Chiusura della Lumsa, il disagio degli studenti

Chiusura della Lumsa, il disagio degli studenti

Lettera aperta alle istituzioni coinvolte da parte dei laureandi: "Si trovi la soluzione per mantenerla ancora in città"

01.10.2012 - 15:34

0

Gli studenti in attesa di iscriversi, i laureandi, i laureati della sede didattica decentrata della Lumsa di Gubbio hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio d’amministrazione della Lumsa, Card. Attilio Nicora, al Rettore della Lumsa, Giuseppe Dalla Torre, al direttore generale Giannina Di Marco, al Presidente dell’Associazione “Luigia Tincani per la promozione della cultura”, Paolo Menni, alla superiora generale dell’Unione S. Caterina da Siena delle Missionarie della Scuola Livia Violoni, al direttore del Dipartimento di scienze umane Consuelo Corradi, al vescovo di Gubbio Mario Ceccobelli, al sindaco Diego Guerrini, al presidente del consiglio comunale Gianni Pecci, e al referente della sede didattica decentrata Raniero Regni. L'oggetto è il mancato accordo tra Lumsa e Comune di Gubbio.

"Dopo aver appreso, soltanto dalla stampa e dai mass media, del mancato accordo tra Lumsa e Comune di Gubbio, in qualità di studenti abbiamo sentito il bisogno di manifestare il nostro disagio e dissenso in merito alla chiusura della sede universitaria. In questo momento di grave crisi sociale ed economica si fa sempre più forte l’esigenza di tutelare il patrimonio culturale.  La sede eugubina Lumsa ha soddisfatto per più di dieci anni questa necessità permettendo a tantissimi studenti di laurearsi e di qualificarsi in uno dei settori più importanti della formazione. Molti di questi giovani, grazie all’elevata qualità del percorso formativo che hanno sostenuto, sono già ottimamente inseriti nel mondo del lavoro. Lumsa per noi non è una qualsiasi università: è una realtà d’eccellenza, l’unica in Umbria ad essere ispirata ai valori cattolici. Si parla tanto di giovani e della loro carenza di valori, come cercare di aiutarli e sostenerli?  Certamente questa nostra sede universitaria è una possibilità, una grande risorsa non solo per la comunità locale ma per tutto il territorio nazionale.  Lo affermiamo e vogliamo sottolinearlo con forza perché noi siamo testimoni diretti del suo valore culturale, dell’alto livello degli insegnamenti e di un’organizzazione attenta anche alle esigenze di studenti lavoratori che come molti di noi  non potrebbero altrimenti partecipare alle lezioni. Noi studenti ci sentiamo parte integrante del progetto Lumsa Gubbio e portavoce non solo di coloro che hanno chiesto d’iscriversi in quest’anno accademico, peraltro numerosi, ma anche per tutti quelli che ne potranno usufruire in futuro. Fiduciosi  che la formazione dei giovani possa rappresentare per tutti ancora un valore ed una priorità, siamo certi che le istituzioni coinvolte, mosse dai rispettivi doveri, sapranno trovare la soluzione per mantenere in loco la nostra università".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Dacca (askanews) - Il Bangladesh ha deciso di rinviare l'avvio del rimpatrio in Myanmar dei profughi rohingya inizialmente previsto per il 23 gennaio 2018, come concordato da Dacca e Naypyidaw. Lo ha fatto sapere Abul Kalam Azad, funzionario del Dipartimento per gli aiuti ai profughi e per i rimpatri dal Bangladesh. "Saremo molto lieti di vedere il processo di rimpatrio iniziare il prima ...

 
Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Roma, (askanews) - Continua senza esclusione di colpi la guerra politico-giudiziaria fra Madrid e Barcellona: l'ex presidente catalano Carles Puigdemont, a Bruxelles per evitare il carcere a seguito della dichiarazione di indipendenza della Catalogna dello scorso 27 ottobre, ha lasciato per la prima volta il Belgio per partecipare a un simposio all'università di Copenaghen. Il Tribunale supremo ...

 
Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Washington, (askanews) - Repubblicani e democratici al Senato americano avrebbero trovato un accordo per mettere fine allo shutdown che paralizza l'amministrazione federale dalla mezzanotte del 19 gennaio. In aula sono infatti arrivati i voti necessari per aggirare l'ostruzionismo (77) e procedere con l'approvazione di un finanziamento delle attività del governo federale fino all'8 febbraio. La ...

 
Siria, Rex Tillerson: legittimo diritto della Turchia difendersi

Siria, Rex Tillerson: legittimo diritto della Turchia difendersi

Londra, (askanews) - L'offensiva turca contro l'enclave curda siriana di Afrin ha rischiato di provocare la rabbia della superpotenza Usa contro l'alleato turco, ma le reazioni di Washington rimangono misurate. "Gli Stati Uniti sono in Siria per sconfiggere l'Isis e lo abbiamo fatto con una coalizione di partner e con le Forze democratiche siriane (Sdf, guidate dai curdi), che in particolare ...

 
Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018