Sofferenza non è contrario di amore!

Sofferenza non è contrario di amore!

01.04.2014 - 11:11

0
Quante volte imploriamo Dio di toglierci le sofferenze? Quanto ci prodighiamo perché, questa compagna del cammino umano, sia allontanata ed esclusa dalle cose utili? Molte volte, quando viviamo situazioni contrarie ai nostri desideri o vengono limitate le nostre aspirazioni, o peggio, siamo in preda a dolori e sofferenze di sorta, ci riteniamo sfortunati o vittime di coincidenze negative che si abbattono su di noi. Tante volte ho pensato che quel che viene definita una "coincidenza", in realtà sia una vera e propria "Dioincidenza", cioè un'azione di Dio che incide nella nostra vita per il nostro bene, anche se non siamo capaci di riconoscerlo. Gli appuntamenti permessi da Dio per parlare alle creature sono molteplici e la sofferenza, per quanto dolorosa sia, resta un canale privilegiato per incontrare l'amore, che è Cristo stesso. Si, proprio l'amore, quello autentico e gratuito, capace di fare giustizia alle potenzialità creaturali della persona, che si esprime troppo spesso solo nel limite di ciò che porta contraccambio, forse perché mosso da interessi, oppure stretto da soli legami di parentela. L'uomo può volare molto più in alto quando si apre alla gratuità del dono di sé nell'amore e la scuola più efficace, per imparare, resta la sofferenza. Quanti cuori trasformati in bene, solo dopo aver provato direttamente cosa voglia dire soffrire. Gesù Crocifisso, per molti, è stata la massima esperienza della sofferenza per un uomo, vista la portata di chi era ad esservi appeso; per altri, invece, è la massima espressione d'amore che si possa incontrare, visto chi è colui che ha accettato tale supplizio per la salvezza dell'Umanità. Entrambe le sensibilità, però, sono di valore unico solo se associate a Gesù che, da divino nella gloria eterna, fattosi uomo, si è lasciato inchiodare, determinando così il significato che Lui ha voluto dare a tale strazio. Sofferenza e amore coincidono in Gesù Crocifisso e la stessa cosa viene vissuta da chi, per grazia, vuole uniformarsi a Lui. Sofferenza non è contrario di amore! Esaltiamo la croce nel cuore, offriamo ogni sofferenza e gustiamo in quale modo e in quanto tempo Dio vorrà che questa si trasformi in esperienza d'amore. Questo potrebbe condurre verso un primo passo che potrebbe determinare un cambiamento di vita, cioè, decidere liberamente come stare al mondo. La forza che deriverà dal Crocifisso e la Luce che inonderà il pensare personale e tutto il proprio essere, sarà determinato dalla volontà di Dio stesso, certo, ma a noi tocca di decidere se e quanto vogliamo abbandonarci, con fiduciosa attesa nelle Sue mani, gustando quella salvezza che è stata promessa, in un cammino di redenzione. Mentre si soffre si cresce, quando si soffre si impara ad amare. Ogni cosa associata al Crocifisso, nel dolore o nella morte, è destinata a risorgere a vita nuova. Abbiamo urgente bisogno di Luce per rischiarare un cammino che si sta facendo sempre più irto e tortuoso. Gesù, il vivente, ci accompagni verso una vera Pasqua di rinascita, nella novità di vita, magari impoverita, o ancor di più, liberata dagli egoismi e dai protagonismi distruttivi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gentile (Rfi): gelicidio imprevedibile, complicata prevenzione

Gentile (Rfi): gelicidio imprevedibile, complicata prevenzione

Bologna (askanews) - Il fenomeno del gelicidio che ha provocato ritardi sulla rete ferroviaria è un "fenomeno che si presenta in modo istantaneo" quindi "improvvisamente" ed è perciò "complicato" prevenire. Lo ha detto Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi). "Le situazioni più critiche permangono tra la Liguria, il Piemonte e un po' ...

 
Le mascotte per Tokyo 2020 scelte dai bambini giapponesi

Le mascotte per Tokyo 2020 scelte dai bambini giapponesi

Tokyo, (askanews) - Sono iniziate nelle scuole elementari del Giappone le votazioni per scegliere le mascotte per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Fino al 22 febbraio 2018 i bambini di ogni scuola giapponese - nel paese come all'estero - potranno scegliere la mascotte preferita. Il vincitore sarà annunciato il 28 febbraio. Dall'orsetto lavatore al supereroe, gli organizzatori dei Giochi di Tokyo hanno ...

 
Letteratura al tempo del Web: O'Hagan testimone e scrittore

Letteratura al tempo del Web: O'Hagan testimone e scrittore

Milano (askanews) - Chi siamo noi: se lo chiede la filosofia da secoli, se lo chiedeva Paolo Conte e continuiamo a chiedercelo anche noi. A volte, nel sostanziale deserto di risposte, arrivano dai barlumi, imprevisti, di chiarezza. Succede, per esempio, con uno dei libri più interessanti usciti negli ultimi mesi: "La vita segreta" di Andrew O'Hagan, "tre storie vere dell'era digitale", recita il ...

 
E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017

Tornano i dinosauri di Jurassic World

La saga

Tornano i dinosauri di Jurassic World

Nel 2018 torneranno i dinosauri di Jurassic World. Il nuovo capitolo della saga multimilionaria iniziata nel 1993 avrà come sottotitolo The Fallen Kingdom, il Regno caduto. ...

08.12.2017