Un dolce per Sant'Ubaldo: a Venezia esiste dal 1500

Un dolce per Sant'Ubaldo: a Venezia esiste dal 1500

L'ultima scoperta della "Marcella", al secolo Marcella Marcelli, eugubina doc, "santubaldara sfegatata", innamorata della sua città e da sempre protagonista di lodevoli iniziative pro Gubbio, è quella di un dolce dedicato a Sant'Ubaldo

12.10.2012 - 09:04

0

L'ultima scoperta della "Marcella", al secolo Marcella Marcelli, eugubina doc, "santubaldara sfegatata", innamorata della sua città e da sempre protagonista di lodevoli iniziative pro Gubbio, è quella di un dolce dedicato a Sant'Ubaldo. Se la cosa si limitasse a questo sarebbe non di grande rilevanza. Il fatto è che questo dolce viene creato in una pasticceria veneziana dal sedicesimo secolo. “Abbiamo anche una fotografia di questo dolce che risale al 1500 - conferma Marcella Minelli - è di colore giallo e dicono che sia anche molto buono”. La poliedrica eugubina ha organizzato per il primo dicembre una gita a Venezia proprio per andare a gustare questa specialità della pasticceria veneziana che, secondo quanto riferito, sarebbe molto conosciuto e apprezzato tra i buongustai della Repubblica marinara. Che la figura di Sant'Ubaldo sia legata da secoli a Venezia è comprovata anche da elementi storici sulla cui attendibilità non possono essere sollevati dubbi. A Venezia ci sono stati per secoli una chiesa, con tanto di parrocchia e un ospedale dedicati al Vescovo Santo, nostro patrono. "Racconta il Corner essere stata la chiesa, allora intitolata a Sant'Agata - è scritto nelle cronache veneziane - fatta edificare dalle famiglie patrizie dei Giusto e dei Tron nel 1088; bruciata nell'incendio del 1105 che distrusse gran parte degli edifici della zona, fu in seguito reinnalzata, ampliata con l'aggiunta della cappella maggiore e promossa a parrocchia. Per la vicinanza di un ospedale fatto erigere dai coniugi Tommaso e Lorenza de Matteo da Firenze tra la fine del XIV secolo e i decenni iniziali del secolo successivo intitolato a Sant'Ubaldo, vescovo di Gubbio, la parrocchia cominciò a denominarsi con la doppia intitolazione di Santi Agata e Ubaldo, adottando tuttavia a partire dal Cinquecento la sola denominazione di Sant'Ubaldo. Demolita per essere riedificata nel 1735, la chiesa fu nuovamente aperta al culto nel 1739. Nel 1807, nel clima di razionalizzazione della geografia delle parrocchie veneziane messa in atto dai funzionari napoleonici, la parrocchia fu soppressa e concentrata in quella di San Giacomo dell'Orio, e la chiesa demolita”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Roma (askanews) - "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare la possibilità di una intesa di maggioranza parlamentare tra M5s e Pd per costituire il governo". Meno di trentasei ore per rendere possibile quello che fino ad oggi sembrava impossibile: un governo di larghe intese ...

 
Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Roma, 23 apr. (askanews) - "The Happy Prince", il principe felice: prende il nome dalla favola di Oscar Wilde il film che Rupert Everett ha dedicato al grande scrittore irlandese, alla sua vita rutilante nella società londinese di fine Ottocento e al suo crollo quando la sua omosessualità divenne di pubblico dominio. Oscar Wilde è un ruolo che Everett ha ricoperto anche in teatro. Dal festival di ...

 
Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Sorrento, (askanews) - Intervistato al Festival di Sorrento, Rupert Everett racconta del suo impegno in un progetto caro al cuore dell'Italia, una serie tv Fox tratta dal "Nome della Rosa" di Umberto Eco, girata a Perugia: Guglielmo sarà John Turturro. E Umberto Eco, dice, Everett, sarebbe contento. "Penso che sarebbe contento: rispetto al film che doveva riassumere così tanti temi del libro, noi ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018