michele cucuzza bianco e nero

Migranti, la lezione dell'arcivescovo

05.05.2017 - 21:28

0

"Il fenomeno migratorio non è un'emergenza passeggera: continuerà a lungo. Sarebbe necessaria una politica mondiale, non solo dell'Europa, che fino ad oggi invece non c'è stata.
Soccorrere i migranti nel Mediterraneo è un dovere, ma occorrono anche corridoi umanitari in Africa: mi auguro che il G7 di Taormina sappia dare le risposte necessarie e impostare gli interventi efficaci. Non si può andare avanti con slogan che servono soltanto ad accontentare l'opinione pubblica”.
Monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, all'attivo missioni in Tanzania, un centro di accoglienza per minori nella sua diocesi siciliana “senza ricevere un euro dallo stato”, non usa mezzi termini, dopo giorni di polemiche aspre sui sospetti avanzati dalla procura di Catania su presunte intese clandestine tra scafisti e organizzazioni umanitarie private (le Ong) che imbarcano i profughi abbandonati sui gommoni al largo della Libia.
A proposito delle ultime scintille tra i politici, Mons. Pennisi riecheggia le posizioni della Conferenza episcopale italiana che ha subito parlato di “atto ipocrita e vergognoso nei confronti di chi salva vite umane” visto che partiti e istituzioni hanno lasciato sole le organizzazioni non governative a soccorrere i naufraghi, senza nemmeno una struttura promossa e gestita da enti statali o dell'Unione europea.
“Non voglio entrare” chiarisce l'arcivescovo “nello scambio di accuse tra politici che potrebbero strumentalizzare questo problema a fini elettorali, dico che è giusto che la magistratura vigili e acquisisca conoscenze sulla situazione nel Mediterraneo, ma - senza fatti certi - è ingiusto mettere nel calderone tutte le Ong. Se qualcuna traffica con gli scafisti bisogna denunciarla, ma senza sparare nel mucchio: ai sospetti devono seguire prove sicure. Chi salva vite va ringraziato e valorizzato. Parliamo piuttosto dei governi, dell'Unione europea, dell'Onu, che continuano a non assumersi le loro responsabilità: dopo aver causato la disgregazione e la crisi in Libia, una volta abbattuto Gheddafi, hanno lasciato sole le organizzazioni non governative a occuparsi di profughi. In Africa si dovrebbe prima di tutto migliorare le condizioni di vita delle popolazioni. Conosco qualcuno che lo fa, ancora una volta sono le Ong, non le istituzioni pubbliche. E adesso? Si vuole scaricare sui volontari, facendo di ogni erba un fascio, responsabilità che sono dei governi europei e delle Nazioni Unite: non si capisce ad esempio perché parecchi paesi dell'UE possano rifiutarsi di accogliere i migranti, nonostante Bruxelles glielo abbia imposto”.
Ecco, l'accoglienza, il vero problema all'origine delle polemiche di oggi. L'opinione pubblica è stanca, i migranti sono troppi, lamenta, i partiti - chi più chi meno - non possono non adeguarsi: ‘non si può negare che l'allarme ci sia. Come pure il tentativo di strumentalizzarlo a fini politici. L'accoglienza va organizzata, gestita con intelligenza e senso di responsabilità, i migranti vanno controllati. Si può fare: il piccolo Libano è un esempio. Anche la Tanzania, a me particolarmente cara, è un paese di accoglienza. Da noi i migranti troppo spesso sono abbandonati alle strutture caritative, laiche e cattoliche, che se ne occupano cercando per quanto possibile di integrarli. Non dimentichiamo però che c'è anche chi fa affari sulle miserie altrui. Basti pensare al CARA di Mineo dove, con una serie di complicità, si era infiltrata 'Mafia capitale'.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Roma (askanews) - E' attrice, sceneggiatrice, produttrice, doppiatrice e ora è la quinta donna candidata all'Oscar come regista. Greta Gerwig 34 anni, di Sacramento, è la nuova stella del cinema americano: il suo primo film, "Ladybird", che arriverà nei cinema italiani il primo marzo, è candidato all'Oscar anche come miglior film, miglior sceneggiatura originale, e per le interpreti, la ...

 
Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Johannesburg, (askanews) - Hugh Masekela, trombettista, cantante e leggenda del jazz sudafricano, è morto a 78 anni: lo ha annunciato la sua famiglia, scatenando un'ondata di tributi alla sua musica, alla sua lunga carriera e al suo attivismo anti-apartheid. "Dopo una lunga e coraggiosa battaglia contro il cancro alla prostata, è morto pacificamente a Johannesburg, in Sudafrica", ha annunciato la ...

 
Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Houston (askanews) - Passeggiata spaziale di oltre 5 ore sulla Stazione spaziale internazionale per riparare il braccio robotico canadese Canadarm 2 che consente, tra le altre cose, di catturare le navette cargo in arrivo e agganciarle alla base orbitante. I due astronauti della Nasa, Mark Vande Hei e Scott Tingle sono rimasti fuori dalla Iss dalle 7.30 alle 12.49 (ora italiana) per sostituire ...

 
Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Los Angeles, (askanews) - Guillermo Del Toro fa il pieno di nomination, ben tredici, nella corsa agli Oscar. Il film del regista messicano "Shape of Water - La forma dell'acqua", già vincitore di due Golden Globe per la musica e la regia, per una sola candidatura non raggiunge il record di "La La Land", "Titanic" ed "Eva contro Eva" con 14 nomination. Otto nomination vanno a "Dunkirk" di ...

 
Nomadi al di là del tempo

Palaevangelisti

Nomadi al di là del tempo

Dallo scorso 9 gennaio è in rotazione nelle radio il nuovo singolo dei Nomadi “Ti porto a vivere” dal nuovo album “Nomadi dentro”, nuova produzione di una delle band più ...

23.01.2018

Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018