Giovani, educate gli adulti!

Giovani, educate gli adulti!

04.02.2014 - 15:03

0
Guardando i giovani, spesso, si sente dire: "La speranza del nostro futuro!", poi sovente, segue una smorfia di preoccupazione, quasi a voler aggiungere: "Certo che non stiamo messi proprio bene!", e poi si continua: "Ai tempi nostri era tutto diverso! C'era più responsabilità, si diventava adulti prima, c'era molta più serietà e si accettava il sacrificio, mentre ora questi ragazzi sono dei viziati e mollaccioni!". Li si giudica anche per mancanza di preparazione specifica e di cultura generale. A questi commenti vorrei denunciare un atteggiamento vigliacco, perché i giovani sono anche il frutto di quello che offre e propina il mondo adulto, e se c'è qualcuno che vizia e non fa crescere, sono proprio quei genitori distratti e occupati in altro, piuttosto che essere attenti ad educare i propri figli e a far uscire fuori il meglio del loro potenziale. Adulti occupati in edonismie antagonismi, poco testimoni di valori autentici e scoraggianti verso ciò che davvero conta nella vita. L'aspetto paterno e materno, diviso per ruolo dalla natura, sembra omologato, tutti fanno tutto e dunque nessuno fa niente per dare un'impronta profonda e significativa all'essere di chi si sviluppa. La classe docente viene accusata e denigrata in continuazione proprio dai genitori, indebolendone l'autorevolezza e il mandato pedagogico e missionario, facendo perdere loro credibilità e rendendo così difficile la collaborazione all'edificazione di personalità strutturate, mentre gli organismi ecclesiali continuano ad essere sotto schiaffo se propongono il rispetto per una vitamoralmente integra. Ci s'impegna tanto per i "diritti degli animali" (ben vengano!) e si pone poca attenzione al fenomeno dei bambini abbandonati nei cassonetti… Le caste e le lobbie stanno diventando peggio delle associazioni a delinquere, perché mentre favoriscono solo i loro interessi, rimangono indifferenti di fronte alla gente chemuore di fame. I modelli che dalla Tv vengono presentati ai giovani sono fittizi ed effimeri, e i nostri ragazzi, subendone il fascino, cadono in un inganno che procura traumi su traumi. Non sono negativo o distruttivo, sono invece indignato verso coloro che "sparano" sui giovani e poi si stupiscono se questi "muoiono". Non sottovalutiamo, inoltre, che tanti ragazzi ricchi di talento e pronti a collaborare nella società e nel mondo del lavoro, sono costretti o preferiscono andare all' estero, per non vedere infrangere i loro sogni e, perché trovano più chance per realizzare le loro aspirazioni. Ma, quando ci accorgeremo di essere una grande nazione (potenziale) e che urge un'organizzazione seria e rispettosa che comporti per tutti un buon vivere? Se davvero il cosiddetto mondo "adulto e maturo" continua a non sapersi regolare e comportare, se persisterà anche solo per poco questa male strutturazione, allora la speranza del nostro futuro è che i giovani educhino gli adulti. Ho molta fiducia nel mondo giovanile e mi auguro con tutto il cuore che prendano presto più iniziativa per contrastare le tante, ormai troppe, malefatte del mondo adulto. C'è bisogno di redenzione e purificazione, e di ricostruire dalle macerie. La sofferenza, il dolore e la morte non hanno l'ultima parola, poggiamo la nostra speranza su chiama davvero, incondizionatamente, e tutti in eguale misura. Lasciamoci aiutare da chi sa guidare e illuminare il cammino, lasciamo spazio all'Eterno, perché invada il nostro mondo e lo guarisca. Giovani, facciamo risuonare il fascino delle parole: "Non abbiate paura, aprite le porte aCristo!"

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Luca Barbarossa: "Roma è de tutti, porto la romanità in tour"

Luca Barbarossa: "Roma è de tutti, porto la romanità in tour"

Roma, (askanews) - Una grande festa, con tanti ospiti, e la romanità al centro della scena. Luca Barbarossa festeggia il 29 giugno alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica il suo progetto "Roma è de tutti". Che l'artista racconta così: "Il progetto Roma è de tutti è una sorta di concept album, anche il concerto rispetta in scaletta dalla prima all'ultima canzone dell'album. Sono capitoli di ...

 
Su due ruote dal Sudafrica all'Angola: la missione dello Ied

Su due ruote dal Sudafrica all'Angola: la missione dello Ied

Roma, (askanews) - L'Istituto Europeo di Design insieme a Humacoo Foundation e MotoForPeace Onlus ha lanciato il progetto Missions_in missione per le missioni. Lo scorso aprile è partita la spedizione in Africa dei giovani creativi IED per dare un volto agli operatori delle missioni umanitarie in Sud Africa, Namibia e Angola e documentare il lavoro degli "anonimi" che si impegnano quotidianamente ...

 
Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Grande Guerra: a Ossana in mostra i reperti trovati sui ghiacciai

Trento (askanews) - A cento anni di distanza, la Grande Guerra è per molti giovani solo un capitolo da leggere, magari da studiare, nei manuali di Storia. Nel piccolissimo borgo di Ossana nella val di Sole, invece, il sacrificio dei soldati sui due fronti di quella guerra devastante è ancora oggi ricordato e vissuto come un patrimonio della comunità. E qui è stato quindi deciso, con una insolita ...

 
Cultura

l mondo di Don Camillo e Peppone in una mostra che celebra Guareschi

Fino al 15 luglio a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, la mostra ‘Don Camillo, Peppone e il crocifisso che parla’ è dedicata all’opera di Giovannino Guareschi. In concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa dello scrittore, 70 scatti di Osvaldo Civirani raccontano la preparazione delle scene, i momenti di riposo e di lavoro prima del ciak. Un racconto nel racconto, che ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018