La città si ferma in difesa dell'Ast e il governo invita al dialogo

Terni

La città si ferma in difesa dell'Ast e il governo invita al dialogo

16.10.2014 - 21:23

0

Terni si ferma in difesa dell'Ast dopo un'altra giornata di tensione. E' la grande giornata di mobilitazione di venerdì 17 con tutte le fabbriche di Terni e provincia chiuse per 8 ore, il primo turno di lavoro, 6 - 14. Le fabbriche del gruppo Ast sciopereranno invece per i tre turni, astensione che si interromperà sabato alle 6. I negozi e gli esercizi pubblici probabilmente resteranno chiusi in mattinata durante la manifestazione. Un invito ad abbassare le serrande per solidarietà è arrivato da Confcommercio. Resteranno aperti invece gli uffici pubblici. Al corteo parteciperanno striscioni delle Rsu di quasi tutte le fabbriche dell’Umbria. Lo sciopero generale di otto ore di venerdì sarà accompagnato da una grande manifestazione cittadina che partirà alle ore 9.00 dai cancelli di Ast in viale Brin, per poi raggiungere piazza della Repubblica nel cuore del centro storico. Qui si terranno i comizi conclusivi con gli interventi di Luigi Angeletti, segretario generale della Uil, Giuseppe Farina, segretario generale della Fim Cisl, e Susanna Camusso, segretario generale della Cgil.

Intanto alla vigilia della manifestazione il governo ha stigmatizzato con fermezza la gestione unilaterale di Ast ThyssenKrupp della vertenza con un invito alle parti al dialogo che deve svolgersi in un clima di rispetto reciproco.  Il governo dopo un incontro con le istituzioni locali a palazzo Chigi ha indicato come punti fermi del dialogo il mantenimento del secondo forno, il mantenimento dei livelli di produzione degli ultimi 3 anni, il trasferimento della linea produttiva di Torino, gli investimenti in innovazione di processo e di prodotto per 110 milioni di euro in 3 anni, lo sviluppo della rete commerciale di Ast ThyssenKrupp.

“Abbiamo voluto ribadire con forza il nostro no a ogni iniziativa unilaterale assunta dall’azienda e al tempo stesso che è irrinunciabile ripartire da subito nel confronto sul piano industriale”. Sottolinea la presidente della Regione, Catiuscia Marini, e il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, al termine dell’incontro che si è svolto giovedì pomeriggio a Palazzo Chigi sulla vertenza Ast. “Al governo – riferiscono - abbiamo anche chiesto di assumere iniziative decise nei confronti dell’azienda, ritenendo inaccettabili sia le scelte unilaterali dirette al personale dell’Ast, sia alle imprese dell’indotto, come nel caso della Ilserv. C’è, infatti, una responsabilità sociale che deve essere condivisa da tutti i soggetti, a cominciare dall’azienda”.
“Riteniamo fondamentale – dicono Marini e Di Girolamo - una azione condivisa con il governo, volta a riavviare ogni approfondimento nel merito del piano industriale con tutte le parti, perché la nostra volontà è quella di arrivare comunque ad una soluzione positiva della vertenza e siamo disponibili a fare la nostra parte, se richiesto, anche sul versante economico”.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Roma, (askanews) - Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha letto una dichiarazione alla stampa al termine del suo incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il conferimento dell'incarico, che riportiamo integralmente. "Il Presidente della Repubblica mi ha conferito l'incarico di formare il governo, incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a ...

 
Casa delle Donne, Lia Migale: "Ecco la nostra verità sul debito"

Casa delle Donne, Lia Migale: "Ecco la nostra verità sul debito"

Roma, (askanews) - "Noi intendiamo pagare il debito con il Comune, ma nella giusta misura", ovvero al massimo 400mila euro tenendo conto fra l'altro dei lavori ordinari e straordinari che la Casa Internazionale delle Donne ha svolto nel complesso del Buon Pastore, a via della Lungara a Roma. Lo spiega Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi ...

 
Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018