Altre vittime del tutto e subito

Altre vittime del tutto e subito

18.02.2014 - 10:23

0
Come la terra cerca l’acqua, come il fiore cerca la luce e tante cose cercano altro necessario, così, mi sembra di capire, siamo alla ricerca di silenzio, di spazio, di tempo. Emerge, nel nascondimento, un bisogno di minimale, in contrapposizione al tanto, allo sfarzo, all’esagerato. Da troppo tempo ci si ubriaca di cose eccezionali, si corre dietro alla spettacolarizzazione e all'effetto speciale. Fatto è che il bisogno di essenziale resta timido, non urla, non pretende ma mette radici sempre più profonde e si prepara a rompere l'asfalto che lo sovrasta. Se, perlomeno se ne sapesse riconoscere il linguaggio e se ne accettassero i presupposti che lo alimentano e gli si desse occasione con un po' di umiltà, quel bisogno di essenziale e di minimale riordinerebbe tante cose. Quanta folla nelle nostre menti, invece! Quella ricerca di silenzio, di spazio e di tempo, schiuderebbe tappi, lancerebbe ad alte quote, ma senza frenesie e imprudenze, perché il volo alto avverrebbe in profondità e non in superfice. Assecondare quella ricerca ci orienterebbe su nuovi percorsi, nei quali la spericolatezza lascerebbe il posto alla prudenza e la velocità sarebbe controllata e a misura d'uomo. Risultati positivi e superiori, rispetto a quelli previsti, sarebbero inanellati, mentre i confronti pacifici nutrirebbero in abbondanza le programmazioni e le larghe intese, accontentando moltitudini, democraticamente e senza compromessi. Invece, si continua a volare basso in senso negativo, nel monocromatico e nell'ostentazione, nella falsità e nella non chiarezza, perché ancora una volta ha trovato posto il rumore, il "tutto e il subito", e sono state mietute vittime. L'arroganza e la presunzione ne mieteranno ancora, cominciando da chi ha sferrato il colpo, soggiogato dalla superbia. Sì, sono metafore che alludono al mondo di tutti i giorni! Chissà se, per analogia, qualcuno in più riconoscerà le attività del proprio cervello e si rimetterà a pensare, immergendocisi però, anche se solo ogni tanto. La frenesia e la voglia di potere subito, hanno partorito le nozioni delle cose, travolgendo i tempi fisiologici che trasformano in cultura, e in più, stanno segando o addirittura negando l'importanza dell'assoluta preparazione, che richiede tempo. Sì, tempo e silenzio sono necessari per interiorizzare e, senza lo spazio adeguato, quel bisogno viene castrato e con dolore, lasciando mutilazioni di sorta. Purtroppo ci si scontra continuamente con chi di essenziale non respira nulla, in un tempo agitato e in uno spazio rumoroso. Se però puntassimo i piedi sui valori, allora la sofferenza dell'uomo d'oggi procurerebbe nuovamente arte! Comunque irromperà l'alba nuova! Arriveranno giorni in cui avremo ancora "acqua potabile e aria pulita". Maturerà chi dischiuderà "lucchetti di fango e paglia" e crolleranno i castelli di sabbia, sotto l'onda dell'oceano di pace. Intanto sopportiamo pazientemente chi non riesce a non giocare con le vite degli altri, ma evitiamo di rimettergli il pallino in mano. Che dramma, avere bisogno di silenzio e confrontarsi sempre con il rumore! 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Trento (askanews) - A cento anni di distanza, la Grande Guerra è per molti giovani solo un capitolo da leggere, magari da studiare, nei manuali di Storia. Nel piccolissimo borgo di Ossana nella val di Sole, invece, il sacrificio dei soldati sui due fronti di quella guerra devastante è ancora oggi ricordato e vissuto come un patrimonio della comunità. E qui è stato quindi deciso, con una insolita ...

 
Cultura

l mondo di Don Camillo e Peppone in una mostra che celebra Guareschi

Fino al 15 luglio a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, la mostra ‘Don Camillo, Peppone e il crocifisso che parla’ è dedicata all’opera di Giovannino Guareschi. In concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa dello scrittore, 70 scatti di Osvaldo Civirani raccontano la preparazione delle scene, i momenti di riposo e di lavoro prima del ciak. Un racconto nel racconto, che ...

 
Altro

Ecco come si tagliano i capelli nello spazio

Come ci si tagliano i capelli in orbita? Ce lo mostra l'agenzia spaziale russa Roskosmos che ha pubblicato sul suo sito web un video nel quale si vede il cosmonauta russo Anton Shkaplerov con una macchina speciale che taglia i capelli al suo collega Alexander Misurkin. Gli astronauti usano una macchina speciale, dotata di un tubo aspirapolvere che non fa disperdere i capelli tagliati a gravità ...

 
Libri, L'Ultima: vera storia dell'Ultima Spiaggia di Capalbio

Libri, L'Ultima: vera storia dell'Ultima Spiaggia di Capalbio

Roma, (askanews) - L'Ultima Spiaggia di Capalbio, uno degli stabilimenti balneari più conosciuti d'Italia, celebra lo storico traguardo dei 30 anni di attività con una raccolta di storie, aneddoti e contributi segnalati o scritti per l'occasione dai clienti. Foto, biglietti, cartoline, ricordi ma anche poesie per una realtà imprenditoriale di successo che non è mai stata soltanto uno stabilimento ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018