"I miei grilli al cioccolato"

La storia

"I miei grilli al cioccolato"

01.03.2018 - 19:32

0

Scatta la rivoluzione alimentare anche in Italia, con l'allevamento di insetti che sta cercando di conquistando i "palati" nostrani, diventando un business da grandi numeri. Il "novel food" (il nuovo cibo) non è più una realtà esclusivamente orientale, ma sta entrando, seppure ancora in punta di piedi, a far parte anche dell'economia, più che della cultura, occidentale.
Lo sa bene Lorenzo Petturiti, un giovane perugino di 25 anni, che di professione fa il parrucchiere, nell'attività del padre.
Ma dallo scorso gennaio, nel suo tempo libero, si sta dedicando all'allevamento di speciali insetti: i grilli. La sua, non è ancora una start up, ma ha tutte le caratteristiche per diventarlo a breve. I grilli, ricchi di proteine, hanno un alto contenuto di vitamine, pochi grassi, per lo più quelli preziosi, gli omega 3 e la loro produzione rispetta l'ambiente.
Dunque, l'alimento perfetto, una volta abbattute le barriere psicologiche e culturali che ci condizionano.
Nei Paesi asiatici, gli insetti sono considerati commestibili da sempre. Oggi circa 2 miliardi di persone mangiano regolarmente insetti in oltre 100 Paesi. Lo scorso gennaio è entrato in vigore il nuovo regolamento europeo sul novel food che rende più facile l'allevamento degli insetti a scopo alimentare.
"In Italia, la normativa non è ancora chiara - commenta Petturiti - perché si possono allevare insetti, ma non si possono commercializzare nel nostro Paese. Il ministero della Salute sta valutando eventuali effetti nocivi per la salute umana, ma in Oriente, o in altre parti d'Europa, dove gli insetti sono già in commercio, non è stato rilevato alcun pericolo per l'uomo. In ogni caso, sto costruendo il know-how, in attesa di dare il via alla mia start up".
Come è nata l'idea di allevare grilli per uso alimentare?
"Semplicemente per caso. Tutto è cominciato dalla mia passione per i rettili, soprattutto per i serpenti che si cibano di insetti. Così ho pensato di allevare grilli e far diventare questa passione un'attività. Lo Stato ci esorta a creare nuove professioni e io lo sto facendo".
Quali sono stati i passaggi per rendere concreto il progetto?
"Avevo già il terreno su cui impiantare le cassette, a San Marco. Ho fatto un investimento minimo iniziale per l'acquisto di 3.500 grilli, pagandoli un centinaio di euro. Li ho ordinati da alcune aziende del Nord Italia e mi sono arrivati a metà gennaio scorso."
 L'Università di Perugia ancora una volta mette a disposizione le proprie professionalità per sostenere i giovani e le imprese?
"In questa fase, ho ricevuto il prezioso supporto del Laboratorio di ispezione degli alimenti di origine animali dell'Università di Perugia, coordinato dal professor Beniamino Cenci Goga, insieme a Paola Sechi, Maria Francesca Lulietto e Luca Grispoldi.
Con loro, abbiamo messo a punto le temperature e l'umidità dell'ambiente, la strumentazione necessaria e monitoriamo lo stato igienico-sanitario dell'ambiente. L'equipe, infatti, da tempo sta facendo ricerche su questo tipo di alimento. Studiano anche i cibi nocivi per i grilli, eventuali malattie che potrebbero contrarre, insomma il loro mondo".
Quali difficoltà?
"Non ci sono particolari ostacoli. In questo momento, sto sperimentando la riproduzione dei grilli. Li ho acquistati in età media. Quanto alla strumentazione, conto di investire nel fotovoltaico per abbattere ulteriormente i costi legati al riscaldamento".
Quali sono i suoi obiettivi?
"Inserirmi nel mercato europeo e poi in quello mondiale, anche se non sarà facile. Devo prima creare un buon brand e puntare su qualcosa di diverso, dare un prodotto unico, più naturale possibile. Biologico e controllato. Questi allevamenti hanno un minor impatto ambientale rispetto ad altri tradizionali. I grilli consumano poco, mangiano cereali, crusca, frutta verdura, è un animale onnivoro. All'estero, il business per l'alimentazione di rettili vale milioni di dollari, altrettanto per l'alimentazione dell'uomo. Se l'azienda dovesse funzionare, speriamo di assumere personale!".
Ha mai mangiato insetti?
"Sì. Proprio i miei grilli. Hanno un sapore molto simile alle nocciole. Quando la mia attività sarà pronta, produrrò grilli ricoperti al cioccolato, farina di grillo, grilli essiccati. C'è spazio anche per il settore degli integratori".
Per avere un’idea, 500 grilli adulti corrispondono al peso di 150 grammi. Si ma quanto vale il business?
“Venti grammi di farina, tanto per capire, si vendono intorno ai 12 euro. La pruduzione di mille grilli potrebbe valere poco sopra i 220 euro. Ad oggi in Italia resta, per ora, il problema della commercializzazione”.
Insomma, il cibo del futuro è pronto a entrare nel nostro presente.

Gaia Nicchi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Pensioni d'oro, Di Maio: "I soldi che taglieremo li metteremo nelle pensioni minime degli italiani"

Pensioni d'oro, Di Maio: "I soldi che taglieremo li metteremo nelle pensioni minime degli italiani"

(Agenzia Vista) Pozzallo, 21 luglio 2018 "Ci saranno circa il 20% di persone che ora non prendono più il vitalizio. Vogliamo ora avviare l'iter della legge che taglia pensioni d'oro a tutti. Vi faccio una promessa: ogni euro che taglieremo dalle pensioni d'oro li metteremo nelle pensioni minime degli italiani". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio a Pozallo. _Courtesy ...

 
Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

(Agenzia Vista) Roma, 21 luglio 2018 Di Maio Pugno duro in Ue Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato L'ha dichiarato il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio, parlando a Catania ad un incontro sulla filiera agrumicola. _Facebook /Luigi Di Maio Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
David Byrne e la sua utopia americana

Concerto a Perugia per Umbria Jazz (Foto gallery)

David Byrne e la sua utopia americana

L'elegante concerto di David Byrne all'arena Santa Giuliana per Umbria jazz. Il live di venerdì 20 luglio 2018 scatto dopo scatto Foto servizio di Giancarlo Belfiore

21.07.2018

Avvocato e cantautore

La storia

Avvocato e cantautore

Dopo gli “inni” al Grifo e all’Inter ora è la volta della solidarietà. Fabrizio Cunsolo, avvocato-cantuatore, passa da un successo all’altro, dalle arringhe in tribunale alla ...

21.07.2018

Anche Silvio Orlando tra gli oltre 4mila di Byrne

Umbria jazz

Anche Silvio Orlando tra gli oltre 4mila per Byrne

Tra gli oltre quattromila spettatori di venerdì 20 luglio al concerto di David Byrne, è stato avvistato anche l'attore Silvio Orlando impegnato in questo periodo in uno ...

21.07.2018