Scherza nella vita, ma non con la vita

Scherza nella vita, ma non con la vita

04.03.2014 - 15:45

0
Finisce il carnevale ed inizia la Quaresima, ci si prenota per delle feste in maschera, ma poco si chiede a che orasi ricevono le ceneri nelle Chiese, il mercoledì successivo al martedì grasso. Certo, diverte di più pensare di andare ad una festa, piuttosto che ricevere delle ceneri sul capo, a memoria dell'essere stati tratti dalla polvere e che polvere torneremo ad essere. Processo, questo, che riguardò e riguarderà il corpo, non certo l'anima destinata alla vita eterna ed alla piena comunione con Dio. Allora sì che si farà festa, festa vera e senza maschere! Non voglio demonizzare la simpatica tradizione del carnevale, ma neanche omettere di ricordare che una cosa è scherzare nella vita ed un'altra è scherzare con la vita.
Chi nella vita è capace di sorridere e di far sorridere gli altri, magari alleggerendo pesanti fardelli con il buon umore e ispirando a saper relativizzare i drammi, in vista di una speranza nuova, è sicuramente apprezzabile e benvenuto e ci fa inneggiare alla sana comicità. Mi preoccupa, invece, chi lascia passare l'esistenza come occasionale e, non curante del destino finale, si prodiga nel mettere se stesso e nel coinvolgere altri nella superficialità totale dell'essere, facendo progredire ottusità e irresponsabilità a tutto campo, preoccupandosi solo di cosa mangerà e berrà e di cosa indosserà per sembrare più bello agli occhi degli altri.
Chi si preoccupa solo di questo, infatti, attiva meccanismi egoistici eviolenti, perché anche se inconsapevolmente, è solo alla ricerca di procurare denaro da spendere, purtroppo senza badare a come passa sulla testa degli altri e mettendo persino a rischio l'anima. Certo, qualora non si dovesse credere che l'uomo viene da Dio, vive per Lui e a Lui è destinato, il discorso dell'anima nontiene, ma intanto abbiamo già l'esperienza conclamata che ad occuparsi solo delle cose della materia, l'uomo finisce per diventare schiavo di mammona e fa danni su danni all'umanità, a se stesso e a tutta la natura che lo circonda. O c'è qualcuno che può non ammettere che a pensare solo a cosa mangiare si è finiti per permetterlo solo ad un quarto del Pianeta, mentre gli altri tre quarti patisce, guardacaso, proprio la fame? Siccome non si può escludere che Dio, invece, esista davvero, io all'anima ci penserei seriamente e approfitterei di un tempo di conversione, quale quello della Quaresima, per cambiare rotta di comportamenti e di finalità. Chissà che non si arrivi a far vivere una Pasqua di resurrezione per tutti, cominciando da chi è relegato nel dolore e nella sofferenza dall'egoismo dei cosiddetti potenti di questa Terra! Si può cominciare anche dalle ceneri del mercoledì dopo il martedì grasso, certo occorre chiedere a che ora vengono impartite nelle Chiese e poi necessitano nuovi modi d'interpretare la vita, con la quale è meglio non scherzare più, ormai per ovvi motivi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Trento (askanews) - A cento anni di distanza, la Grande Guerra è per molti giovani solo un capitolo da leggere, magari da studiare, nei manuali di Storia. Nel piccolissimo borgo di Ossana nella val di Sole, invece, il sacrificio dei soldati sui due fronti di quella guerra devastante è ancora oggi ricordato e vissuto come un patrimonio della comunità. E qui è stato quindi deciso, con una insolita ...

 
Cultura

l mondo di Don Camillo e Peppone in una mostra che celebra Guareschi

Fino al 15 luglio a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, la mostra ‘Don Camillo, Peppone e il crocifisso che parla’ è dedicata all’opera di Giovannino Guareschi. In concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa dello scrittore, 70 scatti di Osvaldo Civirani raccontano la preparazione delle scene, i momenti di riposo e di lavoro prima del ciak. Un racconto nel racconto, che ...

 
Altro

Ecco come si tagliano i capelli nello spazio

Come ci si tagliano i capelli in orbita? Ce lo mostra l'agenzia spaziale russa Roskosmos che ha pubblicato sul suo sito web un video nel quale si vede il cosmonauta russo Anton Shkaplerov con una macchina speciale che taglia i capelli al suo collega Alexander Misurkin. Gli astronauti usano una macchina speciale, dotata di un tubo aspirapolvere che non fa disperdere i capelli tagliati a gravità ...

 
Libri, L'Ultima: vera storia dell'Ultima Spiaggia di Capalbio

Libri, L'Ultima: vera storia dell'Ultima Spiaggia di Capalbio

Roma, (askanews) - L'Ultima Spiaggia di Capalbio, uno degli stabilimenti balneari più conosciuti d'Italia, celebra lo storico traguardo dei 30 anni di attività con una raccolta di storie, aneddoti e contributi segnalati o scritti per l'occasione dai clienti. Foto, biglietti, cartoline, ricordi ma anche poesie per una realtà imprenditoriale di successo che non è mai stata soltanto uno stabilimento ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018