La luce del sole splende su tutte le case

La luce del sole splende su tutte le case

10.12.2013 - 18:10

0
Quante volte mi sono sentito dire: “Beato te che hai fede”! Il tono usato è quasi sempre duplice e, nella fattispecie, o comunica un dispiacere per un dono non ricevuto e che, invece, si vorrebbe, oppure manifesta una sorta di contestazione a Dio che, secondo chi è scontento o indifferente, Dio distribuirebbe le Sue grazie con delle preferenze (i presunti motivi per guadagnarsi le preferenze divine sono sempre molto superficiali, banali o dettati da ignoranza, ma non è opportuno approfondire o commentare in questa circostanza). Se realmente Dio, autore del dono della fede, facesse delle preferenze sarebbe ingiusto, però su questo, per quanto ha rivelato per mezzo di Gesù Cristo, proprio non possiamo non ammettere che tutti gli uomini sono stati trattati con lo stesso sguardo amorevole, con uguale misura di giudizio e per il bene di ognuno, sia quando ha voluto elogiare, sia quando ha voluto correggere. La fede poi è certamente un dono uguale per tutti, infatti che interesse avrebbe Dio a riservarla per pochi, soprattutto se accogliamo i motivi per cui ha voluto lasciare su questa Terra il parametro della fede per vivere, anzi avendo persino dichiarato beato chi crede senza vedere, e la maggior parte dell’umanità non ha certo avuto il piacere di vederlo. Si tratta certamente anche di una ricerca per l’uomo, di una riflessione e di un approfondimento, di qualcosa che può crescere se nutrita o atrofizzarsi se trascurata o, peggio, che si può perfino perdere se offesa con tenacia .Bisogna onestamente ammettere che questo dono, disponibile per tutti, c’è chi lo accoglie e c'è chi lo rifiuta, ma anche chi non pensa che la propria buona volontà abbia, in tal merito, un ruolo importante per avere successo o meno. Il sole splende ugualmente su tutte le case,ma c’è chi lascia sempre le persiane chiuse e la luce non può filtrare. Differentemente c’è chi le persiane le apre e chi, in più, le spalanca proprio, allora la luce entra e illumina. C’è poi chi apre anche le finestre, per respirare aria fresca e nuova e chi, ancora, apre anche le porte della casa, perché quella luce e quell'aria si diffondano. A questo punto, però, alcuni riservano degli ambienti chiusi e al buio, non permettendo che il tepore dell’aria calda arrivi ovunque, precludendosi la possibilità di camminare potendo ben vedere dove si mettono i piedi e dove si poggiano le mani, viceversa c’è chi non riserva nulla per sé ed espone totalmente la propria casa ai raggi della luce del sole. Insomma, si stenta a pensare che Dio non gradisca che qualcuno arrivi alla fede, quanto piuttosto possiamo riconoscere che siamo liberi di accogliere la Sua luce e il Suo calore, disponendoci parzialmente o totalmente allo scambio del Suo amore per noi e nel rispetto reciproco delle volontà. La sfida della fede l’ha lanciata Lui e ne uscirà vincente perché troppo grande è il sacrificio che sostiene la sfida stessa, ed il Natale che arriva ben ci farebbe riflettere sulle questioni della fede, se non si perdessero occasioni nel tempo favorevole. Beato è l’uomo che crede, perché davvero la sua vita cambia in bene, ma questa beatitudine non tocca in sorte a pochi fortunati, dipende dall’aprirsi ad accettare anche i doni di Dio. A proposito di doni: non è tempo di regali? La fede non si compra né si vende, è gratis!
Antonio Tofanelli - Frate minore cappuccino

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

Roma, (askanews) - Dalla comunità internazionale ancora una volta non è arrivato ciò che serviva davvero per garantire un futuro al popolo siriano. È la denuncia di Oxfam, all'indomani della sesta conferenza di Bruxelles sulla crisi. "Nonostante le preoccupazioni espresse dai diversi governi a Bruxelles per la crescente ondata di violenze in Siria, le dichiarazioni d'intenti non si tradurranno in ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018