Comici spaventati guerrieri

25 settembre 2012

25.09.2012 - 14:26

0

Un tempo, quando imperava il "Galateo" - un trattato di buone maniere scritto a metà Cinquecento dal forbito Giovanni Della Casa - un famoso manager non avrebbe mai detto in pubblico di un altrettanto famoso imprenditore "mi ha rotto le scatole", senza ombra di dubbio espressione eufemistica di una ben più volgare metafora. Segno dei tempi. Oggi tutto è estremo, tutto è omologato.
Un tempo non del tutto remoto s'insegnava che se uno ruba tu devi dare l'esempio pedagogico di non rubare, mai; anche se hai fame non devi sfondare un vetro e impossessarti di una pagnotta di pane; non solo perché ti arrestano e ti processano in direttissima, ma pure perché - voglio essere qualunquista fino in fondo - è esteticamente disdicevole, vuoi mettere trafugare un milioncino dai conti di un partito o di un gruppo consiliare?
Questo sì è un gesto da sindrome di Stendhal, da farti meritare sic et simpliciter una comparsata nel salotto di Bruno Vespa al suono di "Via col vento". Ricordate la divina Vivien Leigh? "Dio m'è testimonio, non soffrirò mai più la fame. Dovessi mentire, truffare, rubare, uccidere, lo giuro davanti a Dio, non soffrirò mai più la fame!" D'altronde non aveva già detto: "Ho ammazzato un uomo, ma non ci voglio pensare ora. Ci penserò domani"? E Vivien ha ragione, domani è un altro giorno. Se non fosse uno scandalo, lo Zeitgeist contemporaneo di questa Italia lardellata di ingiustizia e di arroganza - per avere una idea, in Francia ci sono tanti avvocati quanti quelli del Lazio, ma tre volte tanti giudici - verrebbe da ridere a crepapelle, perché siamo circondati da un vespaio di comici spaventati guerrieri, secondo il titolo di un divertente romanzo semiserio (1986) di Stefano Benni. Ha voglia Beppe Grillo di strillare che non è un comico, di avere dietro soltanto Beppe Grillo, il suo furor ha un che di già visto,mi ricorda Jago quando in "Otello" dice di essere un critico, non un fedigrafo e un fellone. Ma avete guardato i Lusi, i Belsito, i Fiorito?
Ma voi avreste affidato loro in custodia la gabbia del canarino o il collare del cane? Io, no, per istintiva diffidenza, di pelle. Impudichi di persona e avidi e ingordi di morale. Case, feste in costume trash e demenziali, bagordi, bunga bunga, champagne, ostriche, caviale, panfili, vacanze esotiche, diamanti, ville, macchinoni, in un trionfo del kitsch, tanto i soldi sono il prodotto dei fessi che non sfuggono a sua maestà l'irpef e alle sue ancelle tosap. tia, irap e via elencando. Questi i valori valoriali di una casta indecente. I Vescovi predicano che si tratta di sprechi vergognosi, e mentre Sagunto brucia a Roma il congresso di diverte, e il problema dei problemi sono le nozze gay, pensa un po'. A Giovenale non resta che piangere, ma non rinunciando nemmeno un po' alla citazione d'obbligo (i libri salveranno il mondo!), tratta dal libro molto bello di Pino Cacucci "Ribelli!"(Feltrinelli): "Nella realtà è sempre Golia a vincere. Ma non per questo Davide smetterà di guardarsi intorno, cercando una nuova pietra da scagliare".

Carlo Antonio Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018