L’Europa premia non solo Corciano

14 agosto 2012

14.08.2012 - 17:16

0

A Corciano, Comune attento, ordinato e attrezzato, il Consiglio ha riconosciuto nel 2000 il Diploma europeo, nel 2002 la Bandiera d'onore, la Targa d'onore nel 2006, e oggi il Prix de l'Europe. Uno dei motivi d'interesse per questa comunità umbra, credo che anche risieda, oltre che nella bontà dei progetti in favore dell'ambiente e degli aiuti umanitari, sanitari ed educativi in Malawi, Kosovo, Congo, Etiopia, Albania (ospedali, forni per il pane, riforestazione, partenariato scolastico, gestione dei rifiuti...), nei gemellaggi con comuni stranieri, attività che, nata nel 1997 con la Città di Pentling, RegioneBayern,Germania,è proseguita nel 2000 con Civrieux d'Azergues, Rhone-Alpes, Francia e nel 2009 con Libiaz, Malopolskie, Polonia.
Chi scrive pensa che l'esempio di Corciano, ottava città italiana a ricevere il Prix, la massima espressione di validità amministrativa riconosciuta dal Consiglio, vada seguito da altre realtà comunali dell'Umbria, specie da quelle insignite del fregio di Borghi più belli d'Italia. L'Europa è una cosa seria, non solo per quel che concerne l'eurozona: euro sì euro no; non solo per la crisi economica e finanziaria, contagiosa e immorale, che ci opprime; non solo per le incertezze sul futuro e sulla gracilità della condizione giovanile; l'Europa, il cui nome ha quattromila anni e più, e vuol dire forse "bene irrigata" non può - come si diceva una volta per le guerre di non lasciarle nelle mani dei generali - essere abbandonata alla lascivia dei potentati politico -finanziari, e alle beghe dei nazionalismi, pena la sua estinzione, quale entità multiculturale e multietnica, ma pure solida e in certo qual modo unitaria, anche se i peggiori massacri della storia negli ultimi quattro secoli si sono perpetrati dove scorrono il Don e il Po, il Reno e il Danubio, dove Dante e Leonardo, Goethe e Lutero, Cervantes e Shakespeare, e Galileo e Newton e Einstein qui vissero e inventarono il mondo moderno, che è fango e stelle come cantò il poeta umbro Sandro Penna. Ma Corciano è in Umbria, la terra impareggiabile di San Francesco, Patrono d'Italia e di San Benedetto, Patrono d'Europa. Non è un caso, tutto si tiene, anche se non è dimostrata, con la chiarezza e l'irredimibilità di un'equazione, la circolarità della storia e dei destini. Dunque il premio europeo dato a Corciano, Comune esemplare, è un premio dato all'Umbria. Non ci piove. Come non piove da troppo, e i campi si sono fatti screpolati come i "Cretti" di Alberto Burri. Non so che cosa intendessi, ma ormai l'ho scritto. E scripta manent. O no?

Carlo Antonio Ponti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018