A te, nella giornata del malato

A te, nella giornata del malato

11.02.2014 - 09:14

0
A te che soffri per una malattia nel corpo, nello spirito o nella psiche; a te che hai perso la speranza di guarire e a te che ancora la nutri con forza; a te che, ogni giorno, ti alzi augurando a qualcuno di guarire o che ti prodighi volontariamente o professionalmente, perché a qualcuno venga alleviata la sofferenza e il dolore provocati da qualche malattia; a te che studi o lavori per curare le malattie; a te che resti nei confessionali per elargire il perdono di Dio o che apri un consultorio per dare inizio a delle relazioni di aiuto; a teche aspetti un compenso per l'assistenza svolta questa notte a chi era solo o soffriva in casa o in una corsia d'ospedale e a te che invece, la notte, l'hai appena passata in bianco, per restare vicino a chi è malato e lo fai, perché doni il tuo tempo agli altri, senza utili; a te che hai appena finito di fare colazione con il ricordo negli occhi dello sguardo addolorato di un bambino o di un anziano e a te che hai appena ricevuto la notizia di essere stato colpito da una malattia; a te che stai programmando un viaggio in terre lontane, per raggiungere posti di assistenza medica o umanitaria e a te che stai già in viaggio per lo stesso motivo o ne sei appena tornato; a te, che fai finta di essere consolato, perché apprezzi chi ha provato ad incoraggiarti, ma anche a te che, invece, hai trovato consolazione per la prima o per l'ennesima volta e ti stupisci delle risorse umane; a te che stai in fila in qualche laboratorio di analisi, sperando che chi ami non è affetto da un brutto male e a te che ti dispiaci di non poter raggiungere tutte le persone malate che non sono amate da nessuno; a te che sai dare una carezza o proferire la giusta parola a chi è preda del panico per il suo male; a te che sai accogliere chi ti assiste e ti lasci aiutare con pazienza e gratitudine; a te, che hai appena finito di pensare che potevi fare meglio e di più per chi soffre; a te che non hai pretese mentre porti la tua croce; a te che sei testimone di gioia mentre sopporti delle pene; a te che ancora una volta hai risposto che non hai nulla, tenendo segreta la tua malattia; a te che sottovaluti la tua malattia e a te che al contrario esageri per questo; a te, dolce mamma di un bambino offeso dalla natura e a te che hai deciso di combattere contro tutti per far nascere tuo figlio nonostante le diagnosi terribili; a te, che sono giorni o anni che aspetti che "spunti il sole" sul tuo dolore grigio e speri che si spenga come fuoco sotto acqua fresca; a te, in questo giorno dedicato ai malati, il mio povero pensiero e la mia preghiera. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018