Ma dove stiamo andando?

Ma dove stiamo andando?

19.11.2013 - 15:38

0
Una volta, parlando a un gruppo di giovani, domandai: "cosa vi fa stare bene?" Dopo qualche secondo di silenzio, prese a parlare uno di loro e mi disse: "a me piace tanto andare in barca a vela! Ogni volta che mi è possibile prendo il largo fino al punto che mi impedisce di vedere l'orizzonte. In mare aperto, immerso in un grande silenzio, stimolato solo dal leggero vento che soffia sulle vele e dal naturale sbattere dell'acqua sulla barca, provo una piacevolissima sensazione, quasi mi dimentico delle difficoltà di ogni giorno e riesco a raggiungere un grande senso di serenità. Il contatto con la natura in quel momento mi basta e vorrei che, se fosse possibile, quel tempo non terminasse mai". Rimasi colpito positivamente da come il giovane aveva rappresentato ciò che lo faceva stare bene e gli feci questa domanda: "se una volta che tu fossi in mare aperto, ti venisse tolta la bussola e la barca facesse quattro giri attorno a se stessa, senza poter più riconoscere dove si trova terra, sprovvisto delle coordinate offerte dalla bussola, che sensazione proveresti?" Quasi simultaneamente il gruppo riconobbe essere una circostanza di panico. Presero a dire, con il giovane d'accordo con loro, che una situazione del genere sarebbe angosciante, infatti ogni metro di mare percorso, viaggiando senza bussola e senza sapere da che parte si trova l'approdo, vorrebbe dire correre il rischio di allontanarsi sempre di più dalla meta. Inoltre sarebbe estremamente difficile accettare di compiere degli sforzi per viaggiare, se malauguratamente si procedesse dove non si sa. Ecco dunque che aggiunsi: "allora dobbiamo riconoscere che, oggettivamente, non è il viaggio in barca a vela, pur se compiuto in condizioni di sicurezza nel mare aperto che fa stare bene, quanto piuttosto il percorrere tale viaggio e vivere tale esperienza sapendo dove si va!" È una metafora con l'esistenza che i giovani hanno immediatamente colto e si sono chiesti se in effetti gli sforzi compiuti nella lotta della loro vita sono giustificati e aiutati da un senso della meta. Si corre davvero il rischio di puntare solo su soddisfazioni effimere, da consumare in fretta, senza essere certi che si costruisce per giungere ad un risultato. Questo, purtroppo, è un aspetto sottovalutato, infatti se si lotta senza saperne il perché, non è certo detto che la sera si vada a letto sereni e felici. Non basta tentare di arrivare ad un punto, è necessario conoscere anche il come e il perché si vuole arrivare a quel punto. Come vai? Perché vai? Dove vai? La mia bussola si chiama Gesù, e la tua? 

Antonio Tofanelli - Frate minore cappuccino

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, scienza e tecnologia sulla scena del crimine

Milano, scienza e tecnologia sulla scena del crimine

Milano (askanews) - E' grazie a scienza, tecnologia e alle sempre più evolute procedure di indagine che per i responsabili dei delitti è sempre più difficile rimanere impuniti. Oggi l'indagine scientifica ha assunto un ruolo fondamentale. Basti pensare che in uno degli ultimi casi di cronaca è bastato un singolo capello ritrovato sul luogo di un grave delitto di sangue per trovare e catturare gli ...

 
Cinema, Dwayne "The Rock" Johnson conquista la Walk of Fame

Cinema, Dwayne "The Rock" Johnson conquista la Walk of Fame

Los Angeles (askanews) - Una stella sulla Walk of Fame, la celebre passeggiata degli artisti a Los Angeles, per Dwayne "The Rock" Johnson. L'attore americano, ex culturista 45enne, reso celebre dai ruoli da duro in film come "Il re scorpione", "Fast & Furious" fino ai recenti remake di "Baywatch" e "Jumanji" si è aggiudicato l'ambito riconoscimento che consacra le più famose star di Hollywood. ...

 
Orlando: biotestamento importantissima conquista di civiltà

Orlando: biotestamento importantissima conquista di civiltà

Genova (askanews) - "È assolutamente un'importantissima conquista di civiltà". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando l'approvazione della legge sul biotestamento, a margine dell'assemblea di Dems a Genova. "Voglio ringraziare - ha sottolineato il Guardasigilli - tutti i parlamentari che hanno concorso all'approvazione di questo importante atto normativo che ci fa ...

 
Orlando: Gentiloni bis? Lavoriamo per risultato chiaro

Orlando: Gentiloni bis? Lavoriamo per risultato chiaro

Genova (askanews) - "Lavoriamo per dare un risultato chiaro perché credo che l'ipotesi di nuove elezioni o di larghe intese non sia nell'interesse del Paese". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando, a margine dell'assemblea di Dems a Genova, l'ipotesi di un Gentiloni bis in caso di una situazione di stallo dopo le prossime elezioni.

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017