Lancia un appello su Facebook e convince i ladri a restituire la refurtiva

Il contenuto della borsa trafugata

FOLIGNO

Lancia un appello su Facebook e convince i ladri a restituire la refurtiva

22.04.2015 - 13:31

0

Poteri della dialettica. Il prof derubato lancia un appello severo ma gentile, tra il serio e il faceto, dal suo profilo facebook e i ladri nel giro di qualche giorno gli restituiscono tutto con una lettera di scuse. La storia comincia mercoledì 15 aprile quando i malviventi sfondano il lunotto posteriore di un’auto in sosta per rubare una cartella di cuoio nera che contiene testi e documenti relativi alla simbologia della croce. Il contenuto si rivelerà probabilmente inutile cartaccia per i malviventi ma è roba di fondamentale importanza per il professor Alberto D’Atanasio - docente al liceo scientifico ma anche all’università - impegnato in una serie di ricerche per la stesura di un libro. “Tra le cartelle troverete gli indirizzi dei luoghi dove insegno e i miei dati - aveva scritto tra l’altro il professore ai ladri - basta spedire tutto in forma anonima e a carico del destinatario”. Certo il professore non si aspettava che quelli lo stessero ad ascoltare. “Il furto si è verificato mercoledì scorso - racconta D’Atanasio - come ormai da 17 anni, anche quel giorno ho lasciato l’auto parcheggiata al Plateatico e sono andato a scuola. Avevo una macchina sostitutiva, all’interno ho lasciato la cartella di pelle perchè la zona è molto centrale e non ho mai avuto problemi. Questa volta, invece, la brutta sorpresa. Ho presentato denuncia ai carabinieri, poi in preda alla disperazione ho lanciato l’appello su facebook. Dubitavo che avesse funzionato”. Invece lunedì una barista ha chiamato il professore dicendo che era stato lasciato un pacco per lui. “Mi sono precipitato - racconta il professor D’Atanasio - questo gruppetto di ragazzi, tutti italiani tra i 25 e i 30 anni, ha consumato qualcosa al bar poi ha pregato la signora al banco di consegnarmi il pacco. All’interno una lettera in stampatello, calligrafia curata, addirittura con due citazioni di Dante. Mi si diceva che era stata smarrita la retta via per colpa di una serie di vicissitudini. Una lettera che mi ha lasciato l’amaro in bocca, era come se si volesse trovare una giustificazione a un comportamento sbagliato - continua il professore - il pomeriggio, a Piazza Umbra, ho incontrato un mio ex allievo che ha il padre in carcere. Questo ragazzo ha dovuto lasciare la scuola per andare a lavorare, ma ora ricopre un ruolo di responsabilità e con il suo stipendio mantiene la madre e le sorelle, che peraltro frequentano il liceo. Ecco, così si reagisce alle brutte circostanze che la vita può farci incontrare, non andando a rubare”. Sembra che al Plateatico, solo nella giornata di mercoledì scorso, siano state prese a colpi di spranga altre tre auto in sosta. Pare anche che ad agire siano in tre: uno si mette alla guida di un furgone che viene piazzato davanti alle auto da ripulire mentre gli altri due compiono il “lavoro sporco”. Purtroppo non tutti hanno la dialettica del professor D’Atanasio capace di convincere i ladri a restituire tutto con tanto di scuse.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Borse, lunedì nero

Le borse europee chiudono in calo sui timori delle conseguenze di una guerra commerciale internazionale. A fine seduta Milano cede il 2,44%, in aumento lo spread Btp-Bund a 251 punti base. Londra cede il 2,24%, Francoforte lascia sul terreno il 2,46%, Parigi perde l'1,92%. A Piazza Affari crolla Prysmian -10%, dopo aver annunciato una revisione al ribasso dell'Ebitda. In flessione il comparto ...

 
Luca Barbarossa: storia di Alex, da solo a Pozzallo a otto anni

Luca Barbarossa: storia di Alex, da solo a Pozzallo a otto anni

Roma, (askanews) - Chi avrebbe il coraggio di dire a un bambino di otto anni arrivato in Europa dopo un viaggio di un anno e mezzo, da solo, "è finita la pacchia"? Lo dice Luca Barbarossa, negli studi di askanews per presentare il suo disco "Roma è de tutti". "Racconto una piccola storia emblematica, quella di Alex, un bambino che è arrivato a Pozzallo senza genitori dopo un viaggio di un anno e ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018