Kant e i 50 chilometri orari

18 settembre 2012

18.09.2012 - 10:42

0

Ho la patente e guido l'automobile, ma ne farei a meno. Non perché aspiri all'auto blu che sfrecci con le luci blu a centonovanta dove il limite è centodieci né all'autista di casa come nel toccante "A spasso con Daisy" (1989) con gli strepitosi Jessica Tandy e Morgan Freeman, è solo che mi annoia guidare, passi sulle stradine tutte curve e alberate, ma l'autostrada è un incubo. Però, c'è sempre questa congiunzione toccasana a riportarci con i piedi sulla terra: se la velocità scriteriata è un male, l'eccesso di zelo è spesso e volentieri un flagello.
Ora, chi non s'incavola se trova per lunghi tratti di una qualsiasi strada extraurbana, affidato a una segnaletica scorbutica ma invadente, il limite dei 50 km/h? Utile nelle città, dove al contrario dovrebbe essere portato se mai a 40, ma chi controlla!, funesto in una via senza case che vi si affaccino, su rettifili sgombri e visibili, insomma dove dovrebbe essere consentita una velocità almeno di 60 orari. No, i 50 sono una crudeltà, un retaggio di anni nei quali le automobili erano dure e lente, poco scattanti, specie le utilitarie come la Seicento o la brutta ma buona 850 Fiat. (Sulla Fiat è meglio stendere un velo pietoso,o no?).
Il limite famigerato che tuttora impera - scopertamente resistente alla logica perché necessario sembra ai Comuni, anche su strade della Provincia, per far cassa (pur se non cash, perché le lungaggini, i ritardi, i contenziosi muovono solo un mucchio di carte e di polvere) - è uno dei tanti, troppi deliranti orpelli della stupidità. Oggi, perfino le automobili piccine piccine come trottoline, i 130 chilometri li raggiungono in un soffio; dunque i 50 sono una tortura e una stortura, prodotto del cervello burocratico e legislativo dell'uomo, inteso nei due sessi, ma le donne hanno meno responsabilità, sono i maschietti che sfornano leggi in quantità industriale per giustificare la propria sopravvivenza e quella della macchina senza benzina della pubblica amministrazione.
Oh! Come aveva ragione il filosofo della fredda Koenisberg, Immanuel Kant, nel suo dispiegare solenne del solido ed etico pessimismo. Nella tesi sesta di "Idea per una storia universale dal punto di vita cosmopolitico" (come Lina Wertmuller amava i titoli lunghi), Kant rileva che l'uomo è un animale e, se vive tra altri esseri della sua specie, ha bisogno di un padrone. E questo padrone è a sua volta un essere animale che ha bisogno di un padrone, che quando è capo supremo dev'essere giusto (mai accaduto nella storia cattiva maestra di vita) per se stesso e tuttavia essere uomo. La soluzione per una società giusta è quindi impossibile, perché "con un legno così storto com'è quello di cui è fatto l'uomo, non può venir costruito nulla di interamente dritto".
Ma vedi tu, inizi dai chilometri e finisci contro il guardrail del pensiero alto, a sbattere il muso e il mugugno su un gigante della mente cogitante. Consoliamoci che se siamo legni storti, c'è sempre qualcuno che lo di più. Come il maiale della fattoria orwelliana: siamo uguali ma qualcuno è più uguale. Seriamente, a quando il de profundis ai cinquanta chilometri all'ora?

Carlo Antonio Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

50 ambasciatori paralimpici per abbattere le barriere nello sport

50 ambasciatori paralimpici per abbattere le barriere nello sport

Milano (askanews) - Promuovere lo sport e la cultura dello sport tra i disabili. Con questa mission nascono gli ambasciatori paralimpici italiani, una squadra di 50 medagliati capitanati da Alex Zanardi che promuoverà l'attività sportiva per le persone con disabilità e ne farà conoscere le opportunità. Il tutto attraverso un vero e proprio viaggio nelle scuole, nei presidi sanitari e all'interno ...

 
Motori, la Ferrari Portofino: ultima "scoperta" di Maranello

Motori, la Ferrari Portofino: ultima "scoperta" di Maranello

Maranello (askanews) - La Ferrari "Portofino" è la nuova Gran Turismo prodotta dalla casa del cavallino rampante. Erede della "California T", questa 2+2 coupé/cabriolet con motore V8 da 600 cavalli, presentata ufficialmente al Salone dell'Auto di Francoforte, è la più potente convertibile a offrire, contemporaneamente, il tetto rigido retrattile, un baule capiente e una grande abitabilità, ...

 
La customer experience, nuova chiave di successo per le aziende

La customer experience, nuova chiave di successo per le aziende

Milano (askanews) - L'attenzione ai clienti come chiave di successo per le aziende. La parola d'ordine per il presente e il futuro è "customer experience". Di questo si parlerà al convegno intitolato appunto "Customer Experience 2020", organizzato a Milano il 12 ottobre da CMI Customer Management Insights per esplorare il futuro della relazione con il cliente. Ne abbiamo parlato con la direttrice ...

 
Giorgia Meloni e la caprese: ricetta in diretta, con politica

Giorgia Meloni e la caprese: ricetta in diretta, con politica

Roma, (askanews) - Come fare la caprese, fra riflessioni sul commercio, sulla grande distribuzione, prodotti italiani da difendere, Ue e governo: Giorgia Meloni ripresa negli studi di Un Giorno da Pecora su Rai Radio1 ha preparato in diretta radiofonica una delle sue ricette preferite.

 
Federico Angelucci tra i protagonisti di "Tale e quale show"

Talento folignate alla ribalta

Federico Angelucci tra i protagonisti di "Tale e quale show"

Dodici personaggi del mondo dello spettacolo che si sanno battaglia in performance apparentemente impossibili, imitando in tutto e per tutto i big della musica nazionale e ...

20.09.2017

Don Matteo, giorno sul set per Carlo Conti

Spoleto

Don Matteo, giorno sul set per Carlo Conti

Carlo Conti, popolare conduttore televisivo di Rai Uno, è arrivato nella tarda mattina di lunedì 18 settembre a Spoleto per partecipare a una giornata di riprese della ...

18.09.2017

Momento d'oro per J-Ax: dopo duo con Fedez torno a fare solista

IL VIDEO

Momento d'oro per J-Ax: dopo duo con Fedez torno a fare solista

Milano (askanews) - Molto più di un successo legato a un tormentone estivo. Per J-Ax è un momento d'oro, "Senza pagare", singolo tratto dall'album in coppia con Fedex ...

13.09.2017