Droga e prostituzione: in manette banda di 5 italiani e 4 albanesi

PERUGIA

Droga e prostituzione: in manette banda di 5 italiani e 4 albanesi

17.07.2014 - 14:18

0

I finanzieri del nucleo mobile della compagnia di Perugia, hanno tratto in arresto 9 persone (4 albanesi e 5 italiani) in quanto costituivano un sodalizio criminale dedito alla spaccio di marijuana tra Perugia e Bastia Umbra. L'indagine delle fiamme gialle è durata sei mesi, nel corso dei quali hanno eseguito complessivamente 15 perquisizioni locali/domiciliari, sequestrato 7,5 chili di marijuana, denaro contante per 8.000 euro, 1 Suv, diversi bilancini di precisione e telefoni cellulari. Sono emersi ulteriori responsabili: sono stati infatti denunciati a piede libero 3 soggetti, di cui un minore, per detenzione ai fini di spaccio, segnalate 4 persone quali consumatori di sostanza stupefacente e ritirate 3 patenti di guida per consumo di sostanza stupefacente. Segnalate inoltre due cittadine straniere risultate prive di permesso di soggiorno una delle quali, denunciata anche per possesso di documenti falsi, è stata accompagnata presso il Cie di Roma e successivamente rimpatriata in Bielorussia. Infine uno dei soggetti albanesi, peraltro già arrestato in flagranza di reato, è stato successivamente destinatario di ordinanza di misura cautelare in carcere per sfruttamento della prostituzione.

GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

La complessa attività d’indagine ha riguardato la zona tra Perugia, Assisi e Bastia Umbra anche sulla base delle risultanze delle attività di prevenzione poste in essere nelle scuole anche tramite l’ausilio di unità cinofile. In particolare la sostanza stupefacente era piazzata da giovani pusher italiani che si approvvigionavano dai malviventi albanesi da tempo residenti nel territorio del capoluogo, uno dei quali risulta aver movimentato diversi chilogrammi di marijuana al mese, circostanza confermata dalla quantità, qualità e modalità di detenzione dello stupefacente sequestratogli. In sede di perquisizione nella sua abitazione, infatti, sono stati rinvenuti, sapientemente occultati, 6 chili di marijuana in panetti da 2 chilogrammi ciascuno, pronti ad essere commercializzati; lo stesso soggetto sfruttava le due ragazze dell’Est europeo che adescavano i clienti per strada per poi usufruire di 2 appartamenti gestiti dall’albanese, il quale tratteneva la metà dei proventi derivante dall'attività di prostituzione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Bono: con Macron abbiamo parlato della crisi dei rifugiati

Roma, (askanews) - Il leader degli U2 Bono, a capo dell'ong One, al termine dell'incontro all'Eliseo con il presidente francese Emmanuel Macron davanti ai giornalisti ha dichiarato quanto segue: "Buonsera, non è stato davvero un colloquio, più una conversazione, non ho avuto molte conversazioni di questo tipo finora - ha esordito, sottolineando - Il presidente (Macron) è molto aperto all'idea di ...

 
Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Russiagate, Kushner dopo l'audizione in Senato: non ho colluso

Washington (askanews) - Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Usa Donald Trump, ha affermato di non aver avuto altri contatti con individui che fossero o potessero essere rappresentanti del governo russo, oltre a quelli già divenuti di dominio pubblico e di "non aver mai colluso" con un governo straniero.Lo ha detto parlando alla stampa alla Casa Bianca,dopo l'audizione a porte ...

 
A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

A Breslav, in Bielorussia, la corsa con le moglie in spalla

Breslav (askanews) - A Breslav, in Bielorussia, si è svolta la tradizionale corsa dei mariti con le mogli in spalla nell'ambito del Viva festival. Quindici coppie si sono sfidate in una non facile gara su un percorso di 500 metri, tra paludi e altri ostacoli.

 
Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Gb, genitori di Charlie Gard abbandonano lotta per cure in Usa

Londra (askanews) - "Come genitori di Charlie devoti e amorosi abbiamo deciso che non è più nell'interesse di Charlie proseguire nel trattamento e permetteremo a nostro figlio di andare tra gli angeli". È giunta all'epilogo la drammatica vicenda del piccolo Charlie Gard, il bimbo londinese affetto da una grave patologia neuro-degenerativa. I genitori hanno rinunciato alla battaglia legale per ...

 
"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Creatività in primo piano

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Quella di venerdì 21 luglio, a Narni, è stata una notte con i musei aperti, con le prove dei vigili del fuoco, le esibizioni dei Cavalieri di Narni, le proiezioni ...

24.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasioal solco del cd

Universo Assisi

“Lo soffia il cielo”: dal monte Subasio
al solco del cd

Poi per fortuna arriva la musica. Quella che non ti aspetti e che neanche sognavi che fosse, per quanto ti sorprende. “Lo soffia il cielo”, il concerto al Subasio di ...

22.07.2017