Sabato i funerali dei sub morti, resta in piedi l'ipotesi dell'aria avvelenata

UMBRIA

Sabato i funerali dei sub morti, resta in piedi l'ipotesi dell'aria avvelenata

14.08.2014 - 12:10

0

Non sarebbero morti per malori causati da patologie pregresse. Né sono emersi segni “evidenti” di un’embolia polmonare da risalita troppo rapida. I primi esiti dell’autopsia, però, non restituiscono un quadro certo. Non si può ancora escludere l’ipotesi di una morte dal comune denominatore, anche se ancora tutte le piste restano aperte, inclusa quella dell’aria “avvelenata”. E’ quanto trapela dagli esami effettuati nella giornata di mercoledì 13 agosto sui corpi di Enrico Cioli, Fabio GiaimoGianlucaTrevani, morti nella maledetta immersione alle Formiche.


L’esame autoptico sulle tre salme, condotto dalla professoressa Manuela Turillazzi e da Sara Vita dell’Istituto di medicina legale di Foggia, incaricate dal pm Stefano Pizza della procura di Grosseto, alla presenza dei consulenti di parte è iniziato intorno a mezzogiorno e si è concluso a tarda sera. Il responso, come detto, a oggi, non può ritenersi esaustivo. Probabilmente come causa della morte sarà indicata una insufficienza cardiorespiratoria acuta, ma quanto al “meccanismo” sottostante, al motivo per cui è sopravvenuta, ancora non ci sarebbero delle schiaccianti evidenze. Anche perché, va ricordato, sulle vittime dell’immane dramma è stata tentata la rianimazione e non è da escludersi che i reperti autoptici possano essere stati modificati da tali manovre. Bisogna attendere, dunque, l’esito degli esami tossicologici e istologici per avere altre conferme. Dovrebbero essere, in particolare, le analisi del sangue dei tre sub a dire qualcosa in più in merito a un eventuale avvelenamento. Per Cioli, la difesa rappresentata dall’avvocato Corrado De Fazio, aveva nominato come consulente tecnico Valter Patumi. L’avvocato Gianni Spina, che assiste i familiari di Giaimo e Trevani, ha invece incaricato i medici legali Laura Paglicci Reattelli e Paolo Giovenali. La dottoressa Reattelli (che aveva espressamente chiesto anche le Tac prima degli esami autoptici) rilascia soltanto un commento: “Si tratta di una tragedia immane che mi tocca anche perché la sorella e la moglie di Giaimo sono carissime e stimatissime amiche e colleghe”.

Al momento nell'inchiesta per la morte dei tre sub c'è un indagato, il titolare del diving di Talamone che aveva affittato le bombole ai tre umbri. Il resto delle attrezzature, infatti, era di proprietà dei sub. Fissati per sabato 16 agosto i funerali: alle 11 nel duomo di Perugia l'addio a Giaimo, alle 16 a Bastia quello a Cioli e Trevani.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rock around the planets, nello Spazio attraverso la musica

Rock around the planets, nello Spazio attraverso la musica

Milano (askanews) - Rock e Spazio, chitarristi e astronauti. Nell ambito della Bookcity 2017, in programma dal 16 al 19 novembre, si è svolto al museo della Scienza e della Tecnologia di Milano l'incontro "Rock Around the Planets", organizzato da Esa, Gravity, Wired e Havas Events per parlare di musica e scienza. Un viaggio tra pianeti, galassie e asteroidi attraverso i racconti di chi nello ...

 
Fallimento Italia, Crozza diventa Sacchi, Mourinho, Conte e Mancini

Fallimento Italia, Crozza diventa Sacchi, Mourinho, Conte e Mancini

Il fallimento della nazionale italiana raccontato da 4 dei migliori allenatori al mondo. Maurizio Crozza si fa in 4 e così sugli schermi di Nove in Fratelli di Crozza ecco Conte, Sacchi, Mancini e Mourinho che si confrontano sulla mancata qualificazione ai Mondiali degli azzurri. "Ho paura che tutto il calcio italiano mi sprofondi al baratto", il commento del tecnico del Chelsea. Secondo Sacchi ...

 
Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico

Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico

Buenos Aires (askanews) - Paura in Argentina per un sottomarino disperso nell'Atlantico. Il portavoce della Marina argentina, Enrique Balbi, ha annunciato che è stato dichiarato "lo stato di ricerca e soccorso" per il sommergibile "AraSan Juan", che viene cercato intensamente nell'Atlantico meridionale dopo che ogni tipo di comunicazione è stata persa nelle prime ore di mercoledì 15 novembre 2017....

 
Zimbabwe, manifestanti ad Harare chiedono la fine dell'era Mugabe

Zimbabwe, manifestanti ad Harare chiedono la fine dell'era Mugabe

Harare (askanews) - Migliaia di persone ad Harare, capitale dello Zimbabwe, sono scese in strada per chiedere la fine dell'era Mugabe. Una mobilitazione appoggiata dall'esercito, che ha preso il controllo del Paese e sta orchestrando un 'golpe morbido' nei confronti del presidente 93enne Robert Mugabe, al potere dal 1980. "Quando è troppo è troppo, Mugabe deve andarsene", si legge sugli ...

 
Giole Dix e le nevrosi ipocondriache di Moliere

Perugia

Gioele Dix e le nevrosi ipocondriache di Moliere

Il capolavoro di Moliere Il malato immaginario, con la raffinata regia di Andrèe Ruth Shammah, sarà al teatro Morlacchi di Perugia, da martedì 21 a giovedì al 23 novembre. ...

17.11.2017

"Sold out" per il Nobel alla sala dei Notari

Perugia

"Sold out" per il Nobel alla sala dei Notari

Grande folla ieri, venerdì 17 novembre, per la lectio magistralis del Premio Nobel per la Fisica, Barry Barish. Nel progetto del Post (Perugia officina della scienza e della ...

17.11.2017

"Io ho scoperto Monica Bellucci"

La storia

"Io ho scoperto Monica Bellucci"

“La conobbi mentre faceva l’autostop e la convinsi a diventare la mia modella". La modella in questione è Monica Bellucci e a raccontare la storia è Piero Montanucci, celebre ...

17.11.2017