Errani in Valnerina, tensioni con i terremotati di Castelluccio

Un momento dell'incontro tra Errani e i terremotati a Norcia

RICOSTRUZIONE

Errani in Valnerina, tensioni con i terremotati di Castelluccio

19.04.2017 - 20:28

0

Problemi, sfiducia e nervi tesi. Sono tante le criticità messe, il 19 aprile 2017, sul tavolo del commissario per la ricostruzione post-terremoto Vasco Errani dai residenti e dagli operatori economici di Castelluccio, dove è tornata la neve e la semina è stata sospesa. Primo nodo da sciogliere resta ancora la viabilità con la riapertura al transito di una strada considerata da tutti la priorità, quella che collega Castelluccio a Norcia.

Errani ha incontrato la popolazione di Castelluccio durante la sua visita in Valnerina

Il commissario ha anche incontrato la presidente della Regione Catiuscia Marina. Entrambi in mattinata hanno svolto un summit al centro di Protezione civile di Foligno con i rappresentanti degli ordini professionali per fissare alcuni punti sulle procedure della ricostruzione.

 

Tornando all'incontro di Norcia, relativamente alla viabilità, la presidente Marini, dopo aver evidenziato che, pur facendo il sistema della viabilità capo all’Anas, la Regione  Umbria  d’intesa con la Provincia di Perugia per accelerare i lavori ha stabilito che la viabilità nell’area umbra è di competenza della Provincia che è  soggetto attuatore diretto dei lavori, ha specificato che “l’intervento sulla strada di congiunzione tra Norcia e Castelluccio non è solo relativo alla rimozione dei sassi, ma di messa in sicurezza di tutta l’area  della montagna e richiede un lavoro complesso da portare avanti in lotti distinti. Per tre dei quali – ha detto - sono già stati effettuati gli affidamenti, mentre per un quarto si sta completando la fase dell’affidamento. L’obiettivo è rispettare il cronoprogramma, lavorando insieme per affrontare questa fase trovando le giuste soluzioni tecniche”.

Dopo aver raccolto le istanze e preoccupazioni degli agricoltori di Castelluccio di Norcia, il commissario Errani ha detto che “bisogna cercare di concretizzare tutto il possibile. Ci vogliono tempi operativi certi, partendo dalla convinzione che non sarà come prima del 24 agosto, ma non bisogna rinunciare.  Ricostruire richiede fiducia – ha sottolineato - bisogna ricostruire questo spirito e costruire una metodologia seguendo passo passo i vari passaggi senza perdere di vista l’obiettivo, aggiustando il tiro via via. Bisogna ragionare in modo pragmatico, verificando il rispetto degli impegni”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Libano, premier Hariri sospende dimissioni su richiesta di Aoun

Libano, premier Hariri sospende dimissioni su richiesta di Aoun

Beirut (askanews) - Nuovo colpo di scena nel complicato e complesso quadrante politico libanese. Il premier Saad Hariri, rientrato a Beirut quasi tre settimane dopo le dimissioni choc annunciate a sorpresa e in diretta dalla capitale saudita Ryad il 4 novembre scorso, ha reso noto di avere accolto la richiesta del presidente Michel Aoun di sospendere le sue dimissioni. Hariri, che ha presenziato ...

 
Devastante siccità in Portogallo, un fiume totalmente prosciugato

Devastante siccità in Portogallo, un fiume totalmente prosciugato

Roma, (askanews) - Ai confini dell'Alentejo, regione centrale del Portogallo, un allevatore di bestiame che ha già perso 20 mucche dalla fine dell'estate, guarda con tristezza i pascoli bruciati dal sole e altro non spera che vedere cadere la pioggia. E proprio all'estremità dei suoi terreni scorreva il fiume Figueiro, affluente del Tago, oggi completamente prosciugato. "Non ho mai visto il fiume ...

 
Ratko Mladic condannato all'ergastolo dal tribunale dell'Aia

Ratko Mladic condannato all'ergastolo dal tribunale dell'Aia

L'Aia (askanews) - Il Tribunale penale internazionale dell'Aia ha condannato in primo grado all'ergastolo Ratko Mladic, l'ex capo militare serbo bosniaco soprannominato il "Macellaio dei Balcani". Mladic è stato riconosciuto colpevole di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità per il conflitto in Bosnia del 1992-1995. Prima della lettura della sentenza, l'ex capo militare dei ...

 
L'idolo millennial Beatrice Vendramin si racconta in un libro

L'idolo millennial Beatrice Vendramin si racconta in un libro

Milano (askanews) - La bella e grintosa Beatrice Vendramin non ha ancora 18 anni ma è già una star. Idolo dei Millennials con oltre 700mila follower su Instagram, è stata Emma la protagonista della serie Disney Alex&Co e ora ha deciso di rendere pubblico il suo diario trasformandolo in un libro "I piedi per terra, la testa nel cielo". "Ho voluto raccontare semplicemente quello che ho fatto fino ...

 
Melissa e Cyrille, musica al femminile

Jazz Club Perugia

Melissa e Cyrille, musica al femminile

Melissa Aldana e Cyrille Aimée saranno concerti al femminile al Jazz Club Perugia. La sassofonista cilena, con il suo quartetto, suonerà nella Sala Raffaello dell’hotel ...

21.11.2017

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

L'esclusiva di "Chi"

Fabrizio Frizzi a passeggio con la famiglia

Fabrizio Frizzi passeggia con accanto la moglie Carlotta e la figlia Stella. Ecco le prime foto pubblicate in esclusiva dal settimanale "Chi" dopo l'ischemia che ha colpito ...

21.11.2017

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

Spoleto

Don Matteo tra scene natalizie e cena col cast

E’ gia atmosfera natalizia a Spoleto grazie a Don Matteo. Tra luminarie, giochi di luce e una grande slitta che ha fatto capolino lunedì 20 novembre in corso Garibaldi dove ...

20.11.2017