michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

La ragazza col turbante

10.07.2017 - 18:48

0

“Le prime a dirmi che volevano i turbanti coloratissimi come quelli che indossavo durante la chemio, due anni fa, sono state le ragazze dell’Oncologico di Bari. Oggi ho un negozio on line, vendo turbanti in mezzo mondo”. Carmela Palermo, 39 anni, vive a Bitonto: “la mia è una storia di rinascita e, mi auguro, di esempio per le donne che affrontano i momenti drammatici che ho passato io, quelli che ti tolgono progetti e femminilità”. Nel 2015 le è stato diagnosticato un carcinoma mammario: inoperabile al momento, ha dovuto fare 18 cicli di chemio, più un anno di mantenimento. Con il fratello gestiva un ristorante: “causa di tanto stress. La mia piramide, allora, era completamente capovolta, lavoravo fino a notte, prima di tutti venivano i clienti, poi la mia famiglia, se avanzava un po’ di tempo pensavo a me”. La diagnosi nefasta ha cambiato tutto: “le prime settimane sono state tremende, pensavo di non avere più tempo, che era finito tutto, non facevo più progetti, mettevo a posto le cose in sospeso. La speranza me l’hanno restituita gli oncologi in ospedale: macché finita, mi dicevano, è un anno della tua vita, una parentesi . Anche il mio compagno è stato straordinario: faceva il calciatore, serie minori, ha abbandonato tutto e non mi ha più lasciato sola. Come i miei genitori del resto: il male si nutre del male, con l’affetto, la forza, il coraggio attorno a me, circondata solo da gente positiva è stato diverso. Con la chemio e con l’amore ho ottenuto la remissione completa della malattia: dopo 12 settimane di trattamento e la mastectomia totale del seno sinistro, il tumore all’inizio molto esteso è scomparso. Ce l’avevo fatta, i medici si complimentavano con me, io non finivo di ringraziarli, ero una speranza per le altre pazienti”. E i turbanti? “Una storia che mi è caduta addosso. Nei corridoi dell’ospedale mi avevano subito soprannominata ‘la ragazza con i turbanti’: tutti i giorni, durante la chemio, indossavo foulard bellissimi. Non voglio sembrare un mostro, mi ero detta. E così mi sono reinventata: tessuti coloratissimi, rainbow, pieni di volume, quei turbanti li sfoggiavo, non li indossavo e basta. Ero cambiata. Mi vedevo nuovamente bella, di una bellezza diversa, fatta di serenità, disponibilità. ‘Dove li compri?’ mi chiedevano. Ho cominciato a darne in giro qualcuno: so cucire, i miei avevano una piccola azienda tessile. ‘Fammelo più grande, restringilo, me lo cuci così?’ era un continuo. D’estate la voce si è sparsa in tutta Bitonto, le ragazze venivano a trovarmi chiedendo del turbante per moda, non per necessità. Per star dietro alle richieste ho cominciato a farmi aiutare, al ristorante non sono più andata. Ho fatto ricerche, desideravo i tessuti più belli, i wax africani, cotoni speciali, ho viaggiato per comprarli.
Presto sono passata alla ciniglia, alle sete pregiate: a commissionarmi i turbanti erano ormai pure le boutique. La mia vita si popolava intanto di altra gente meravigliosa: con Dominga, una make up artist con un sito per pazienti oncologici, una che trucca e aiuta con il look le donne ricoverate in ospedale, abbiamo aperto un negozio on line, vendiamo i turbanti in tutto il mondo, a New York, in Australia, a Berlino. Abbiamo avviato una collaborazione con una boutique di Parigi. Un consiglio? Meglio gold per le serate, di cotone per il mare, ciniglia per l’inverno, oro e pizzo bianco per la sposa. Tutti turbanti speciali, con una storia dentro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ratko Mladic condannato all'ergastolo dal tribunale dell'Aia

Ratko Mladic condannato all'ergastolo dal tribunale dell'Aia

L'Aia (askanews) - Il Tribunale penale internazionale dell'Aia ha condannato in primo grado all'ergastolo Ratko Mladic, l'ex capo militare serbo bosniaco soprannominato il "Macellaio dei Balcani". Mladic è stato riconosciuto colpevole di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità per il conflitto in Bosnia del 1992-1995. Prima della lettura della sentenza, l'ex capo militare dei ...

 
L'idolo millennial Beatrice Vendramin si racconta in un libro

L'idolo millennial Beatrice Vendramin si racconta in un libro

Milano (askanews) - La bella e grintosa Beatrice Vendramin non ha ancora 18 anni ma è già una star. Idolo dei Millennials con oltre 700mila follower su Instagram, è stata Emma la protagonista della serie Disney Alex&Co e ora ha deciso di rendere pubblico il suo diario trasformandolo in un libro "I piedi per terra, la testa nel cielo". "Ho voluto raccontare semplicemente quello che ho fatto fino ...

 
Renzi: spero che Berlusconi sia candidabile, vorrei sfidare lui

Renzi: spero che Berlusconi sia candidabile, vorrei sfidare lui

Roma, (askanews) - "Mi piacerebbe sfidare Berlusconi, spero venga messo nelle condizioni di fare la campagna elettorale". Così il segretario del Pd Matteo Renzi, parlando in treno con i giornalisti. "Ora siamo nella fase della costruzione delle coalizioni. Da qui alle prossime settimane si dovranno chiudere le squadre che giocano la partita e io sono, come tutti noi a parte Giachetti, molto grati ...

 
Ritrovati a Berlino un centinaio di effetti personali di Lennon

Ritrovati a Berlino un centinaio di effetti personali di Lennon

Berlino, (askanews) - Diari, portasigarette, lettere e occhiali sono alcuni dei numerosi oggetti appartenenti a John Lennon, circa un centinaio, che sono stati ritrovati a Berlino, dopo essere stati rubati, presumibilmente, dall'autista di Yoko Ono nel 2006. Il sospettato ha anche scontato due mesi in carcere nel 2007 negli Stati Uniti per aver tentato di ricattare la vedova di Lennon. "Stiamo ...

 
Melissa e Cyrille, musica al femminile

Jazz Club Perugia

Melissa e Cyrille, musica al femminile

Melissa Aldana e Cyrille Aimée saranno concerti al femminile al Jazz Club Perugia. La sassofonista cilena, con il suo quartetto, suonerà nella Sala Raffaello dell’hotel ...

21.11.2017

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

Spoleto

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

E’ gia atmosfera natalizia a Spoleto grazie a Don Matteo. Tra luminarie, giochi di luce e una grande slitta che ha fatto capolino lunedì 20 novembre in corso Garibaldi dove ...

20.11.2017