Tragedia in fondo al mare,  a vuoto la perizia sulle bombole

Perugia

Tragedia in fondo al mare, a vuoto la perizia sulle bombole

16.08.2014 - 12:54

0

Ancora risposte da attendere. Neppure le perizie sulle bombole sequestrate domenica al diving di Talamone dopo la tragedia alle Formiche hanno dato risposte. Sulle morti di Fabio Giaimo, di Enrico Cioli e di Gianluca Trevani restano insomma troppe ombre. Quella di giovedì in sostanza è stata una giornata a vuoto, perché gli accertamenti, affidati dalla procura di Grosseto agli esperti del nucleo dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Grosseto e alla Capitaneria di Porto, sono appena iniziati. Secondo quanto trapelato, il comandante del nucleo sommozzatori Giorgio Chimenti ha comunicato ai consulenti di parte che per procedere all’esame della strumentazione ha bisogno di apparecchiature particolari, che potranno essere fornite da una società specializzata. Per questo di fatto non si è proceduto ad alcuna analisi e il tutto è stato rimandato ai prossimi giorni, quando gli stessi esami avverranno sempre sotto la direzione del perito incaricato. Di mezzo ci si è messo anche il Ferragosto, come spiega il procuratore capo Verusio: “Ci vuole tempo, perché la ditta in possesso della strumentazione in questi giorni è chiusa e dunque sarà probabilmente necessario attendere sino alla fine del mese di agosto per avere i primi risultati delle perizie”. Dagli esami, il sostituto procuratore Stefano Pizza che coordina le indagini attende chiarimenti sui possibili malfunzionamenti dell’attrezzatura che non siano legati a congetture, ma a dati precisi e incontrovertibili. Quelli che ora mancano e lasciano aperte troppe piste: “A questo punto l'ipotesi più verosimile è quella che avevamo scartato all’inizio, cioé che l’aria delle bombole possa essere stata caricata male - dice lo stesso Verusio - Altrimenti, per gli elementi che abbiamo raccolto finora, non si riesce a capire come le bombole possano aver avuto aria inquinata. In ogni caso è necessario attendere i primi risultati, altrimenti restiamo nel campo delle ipotesi che non servono a nulla e che sarebbero tutte avventate", conclude il procuratore capo di Grosseto. Parallelamente, alcune indicazioni potrebbero arrivare dalle autopsie, effettuate mercoledì dall'istituto di medicina legale di Foggia. Anche in quel caso tre “autopsie bianche”, ovvero esami che non hanno fornito reperti utili alle indagini. Solo gli esami tossicologici e istologici potranno dare qualche certezza, ma le prime risposte arriveranno tra una decina di giorni. Di sicuro non ci saranno altri indagati oltre ad Andrea Montrone, il 47enne romano titolare del diving di Talamone che domenica ha accompagnato i sub umbri al largo di Marina di Grosseto e ha fornito loro l'attrezzatura. La cornice dell'inchiesta insomma è già stata definita, ma il cuore dell'indagine è in divenire. Perché ancora nessuno sa che cosa sia realmente accaduto 40 metri sotto la superficie del mare, vicino all'isolotto delle Formiche. Per ora restano solo dolore e lacrime. E, dopo il nulla osta della procura, i funerali per accompagnare tre uomini legati dalla stessa passione nell'ultimo tuffo verso l'infinito.

I FUNERALI Sono fissati per sabato 16 agosto, i funerali dei tre sub morti nel mar Tirreno, davanti alla costa di Marina di Grosseto. Le esequie del dottor Fabio Giaimo, a cui prenderanno parte anche diversi rappresentanti delle istituzioni locali, si svolgono in una cattedrale di San Lorenzo gremita. Per l’occasione i familiari del medico perugino hanno fatto sapere che non si chiedono fiori ma offerte all’Associazione “Amici del Malawi”. Il dottor Fabio Giaimo era non solo un sostenitore dei progetti che l’associazione ha realizzato nel corso del tempo nel paese africano (a cominciare dalle scuole tecniche, dagli ospedali e dagli orfanotrofi), ma periodicamente vi si recava per prestare la sua opera come professionista nel settore sanitario. Le esequie verranno celebrate dal cardinale Gualtiero Bassetti. A Bastia Umbra, alle 16 nella chiesa di San Michele, verranno celebrati i funerali di Enrico Cioli e Gianluca Trevani. Il sindaco Stefano Ansideri ha proclamato il lutto cittadino, invitando tutti a esprimere la propria partecipazione mediante la sospensione delle attività. "Nell'esprimere ancora la sentita vicinanza alle famiglie - ha detto Ansideri - chiediamo che la partecipazione al dolore si manifesti in forma strettamente privata". Le esequie saranno celebrate dal vescovo della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino monsignor Domenico Sorrentino. Il vescovo che ha già espresso le proprie condoglianze ai familiari delle due vittime vuole testimoniare con la sua presenza "la vicinanza di tutta la comunità per una tragedia che ha colpito la diocesi". 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

M5s e Pd si stanno già parlando
All'ombra del 25 aprile

M5s e Pd si stanno già parlando

All'indomani del disgelo ufficiale fra M5s e Pd certificato dall'incontro fra l'esploratore-presidente della Camera, Roberto Fico e il segretario reggente del Nazareno, Maurizio Martina, già si colgono i risultati del nuovo clima instaurato. Eccone una testimonianza filmata da Perugia, dietro le quinte delle celebrazioni per il 25 aprile. Non che sia già fatto un nuovo governo con Luigi Di Maio ...

 
Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Roma, (askanews) - "Da matti l'accordo con l'Iran": così il presidente statunitense dalla Casa Bianca dove riceve il francese Emmanuel Macron. Proprio l'accordo con Teheran firmato da Barack Obama assieme alla diplomazia internazionale è uno dei temi caldi dell'incontro fra Parigi e Washington: Macron aveva per missione cercava di convincere Trump a non recedere dall'accordo, perdendo anni di ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018