L'etica, prima delle leggi

22.10.2013 - 15:10

0
E' tanto di attualità, anche se ormai discorso già vecchio e tanto antico, l'attenzione che si pone al bisogno di leggi giuste e di riforme utili a "regimentare" la società. Società fatta da persone che necessitano di leggi per essere orientate e procedere ben ordinate. Infatti quando le leggi non sono indovinate o mancano, gli effetti sono devastanti. Abbiamo bisogno di leggi per non perderci e per non disperdere, anche perché, se vogliamo vivere insieme, allora l'anarchia non lo permetterebbe. Quando si contravviene ad una legge o la si ignora si pagano pesanti conseguenze per tutti, non solo per il colpevole, sia esso occasionale o recidivo. Fatto è che i parlamentari, i tribunali, le forze dell'ordine hanno sempre un gran da fare! Ma come mai tanta gente indisciplinata? Sovente sono le ingiustizie che provocano altre ingiustizie, anche se dobbiamo riconoscere che esistono persone patologiche, alcune incattivite perché ridotte alla miseria, altre che si divertono a "sbagliare" e pochi che contravvengono solo per il gusto del rischio. Oggi più che mai si parla di leggi economiche per risollevare il paese. Non sono sicuro che la finanza e l'economia rifioriranno solo perché sono state varate le giuste leggi e applicate le giuste strategie di mercato, quanto piuttosto penserei ad un'etica economica (prima ancora dell'economia etica, alla quale pochi credono). L'etica economica, chiamata in causa dall'etica comportamentale, include il rispetto delle leggi ma soprattutto di scelte, a monte, mirate e orientate a beneficio di tutto e tutti. Penso alla distribuzione equa delle risorse, sia su un piano macrocosmico che su quello microcosmico, anche in riferimento alle scelte singole del consumatore. La maggior parte della gente è arrivata, vittima di un sistema, a spendere molto di più di quanto necessita per vivere, pertanto si è creato uno squilibrio tra domanda e offerta, che ha generato un circolo vizioso nel quale in troppi non possono neanche più spendere per il fabbisogno personale e familiare. Non troveremo mai solo leggi capaci di aggiustare il tiro e di far convogliare un intero paese verso la crescita con i giusti registri e numeri. Bisogna ricorrere a quella che i professionisti chiamano deontologia di settore, cioè ad una deontologia comportamentale, ad un'etica dunque, come persona che vive con altri, non si aliena, e che rispetta al pari di come richiede rispetto. Però, mentre assistiamo a dibattiti penosi e litigi tra onorevoli che hanno stancato e procurato sfiducia, poco s'incontrano personaggi che ufficialmente incoraggiano ad una nuova etica complessiva. Non saprei dire se per vergogna o per difetto, ma sembra che questo compito sia relegato ai soli uomini della Chiesa, o comunque a persone religiose. Svegliamoci tutti invece, cerchiamo di essere contagiosi nell'essere persone serie, nel rispetto delle leggi che però devono essere pensate per gente che si sa comportare. Se non è sufficiente il Timore di Dio, l'amor di patria, la dignità e l'onore, il senso del rispetto e la voglia di essere costruttivi, e se non basta una morale o la paura di essere processati, allora appelliamoci all'amore per i figli, alle responsabilità per le generazioni future, le quali vivranno agiatamente solo se costruiamo un buon presente. Non c'incartiamo sovraccaricati da leggi e tasse, sbrogliamoci di dosso i problemi comportandoci da bravi cittadini del mondo.
Antonio Tofanelli - Frate minore cappuccino

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

Roma, (askanews) - Dalla comunità internazionale ancora una volta non è arrivato ciò che serviva davvero per garantire un futuro al popolo siriano. È la denuncia di Oxfam, all'indomani della sesta conferenza di Bruxelles sulla crisi. "Nonostante le preoccupazioni espresse dai diversi governi a Bruxelles per la crescente ondata di violenze in Siria, le dichiarazioni d'intenti non si tradurranno in ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018