michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

La ragazza col turbante

10.07.2017 - 18:48

0

“Le prime a dirmi che volevano i turbanti coloratissimi come quelli che indossavo durante la chemio, due anni fa, sono state le ragazze dell’Oncologico di Bari. Oggi ho un negozio on line, vendo turbanti in mezzo mondo”. Carmela Palermo, 39 anni, vive a Bitonto: “la mia è una storia di rinascita e, mi auguro, di esempio per le donne che affrontano i momenti drammatici che ho passato io, quelli che ti tolgono progetti e femminilità”. Nel 2015 le è stato diagnosticato un carcinoma mammario: inoperabile al momento, ha dovuto fare 18 cicli di chemio, più un anno di mantenimento. Con il fratello gestiva un ristorante: “causa di tanto stress. La mia piramide, allora, era completamente capovolta, lavoravo fino a notte, prima di tutti venivano i clienti, poi la mia famiglia, se avanzava un po’ di tempo pensavo a me”. La diagnosi nefasta ha cambiato tutto: “le prime settimane sono state tremende, pensavo di non avere più tempo, che era finito tutto, non facevo più progetti, mettevo a posto le cose in sospeso. La speranza me l’hanno restituita gli oncologi in ospedale: macché finita, mi dicevano, è un anno della tua vita, una parentesi . Anche il mio compagno è stato straordinario: faceva il calciatore, serie minori, ha abbandonato tutto e non mi ha più lasciato sola. Come i miei genitori del resto: il male si nutre del male, con l’affetto, la forza, il coraggio attorno a me, circondata solo da gente positiva è stato diverso. Con la chemio e con l’amore ho ottenuto la remissione completa della malattia: dopo 12 settimane di trattamento e la mastectomia totale del seno sinistro, il tumore all’inizio molto esteso è scomparso. Ce l’avevo fatta, i medici si complimentavano con me, io non finivo di ringraziarli, ero una speranza per le altre pazienti”. E i turbanti? “Una storia che mi è caduta addosso. Nei corridoi dell’ospedale mi avevano subito soprannominata ‘la ragazza con i turbanti’: tutti i giorni, durante la chemio, indossavo foulard bellissimi. Non voglio sembrare un mostro, mi ero detta. E così mi sono reinventata: tessuti coloratissimi, rainbow, pieni di volume, quei turbanti li sfoggiavo, non li indossavo e basta. Ero cambiata. Mi vedevo nuovamente bella, di una bellezza diversa, fatta di serenità, disponibilità. ‘Dove li compri?’ mi chiedevano. Ho cominciato a darne in giro qualcuno: so cucire, i miei avevano una piccola azienda tessile. ‘Fammelo più grande, restringilo, me lo cuci così?’ era un continuo. D’estate la voce si è sparsa in tutta Bitonto, le ragazze venivano a trovarmi chiedendo del turbante per moda, non per necessità. Per star dietro alle richieste ho cominciato a farmi aiutare, al ristorante non sono più andata. Ho fatto ricerche, desideravo i tessuti più belli, i wax africani, cotoni speciali, ho viaggiato per comprarli.
Presto sono passata alla ciniglia, alle sete pregiate: a commissionarmi i turbanti erano ormai pure le boutique. La mia vita si popolava intanto di altra gente meravigliosa: con Dominga, una make up artist con un sito per pazienti oncologici, una che trucca e aiuta con il look le donne ricoverate in ospedale, abbiamo aperto un negozio on line, vendiamo i turbanti in tutto il mondo, a New York, in Australia, a Berlino. Abbiamo avviato una collaborazione con una boutique di Parigi. Un consiglio? Meglio gold per le serate, di cotone per il mare, ciniglia per l’inverno, oro e pizzo bianco per la sposa. Tutti turbanti speciali, con una storia dentro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018