche passive, disoccupazione eccetera, c'è da tagliare, eccoti il benservito a sanità, assistenza ai vecchi e ai disabili, mediante la riduzione drastica degli insegnanti di sostegno nella scuola, la cancellazione di tribunali mentre la giustizia, civile e penale, si muore di freddo, e così via, ma chi governa meno sciattamente di altri precedenti, dimentica o procrastina di cancellare enti inutili, auto blu, privilegi, vitalizi, elargizioni clientelari, prebende, premi ai dirigenti e sperequati stipendi a manager e a politicanti di lungo corso, pensioni pari a trentamila-quarantamila euro al mese che gridano vendetta al Cielo. La lista è ahimè lunga, oltraggiosa a fronte di milioni di giovani disoccupati spesso con due lauree, o in cerca di un posto al sole, ossia ottocento euro con cui campare. In Italia avverrà una rivoluzione morale? Quando? Fino a quando i Fernanda e i Cesare dovranno sostenere tutto il peso di una maternità, di una paternità difettose?Per Massimiliano c'è stata una fiaccolata, di solidarietà e di amore. Il Prefetto riattiverà, ha promesso, ricerche a vasto raggio. Non mollare la presa! Perché non se ne può proprio più! Massimiliano è tutti noi, inermi e oltraggiati dall'arroganza e dall'insipienza. E siamo Fernanda e Cesare, genitori sempre più soli.

A cura di Antonio Carlo Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Apre boutique iQOS a Firenze: "Il mondo del tabacco senza fumo"

Apre boutique iQOS a Firenze: "Il mondo del tabacco senza fumo"

Roma, (askanews) - "A Firenze abbiamo aperto una boutique in aggiunta ad altre che abbiamo aperto in altre città d'Italia e Firenze è una delle importanti città d'Italia nelle quali pensiamo che una presenza diretta rappresentare il nostro prodotto iQOS sia importante. Così Eugenio Sidoli presidente e Ad Philip Morris Italia, sul prodotto iQOS. "Il progetto della boutique - ha spiegato ad ...

 
Con Bonino e Della Vedova nasce "PiùEuropa", in vista delle urne

Con Bonino e Della Vedova nasce "PiùEuropa", in vista delle urne

Roma, (askanews) - "Dove altri vogliono farvi credere che ci serva meno Europa, noi siamo convinti che ne serva di più": Così Emma Bonino, Riccardo Magi e Benedetto Della Vedova presentano "+Europa": una "proposta elettorale autonoma" per rilanciare il progetto degli Stati uniti d'Europa e dell'integrazione europea: "E' un appello che rivolgo a tutti voi, alle cittadine e ai cittadini italiani ...

 
In mostra a Roma Dorazio: Quello che ho imparato da Giacomo Balla

In mostra a Roma Dorazio: Quello che ho imparato da Giacomo Balla

Roma, (askanews) - Giacomo Balla e Piero Dorazio nella piccola galleria Futurism & Co nel centro di Roma: 26 opere per raccontare il rapporto di filiazione fra l'artista torinese e il pittore romano scomparso dodici anni fa. Per Dorazio una riscoperta del futurismo a partire dalle "compenetrazioni iridescenti" di Balla. Il curatore Giancarlo Carpi: "per la storia dell'arte fu l'influenza delle ...

 
Lusso e sostenibilità: alle Maldive il nuovo resort della CCR

Lusso e sostenibilità: alle Maldive il nuovo resort della CCR

Milano (askanews) - Un paradiso dalle spiagge di sabbia bianchissima e acque cristalline, lusso senza pari, un santuario "Adults Only", ma ecosostenibile: è il "Kudadoo Private Island by Hurawalhi", l'isola privata - alle Maldive - che il Crown & Champa Resorts "CCR" aprirà al pubblico a partire da marzo 2018. In vista dell'imminente apertura il Kudadoo Private Island by Hurawalhi è stato ...

 
Dolcenera, posticipato il concerto

Perugia

Dolcenera, posticipato il concerto

Il concerto di Dolcenera in programma il giorno 24 novembre al Cantiere Club di Perugia, per la rassegna “Umbria Eventi d’Autore 2017-2018”, è stato posticipato a data da ...

23.11.2017

Benito Gonzalez ed è piano show

Perugia

Benito Gonzalez ed è piano show

Ospiti d'eccezione sabato 25 novembre sul palco del ristorante Enoteca Giò Arte e Vini di Perugia per una delle performance più adrenaliniche della rassegna "Food & Jazz dal ...

22.11.2017

Cantico, l'ora di Ciammarughi

Assisi

Cantico, l'ora di Ciammarughi

Un grande pomeriggio di musica e di atmosfera, sabato 25 novembre alle 17, al teatro Metastasio di Assisi. Va di scena uno degli ultimi lavori di Ramberto Ciammarughi, ...

22.11.2017