Sabato i funerali dei sub morti, resta in piedi l'ipotesi dell'aria avvelenata

UMBRIA

Sabato i funerali dei sub morti, resta in piedi l'ipotesi dell'aria avvelenata

14.08.2014 - 12:10

0

Non sarebbero morti per malori causati da patologie pregresse. Né sono emersi segni “evidenti” di un’embolia polmonare da risalita troppo rapida. I primi esiti dell’autopsia, però, non restituiscono un quadro certo. Non si può ancora escludere l’ipotesi di una morte dal comune denominatore, anche se ancora tutte le piste restano aperte, inclusa quella dell’aria “avvelenata”. E’ quanto trapela dagli esami effettuati nella giornata di mercoledì 13 agosto sui corpi di Enrico Cioli, Fabio GiaimoGianlucaTrevani, morti nella maledetta immersione alle Formiche.


L’esame autoptico sulle tre salme, condotto dalla professoressa Manuela Turillazzi e da Sara Vita dell’Istituto di medicina legale di Foggia, incaricate dal pm Stefano Pizza della procura di Grosseto, alla presenza dei consulenti di parte è iniziato intorno a mezzogiorno e si è concluso a tarda sera. Il responso, come detto, a oggi, non può ritenersi esaustivo. Probabilmente come causa della morte sarà indicata una insufficienza cardiorespiratoria acuta, ma quanto al “meccanismo” sottostante, al motivo per cui è sopravvenuta, ancora non ci sarebbero delle schiaccianti evidenze. Anche perché, va ricordato, sulle vittime dell’immane dramma è stata tentata la rianimazione e non è da escludersi che i reperti autoptici possano essere stati modificati da tali manovre. Bisogna attendere, dunque, l’esito degli esami tossicologici e istologici per avere altre conferme. Dovrebbero essere, in particolare, le analisi del sangue dei tre sub a dire qualcosa in più in merito a un eventuale avvelenamento. Per Cioli, la difesa rappresentata dall’avvocato Corrado De Fazio, aveva nominato come consulente tecnico Valter Patumi. L’avvocato Gianni Spina, che assiste i familiari di Giaimo e Trevani, ha invece incaricato i medici legali Laura Paglicci Reattelli e Paolo Giovenali. La dottoressa Reattelli (che aveva espressamente chiesto anche le Tac prima degli esami autoptici) rilascia soltanto un commento: “Si tratta di una tragedia immane che mi tocca anche perché la sorella e la moglie di Giaimo sono carissime e stimatissime amiche e colleghe”.

Al momento nell'inchiesta per la morte dei tre sub c'è un indagato, il titolare del diving di Talamone che aveva affittato le bombole ai tre umbri. Il resto delle attrezzature, infatti, era di proprietà dei sub. Fissati per sabato 16 agosto i funerali: alle 11 nel duomo di Perugia l'addio a Giaimo, alle 16 a Bastia quello a Cioli e Trevani.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

M5s e Pd si stanno già parlando
All'ombra del 25 aprile

M5s e Pd si stanno già parlando

All'indomani del disgelo ufficiale fra M5s e Pd certificato dall'incontro fra l'esploratore-presidente della Camera, Roberto Fico e il segretario reggente del Nazareno, Maurizio Martina, già si colgono i risultati del nuovo clima instaurato. Eccone una testimonianza filmata da Perugia, dietro le quinte delle celebrazioni per il 25 aprile. Non che sia già fatto un nuovo governo con Luigi Di Maio ...

 
Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Roma, (askanews) - "Da matti l'accordo con l'Iran": così il presidente statunitense dalla Casa Bianca dove riceve il francese Emmanuel Macron. Proprio l'accordo con Teheran firmato da Barack Obama assieme alla diplomazia internazionale è uno dei temi caldi dell'incontro fra Parigi e Washington: Macron aveva per missione cercava di convincere Trump a non recedere dall'accordo, perdendo anni di ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018