Arbitro aggredito a colpi d'ombrello, denunciati due dirigenti e un tifoso

ASSISI

Arbitro aggredito a colpi d'ombrello, denunciati due dirigenti e un tifoso

03.06.2015 - 16:33

0

Gli agenti del commissariato di Assisi hanno denunciato tre persone per l'aggressione compiuta ai danni di un arbitro, un giovane spoletino, al termine dell'incontro tra Viole e Grifo Cannara, valido per i play out di Prima categoria, girone A, verificatosi il 3 maggio scorso (LEGGI L'ARTICOLO). Il direttore di gara era stato appunto aggredito da alcuni tifosi del Viole: questi ultimi hanno contestato un rigore fischiato contro la loro squadra al minuto 93. Al termine dell’incontro, quando l’arbitro era ancora all’interno del campo nei pressi degli spogliatoi, è stato raggiunto da sostenitori del Viole, colpito alla testa con un manico di un ombrello, aggredito con calci alle gambe e pugni alla schiena e ricoperto di insulti e minacce. Le aggressioni sono state concitate ma ben congegnate dal momento che, al termine della partita, un cancello era stato ostruito ad arte con tavole e una fila di sedie proprio per impedire all’arbitro di trovare riparo all’interno degli spogliatoi per sfuggire agli aggressori. Sulla base delle numerose testimonianze raccolte e dalle evidenze dei riconoscimenti fotografici effettuati, gli agenti sono riusciti ad individuare e identificare distintamente gli autori delle aggressioni fisiche e verbali. Un tifoso, padre di un giocatore, e due dirigenti della società calcistica delle Viole i responsabili. Per l’autore dell’ombrellata” e per quello che ha sferrato calci e pugni, è scattata la denuncia per i reati specifici di cui all’art. 6 bis, comma 1 e comma 2, della Legge 401/89 in materia di sicurezza nelle manifestazioni sportive. Per il terzo dirigente delle Viole scatterà quella per il reato di minaccia grave per aver utilizzato nei confronti dell’arbitro parole minacciose e offensive che gli sono valse già da parte del giudice sportivo l’inibizione a svolgere ogni attività fino al 15 ottobre 2015. A prescindere dall’esito giudiziario, è stata per tutti irrogata da parte del Questore di Perugia la sanzione del Daspo che inibirà ai responsabili delle aggressioni fisiche di partecipare a qualunque titolo a manifestazioni calcistiche legate alla Figc per un periodo di tre anni, estesa a 4 anni per il dirigente del Viole che ha anche minacciato gravemente l’arbitro. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Roma, (askanews) - Il leader degli U2 Bono, a capo dell'ong One, al termine dell'incontro all'Eliseo con il presidente francese Emmanuel Macron davanti ai giornalisti ha dichiarato quanto segue: "Buonsera, non è stato davvero un colloquio, più una conversazione, non ho avuto molte conversazioni di questo tipo finora - ha esordito, sottolineando - Il presidente (Macron) è molto aperto all'idea di ...

 
Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Washington (askanews) - Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Usa Donald Trump, ha affermato di non aver avuto altri contatti con individui che fossero o potessero essere rappresentanti del governo russo, oltre a quelli già divenuti di dominio pubblico e di "non aver mai colluso" con un governo straniero.Lo ha detto parlando alla stampa alla Casa Bianca,dopo l'audizione a porte ...

 
A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

Breslav (askanews) - A Breslav, in Bielorussia, si è svolta la tradizionale corsa dei mariti con le mogli in spalla nell'ambito del Viva festival. Quindici coppie si sono sfidate in una non facile gara su un percorso di 500 metri, tra paludi e altri ostacoli.

 
Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Londra (askanews) - "Come genitori di Charlie devoti e amorosi abbiamo deciso che non è più nell'interesse di Charlie proseguire nel trattamento e permetteremo a nostro figlio di andare tra gli angeli". È giunta all'epilogo la drammatica vicenda del piccolo Charlie Gard, il bimbo londinese affetto da una grave patologia neuro-degenerativa. I genitori hanno rinunciato alla battaglia legale per ...

 
"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Creatività in primo piano

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Quella di venerdì 21 luglio, a Narni, è stata una notte con i musei aperti, con le prove dei vigili del fuoco, le esibizioni dei Cavalieri di Narni, le proiezioni ...

24.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasioal solco del cd

Universo Assisi

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasio
al solco del cd

Poi per fortuna arriva la musica. Quella che non ti aspetti e che neanche sognavi che fosse, per quanto ti sorprende. “Lo soffia il cielo”, il concerto al Subasio di ...

22.07.2017