Racchettopoli, il pm ha chiesto tre anni per Goretti

Roberto Goretti

IL CASO

Racchettopoli, il pm ha chiesto tre anni per Goretti

29.12.2017 - 10:52

0

Con oltre un anno di dibattimento alle spalle è arrivato alle battute finali il processo di primo grado nato dall’inchiesta “Racchettopoli”. All’alba del 2018 è attesa la sentenza. Prima di Natale, nel Tribunale di Cremona, si è tenuta l’ultima udienza dedicata alle richieste delle parti.

LE RICHIESTE Condanna a 3 anni per il direttore dell’area tecnica del Perugia, Roberto Goretti, 2 anni e 8 mesi e 2 anni e 6 mesi ai tennisti Daniele Bracciali e Potito Starace. Queste le richieste di pena del pm Carlotta Bernardini (arrivata dopo il pensionamento di Roberto Di Martino) nei confronti dei tre imputati del procedimento sulle presunte combine nel tennis. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, in particolare a manipolare una pluralità di partite di tornei internazionali. Nel processo (presieduto dal giudice Francesco Beraglia con a latere i colleghi Giulia Masci ed Elisa Mombelli) Goretti è stato difeso dall’avvocato Antonio De Rensis, Bracciali dai legali Filippo Cocco ed Alberto Amadio e Starace dall’avvocato Simone Maina. Tutti hanno chiesto l’assoluzione per i propri assistiti.
DIFESA“I testimoni chiamati in aula, e questo è provato dai verbali, hanno detto che Goretti non ha fatto alcuna azione per porre in essere alcun tipo di associazione a delinquere”. Così l’avvocato del dittì del Perugia, Antonio De Rensis, già legale della famiglia Pantani. “Poi è chiaro che decidono i giudici - ha aggiunto - ma i testimoni questo hanno detto, tutto qui”. La sentenza sarà emessa il 9 gennaio prossimo. Comunque sia il procedimento non dovrebbe andare oltre il primo grado di giudizio perché entro la fine del 2018, a ottobre, interverrà la prescrizione. “Ma noi vogliamo l’assoluzione, non la prescrizione”, ha concluso De Rensis.
ACCUSA Secondo l’impianto accusatorio le scommesse sul tennis si sarebbero svolte dal 2007 all’estate del 2011 e l’inchiesta, nata da una costola del calcioscommesse, si basa su un presunto giro di match truccati che la Procura di Cremona ha ricostruito attraverso una serie di intercettazioni e conversazioni Skype. A dare il via alle combine sarebbero stati il commercialista bolognese Manlio Bruni e Goretti, sfruttando l’amicizia con Bracciali che avrebbe poi allargato lo scenario fino a Starace. Sono usciti dal procedimento patteggiando la pena lo stesso Bruni (un anno e dieci mesi) e gli altri due commercialisti Francesco Giannone (un anno e 8 mesi) ed Enrico Sganzerla (8 mesi).
PARTI CIVILI L’International Tennis Federation Limited ha chiesto un milione di euro di risarcimento e 100.000 euro di provvisionale. Le altre parti civili nel processo, il Coni e la Fit, hanno chiesto un risarcimento di 30.000 euro a testa e 10.000 di provvisionale. Parte offesa è la Tennis Integrity Unity.

Domenico Cantarini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Roma, (askanews) - Il candidato conservatore Ivan Duque (Dùke) ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali in Colombia, ma non è riuscito a ottenere il 50% delle preferenze che gli avrebbero consentito di evitare il ballottaggio previsto il 17 giugno. Il 41enne Duque ha ottenuto il 39,7% e affronterà l'ex sindaco di Bogotà Gustavo Petro, il primo candidato di sinistra, che ha conquistato ...

 
Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Roma, (askanews) - Grande festa per le strade di Madrid con i giocatori del Real tornati a casa dopo la vittoria della Champions League, la tredicesima per loro. I giocatori sono stati accolti da centinaia di tifosi in delirio con bandiere e striscioni e hanno girato per la città con un pullman scoperto, intonando cori e sollevando fieri la coppa. Marcelo Veira e Sergio Ramos l'hanno mostrata ...

 
Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Roma, (askanews) - Un giovane cittadino maliano è diventato un eroe a Parigi ed è stato subito ribattezzato "Spiderman" per aver salvato un bambino di quattro anni sospeso a un balcone al quarto piano di un palazzo. Il ragazzo, immigrato senza permesso di soggiorno, ha scalato la facciata dell'edificio e ha salvato il piccolo in una sequenza spettacolare che ha fatto il giro dei social network e ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018