Farinetti l'isolante

Leonardo Caponi

Farinetti l'isolante

17.05.2017 - 11:54

0

Settanta e più anni trascorsi inutilmente. Non c'avevamo capito niente. Generazioni intere di umbri, popolo ma soprattutto Istituzioni, amministratori pubblici, intellettuali e uomini politici che hanno consumato a vuoto o, peggio ancora, indirizzato verso un falso obiettivo, le loro intelligenze e le loro energie. Discussioni, programmi, impegni, richieste, lotte sbagliate e controproducenti. Quali?! Quelli per far uscire l'Umbria dal suo storico isolamento geografico, conseguentemente dall'arretratezza economica e dotarla di infrastrutture efficienti che la collegassero al resto d'Italia e del mondo e rendessero migliore la sua accessibilità in funzione economica e turistica. Questo è venuto a dire (evidentemente con una punta di provocazione, ma fedele alla verità del pensiero, coerente con la sua filosofia altre volte in tv ascoltata) Oscar Farinetti, a Panicale, ad un pubblico (quello dell'Associazione dei Borghi d'Italia) costituito in prevalenza da amministratori di nuova generazione o comunque convertiti a quella cultura di sedicente modernità, di marca liberista e renziana, che potremmo definire dell'ottimismo. Farinetti (altro uomo da pullover, come Marchionne) è il re (discusso) della catena di store enogastronomici Eataly e il sacerdote dell'ideologia del colui che "ce l'ha fatta"; ce l'ha fatta naturalmente sgombrando il campo da tutti i ferrivecchi del passato a cominciare dalla regolazione del mercato, dall'esistenza del sindacato e dei diritti dei lavoratori, in una parola da tutto quello che, sinonimo di stantio, è stato ed è di sinistra; perché destra e sinistra non esistono più e tutto quel che conta è l'affare, il businnes costruito sui pretesi e presunti gusti del pubblico e su quell'armamentario consumistico che, da anni e nonostante l'enfasi che lo narra, la crisi sta facendo diventare sempre più alla sola portata di una minoranza della società. Credevamo che l'isolamento fosse un handicap; sbagliato! Secondo Farinetti era ed è una risorsa. L'Umbria si è mantenuta bene perché ci sono venuti in pochi. Ma, adesso, accantoniamo il "cuore verde d'Italia". Il nuovo slogan di questa regione per attirare turisti e risolvere la crisi a cui l'ultimo terremoto ha assestato un nuovo duro colpo, dovrà essere "Umbria, l'irraggiungibile". Chissà, penseranno di andare in una riserva indiana o in uno zoo dove esistono ancora specie in via di estinzione!; se non fosse una cosa seria e se i Farinetti di turno non fossero gli esegeti, da pochi contraddetti, di una cultura oggi egemone in Italia e in Europa e, soprattutto, non ispirassero (col ruolo implicito di consulenti consiglieri) le politiche dei governi e delle amministrazioni dirette dal Pd, sarebbe da riderci sopra. A Farinetti non passa nemmeno per l'anticamera del cervello che la crisi del turismo è indotta dalla stagnazione dei consumi provocata dalla disoccupazione e da stipendi e salari troppo bassi e che questi bisognerebbe aumentare. E non gli passa per la mente nemmeno che proprio la mancanza di collegamenti rapidi e veloci col resto d'Italia, sia una delle cause dell'insoddisfacente flusso turistico in Umbria. Ma il re del food ha sparato un altro dei luoghi comuni cari al suo credo: egli diventerà, come gli è richiesto(!), ambasciatore dell'Associazione dei Borghi solo se "per trovare lavoro ci si smetterà di lamentarsi e ci si darà da fare". Farinetti dovrebbe sapere che, nella sola Umbria, ce ne sono decine di migliaia di giovani che si dannano l'anima, ma il lavoro non lo trovano perché non c'è e non per colpa loro. L'Umbria e i suoi Borghi hanno bisogno di un piano organico di nuove politiche economiche e sociali. Delle battute di Farinetti ne possono fare a meno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)
A poche ore dal ballottaggio per la poltrona di sindaco

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)

Iniziamo dalla mobilità. I taxi hanno difficoltà persino a raggiungere la redazione del Corriere. Devono inviare una mail per transitare lungo la Y storica. Cambieranno le regole? Valentini: “Abbiamo potenziato la pedonalizzazione delle strade più centrali, che chiamiamo Y storica per convenzione. In quella zona circolavano settecento veicoli al giorno, abbiamo reso più vivibile questa parte di ...

 
Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Milano (askanews) - Lo scrittore Roberto Saviano risponde con un video su Facebook alle parole del ministro dell'interno, Matteo Salvini che, commentando un altro video in cui l'autore di Gomorra accusava il titolare del Viminale di fare propaganda, ha ventilato una possibile revoca del servizio di scorta che da anni salvaguarda la vita dell'autore napoletano, minacciato di morte dalla camorra. ...

 
Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Roma, (askanews) - C'è una fotografia storica cara a tutti i praticanti di Iyengar yoga che ritrae Guruji nella posizione sulla testa - l'asana Sirsasana - circondato dai suoi allievi nella stessa posizione. È una foto molto bella, in bianco e nero, che ben rappresenta il filo profondo che legava e lega ancora i praticanti di Iyengar yoga con il loro maestro, spentosi il 20 agosto del 2014 e del ...

 
L'Alchimista sul trono

Quattro Ristoranti

L'Alchimista sul trono

Giovedì 21 giugno alle ore 21.15 su Sky Uno hd è arrivata la nuova puntata inedita di Alessandro Borghese 4 Ristoranti (LEGGI Quattro ristoranti, in onda la puntata girata in ...

21.06.2018

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Moon in june

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Dopo l’anteprima del 22 giugno al teatro di Tuoro (alle 21) con le sperimentazioni elettroniche di Fields Conduction e il concerto dei Lstcat insieme a Ginevra Di Marco e ...

21.06.2018

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

foligno

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

Il fascino e le emozioni della Quintana sbarcano su Rai3, che sabato 23 giugno manderà in onda uno speciale di 66 minuti dedicato alla giostra vinta dal rione Cassero. ...

21.06.2018