michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

Una vita da badante

13.10.2017 - 17:34

0

"Non vedo mio figlio, invalido, e le sue due sorelle da 11 anni: nel 2006 ho lasciato il mio paese, la Georgia, in cerca di un lavoro. Per 7 anni sono rimasta in Grecia, in Italia sono arrivata nel 2013 e sono ancora in attesa del permesso di soggiorno. Tutti i soldi che guadagno come badante, 800 euro al mese, li mando a casa. E non ho idea di quando tutto questo potrà finire”. Ha il cuore gonfio Ana Kitiashvili che si occupa stabilmente di un anziano a Noci, Bari. Per lei, a 63 anni, non c’è solo il dolore profondo per una separazione dai suoi così lunga: in agguato c’è anche il rischio della depressione che colpisce, nel nostro Paese, decine di badanti immigrate dall’Est, oltre che dalla Georgia, dalla Romania, dalla Polonia, dall’Ucraina. Donne che finiscono per fare i bancomat dei familiari distanti: sono loro l’unica fonte di reddito. Stessa sorte per le baby sitter straniere: si occupano dei figli degli altri mentre i loro sono lontani. Hanno un solo contatto con la famiglia, la sera, via Skype. La sindrome che colpisce queste donne immigrate è venuta alla ribalta nei mesi scorsi quando alcune di loro, sopraffatte dalla disperazione, si sono tolte la vita: una a Frigento, vicino ad Avellino, un’altra a Ariano Irpino, una terza ad Agerola, periferia di Napoli. Drammi individuali che non fanno notizia in un’Italia concentrata, non senza ragione, sugli sbarchi dei migranti considerati come un’emergenza troppo a lungo subìta. Ana per fortuna non si trova in uno stato di prostrazione così profonda, reagisce, anche se non riesce a riannodare i fili della sua esistenza: “dopo che mio marito è morto, 12 anni fa, nessuno dei miei figli è riuscito a trovare lavoro, né Caterina che oggi ha 44 anni, né Maya che ne ha 36 ed è madre di due ragazzini, il marito disoccupato pure lui, tanto meno Alexandre, 43 anni, invalido per i postumi cronici della poliomielite che ha avuto da bambino. Lasciarli è stata una scelta dolorosa ma obbligata. In Grecia non ho fatto in tempo a ottenere i documenti anche se ho tirato fuori 4mila euro: nel frattempo era arrivata la crisi. Speravo che in Italia i tempi fossero più brevi, invece, dopo 4 anni, non ho ancora avuto il permesso di soggiorno: in Puglia faccio la badante di un anziano di 93 anni che vive da solo ed è bisognoso di ogni tipo di assistenza, costretto com’è a muoversi con il girello. Non mi lamento, anche se, ogni volta che ho un problema di salute, un’influenza o la pressione alta, devo pagarmi dottori e medicine: la settimana scorsa una visita dal ginecologo mi è costata 120 euro. Il mio problema più grande è la famiglia lontana. La sera, parlare con i miei figli al telefonino, vedere i miei nipoti soltanto sullo schermo, è una gioia ma anche una sofferenza: ‘quando torni?’ mi chiedono tutti i giorni. Mi mancano: non è giusto vivere separati per così tanto tempo. Ma i miei figli in Georgia non hanno un lavoro, tocca a me faticare per tutti, fino a quando avrò la forza. Anche se il mio desiderio, quello che sento sempre dentro di me, è di tornare nel mio Paese, dalla mia famiglia”. Intanto, altre badanti reagiscono allo stress organizzandosi: “a loro serve una vita migliore qui, devono essere considerate donne, non macchine” dice Tatiana Nogailic di AssoMoldave, “potrebbero essere loro le figure fondamentali su cui puntare per il contatto tra mondi e culture diverse, per quel minimo di integrazione di cui c’è tanto bisogno”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Il rapper italiano Ghali, che sta scalando le classifiche delle hit più ascoltate e che vanta decine di milioni di visualizzazioni su Youtube, è stato scelto dal leader dell'intrattenimento digitale Ubisoft per rendere omaggio all'ultimo capitolo della saga di "Assassin's Creed" (Assassin's Creed Origins), il videogioco da 110 milioni di copie, in uscita il 27 ottobre. Ghali veste i panni del ...

 
Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
Concerto dai balconi di piazza del Mercato

Tanta gente in centro

Concerto dai balconi di piazza del Mercato

A Terni, fino alla tarda serata di sabato 21 ottobre, si è svolta con grande successo, in piazza del Mercato, l’iniziativa "Concerto dai balconi", organizzata ...

21.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017