Girfo, è tornato Mazzantini per ridare slancio ai portieri biancorossi

CALCIO SERIE B

Girfo, è tornato Mazzantini per ridare slancio ai portieri biancorossi

13.02.2018 - 18:40

0

È stato bagnato da un gelido acquazzone il ritorno di Andrea Mazzantini a Pian di Massiano. A fine allenamento di lunedì l'ex grifone ha poi tirato fuori un bel sorriso per l'inizio della nuova avventura e, come un messaggio di benvenuto, il sole è tornato a splendere fino al tramonto. E il Perugia spera che l'ennesimo restyling possa far tornare il sereno intorno al pacchetto portieri. Mazzantini, rimasto nel cuore del popolo biancorosso per le straordinarie acrobazie fra i pali del Perugia a cavallo di vecchio e nuovo millennio, è arrivato per rinforzare lo staff tecnico di Roberto Breda e provare a rigenerare il delicatissimo ruolo sul quale il club sembra rincorrere certezze all'infinito. Alle soglie dei 50 anni (li compirà il prossimo 11 luglio) ma con il look di sempre, il "Mazza" torna ad essere una rete di salvataggio per il Grifo. Resta nello staff anche l'altro preparatore dei portieri Vecchini. Il club del presidente Santopadre continua ad interrogarsi sul lavoro portato avanti da Breda, dal quale si attende un salto di qualità. Le continue riflessioni tra le stanze di Pian di Massiano tengono in costante discussione la posizione dell'allenatore che sembra pronto a giocarsi il tutto per tutto nel doppio match di fuoco tra Palermo e Frosinone. Il rinforzo, anche per Breda, si chiama Mazzantini. Perugia è stata la tappa più intensa nella carriera dell'ex portiere spezzino. Nel gennaio del 1999 l'allora patron biancorosso Gaucci corse ai ripari nel mercato invernale acquistando il trentenne estremo difensore che all'Inter aveva vinto una Coppa Uefa ma vivendo all'ombra di Pagliuca. Un'esplosività e un'elasticità fuori dal comune, in grado di colmare il gap di centimetri, avevano portato Mazzantini dalla gavetta in C, alla vetrina Venezia in B, fino alla massima serie. È in biancorosso però che ha scoperto la A da protagonista difendendo la porta perugina fino al 2002 sfiorando le 100 presenze. Era in grado di rubare la scena. Un po' per la divisa fuori dall'ordinario con maglia fosforescente e pantaloncini attillati, ma soprattutto per caratteristiche tecniche e di personalità rimaste nella storia biancorossa. Mazzantini sembrava arrampicarsi in aria saltando su gradini immaginari. Un gatto fra i pali e con un grande coraggio in uscita, anche sui piedi degli attaccanti. Spadroneggiava in area di rigore e il risultato è stato un grande senso di sicurezza trasmesso alla squadra e rimasto nella memoria collettiva. Nell'estate del 2002 l'addio al Perugia, per un rapporto non idilliaco con Cosmi, e il successivo trasferimento al Siena. Lì però si è interrotta bruscamente e prematuramente la carriera di Mazzantini, a 34 anni, a causa di una lesione ad un braccio causata da un incidente stradale. Appesi i guantoni al chiodo il "Mazza" ha poi intrapreso la carriera di preparatore dei portieri cominciando con l'Ancona del "profeta" Galeone. Poi una lunga esperienza con i giovani nella Junior Jesina, scuola calcio di Roberto Mancini, mentre nella stagione 2012-13 si è spostato al Milazzo in serie C. Per Mazzantini ora si apre un nuovo capitolo insieme al Perugia che crede molto nelle doti dell'ex numero 1. Per il momento l'accordo è fino a giugno ma, da entrambe le parti, c'è la convinzione che possa essere disegnato un progetto a lunga durata. Ciò che serve per rigenerare Nicola Leali, importante investimento del club che ha iniziato l'esperienza in biancorosso con diverse incertezze. Il portiere del Grifo ha bisogno di una ristrutturata fisica, tecnica e mentale. Tocca a Mazzantini. 

Domenico Cantarini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018