marini

Attualità

Addio macroregione? Nuova alleanza Umbria-Marche

06.12.2017 - 20:49

0

“L’Appennino, che per secoli ha rappresentato una barriera, in realtà oggi diventa il punto di ricongiunzione e di apertura tra Umbria e Marche. Ovviamente questo processo viene ancora più favorito dall’apertura delle grandi infrastrutture di comunicazione, attese da decenni, e che ora cambiano il tipo di rapporto tra le due comunità”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenuta ad Ancona all’incontro sul tema “Marche e Umbria, destino comune”, organizzato dai parlamentari Giampiero Giulietti ed Emanuele Lodolini, al quale ha partecipato insieme al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli. “La nuova mobilità tra le due regioni, infatti – ha detto la presidente Marini – permette di integrare ancora di più la collaborazione sia dal punto di vista del sistema economico e produttivo, delle imprese, che senza alcun dubbio rappresentano la realtà più interessata, sia anche per ciò che riguarda l’orizzonte più ampio, e cioè di un nuovo modello di sviluppo”.  La presidente ha voluto anche ricordare le positive esperienze che Umbria e Marche hanno già avviato, come la gestione comune del servizio di elisoccorso, o che sono in procinto di avviare, come la centrale unica di ascolto del numero di emergenza 112, “esperienze che dimostrano come sia possibile ed utile la collaborazione e l’integrazione dei servizi. Ma l’evento di oggi – ha aggiunto – ci porta ad un ragionamento nuovo, che guarda al futuro e che cerca di riflettere su come definire un cammino comune, una maggiore cooperazione. Noi, come Umbria, siamo molto interessati ad essere integrati con una regione marittima e con il porto di Ancona. Ed abbiamo anche tutto l’interesse a politiche comuni di sviluppo che possano servire alla crescita e alla modernizzazione dei nostri territori”.    “Credo che l’Umbria e le Marche – ha proseguito la presidente – abbiano tanti elementi in comune nella loro storia istituzionale ed amministrativa che dobbiamo mettere a disposizione sia per continuare la collaborazione sulle grandi infrastrutture, e penso alla E78, sia per intensificare i processi di integrazione nei servizi. Dobbiamo anche guardare alla parte sud dei nostri territori, quelli più colpiti dagli eventi sismici. Per questi territori dobbiamo immaginare una idea di futuro, perché non si ricostruisce come si era, ma pensando ad un futuro di sviluppo. Uno sviluppo che dovrà far perno sui grandi pilastri comuni di questi territori: il turismo, l’enogastronomia, le produzioni tipiche. Questa è la sfida per il medio e lungo periodo. E dunque, insieme alle case – ha concluso la presidente Marini – dobbiamo ricostruire e rilanciare il tessuto economico e sociale di queste comunità”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Damasco, (askanews) - Una raffica di attacchi aerei siriani, razzi e colpi di artiglieria contro la Ghouta orientale, enclave controllata dai ribelli alla periferia di Damasco, ha provocato la morte di 44 civili. Lo ha annunciato l'Osdh, l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Tra le vittime di questo pesante bombardamento, secondo l'ong, anche quattro bambini.

 
Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Roma (askanews) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nel pomeriggio del 19 febbraio 2018 ha ricevuto al Quirinale l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli, rientrato da poco sulla Terra dopo la missione di lunga durata dell'Asi sull'Iss "Vita". Con lui c'erano il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston, il direttore generale dell'Asi, Anna Sirica e il ...

 
Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Milano (askanews) - Meridiana cambia pelle e diventa Air Italy. È la nuova compagnia aerea targata Qatar Airways, evoluzione del vettore sardo presentata a Milano nel corso di una conferenza stampa da Akbar Al Baker, Ceo del gruppo Qatar Airways, che da settembre 2017 detiene il 49% della compagnia Italiana tramite la holding AQA. Alisarda, in precedenza unico azionista di Meridiana e controllata ...

 
Economia

Borsa, prese di beneficio su Milano

Giornata di prese di beneficio sulla Borsa di Milano, che lascia sul terreno un punto percentuale, frenata da Fiat Chrysler, Ferrari e Mediaset, tra le più comprate la scorsa settimana. Le Borse europee sono deboli e scontano l’assenza di una guida come Wall Street, chiusa per festività. Il primo giorno di aumento di capitale non lascia scampo al titolo di Creval, che perde il 7 per cento del ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018