Sconfigge la sclerosi laureandosi

La storia

Sconfigge la sclerosi laureandosi

23.07.2017 - 21:27

0

“Lo studio mi ha restituito la vita”. Lo dice, con un sorriso che le illumina il volto, Antonietta Mezzetti, quarantasette anni, moglie e madre di due figli, residente a Mongiovino, che ha deciso di raccontarsi al nostro giornale. La sua storia è di quelle intricatissime, di quelle che sembrano riannodarsi su loro stesse senza che sia possibile venirne mai a capo. Ma è anche una di quelle storie a lieto fine che possono spronare altri ad affrontare e vincere le difficoltà della vita. “Ero una ragazza come tante altre, avevo un fidanzato e un lavoro. Poi a 24 anni mi è stata diagnosticata una sclerosi a placche”. Inizia così la storia di Antonietta. Ed inizia qui un percorso a dir poco tortuoso. “Mi sono curata e sono riuscita ad avere una prima figlia, ma nel 1997 ecco una neurite ottica, curata con camera iperbarica, nonostante il parere negativo dei medici. Poi, dal 2000, ho avuto altre ricadute. Persi la sensibilità su alcune parti del corpo ed iniziarono periodi molto difficili. I medici mi suggerirono cure a base di interferone, ma rifiutai perché volevo avere un secondo figlio e con quel farmaco, probabilmente, non ne avrei avuto la possibilità”. Da qui l'idea di affidarsi a cure alternative, dopo una lunga documentazione personale e l’approccio con la medicina naturale. “Mi ero quasi ripresa quando nel 2003 ho avuto una paresi che ha preso la parte sinistra del corpo, rendendomi non più autosufficiente. I medici mi avevano dato poche possibilità di ripresa, ma con la determinazione sono progressivamente migliorata e dopo appena un anno ho messo al mondo il secondo figlio che tanto desideravo. Avuto il figlio - racconta Antonietta - ho pensato di coronare il mio secondo sogno: completare gli studi che avevo interrotto. Mi sono così iscritta, era il gennaio 2008, a una scuola privata, ma dopo circa quattro mesi ho avuto ancora una peggioramento, che stavolta ha colpito la zona frontale della corteccia cerebrale, minando la memoria a breve termine. Ho pensato di non poter tornare a studiare, ma invece ce l’ho fatta, anche stavolta. Ho preso il diploma in quattro anni con la media dell’otto ed è stato per me un grande traguardo. Mi sono detta, perché non proseguire?” E Antonietta ha proseguito, si è iscritta all’Università, corso di scienze dell’educazione. "Non mi sono mai sentita malata, i studenti benché più piccoli d'età mi hanno fatta sentire una di loro e così esame dopo esame sono arrivata alla tesi. Ho studiato ogni esame sui campi di gara quando accompagnavo in giro per l’Italia mio marito e mio figlio alle gare di motocross”. Ma i guai si accumulano. “Mio figlio, durante un gara a Milano, ha subìto un brutto infortunio ed è stato costretto ad un mese di riabilitazione, così ho dovuto rimandare la discussione della tesi”. Ma Antonietta ci è comunque riuscita, mercoledì 19 luglio, discutendo una tesi dal tema “Lo sport che rieduca”, con relatrice Agnese Rosati. Volere è potere, nonostante tutto.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Roma, (askanews) - Come ti faccio una casa abusiva (non fatelo!). La casa abusiva costa meno a chi la costruisce su un terreno di proprietà, 100 metri quadrati costano 155mila euro. Abusivi, 65mila. Si risparmia sui documenti del permesso: visure, progetto, relazione sui materiali certificati sanitari, strutturali, paesaggistici. Si risparmia sui costi da versare al Comune: oneri di ...

 
Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Sochi, (askanews) - Stretta di man calorosa e incontro a Sochi, nella residenza estiva del presidente russo, tra il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin e il leader del Cremlino, Vladimir Putin. "Grazie per l'invito - ha detto Parolin a Putin - che mi è stato rivolto da lei e dalle autorità di questo Paese e grazie anche per l'accoglienza e la possibilità di incontrarci in ...

 
Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Roma, (askanews) - Un mosaico bizantino del sesto secolo che porta inciso il nome dell'imperatore Giustiniano e quello di un abate: è la rara scoperta di un gruppo di archeologi israeliani nella città vecchia di Gerusalemme. Come spiega David Gellman, direttore degli scavi: "Eravamo molto vicini agli scavi quando ho notato che alcune tessere invece che bianche, erano posizionate ad angolo diverso ...

 
Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Roma, (askanews) - Il terremoto costa più della prevenzione: ecco le cifre. L'Italia è divisa in 4 zone sismiche La 1 e la 2 sono considerate ad alto rischio; in queste zone, oltre il 56% degli edifici sono pre-1970 e sono stati quindi costruiti senza alcuna tecnica antisismica. Solo il 5% degli edifici è stato costruito dopo il 2000, con tecniche moderne e norme restrittive. Nella sola zona 1 ...

 
Su Youtube torna il talk show "Pour parler"

Foligno

Su Youtube torna il talk show "Pour parler"

Pour Parler, l’ormai rinomato talk show in onda su youtube condotto e ideato dal folignate  Giacomo Innowhite, torna a fare colpo con una nuova e interessante intervista. Ad ...

23.08.2017

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Bevagna

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Sono iniziate questa mattina, martedì 22 agosto, le riprese a Bevagna della troupe di “Alle falde del Kilimangiaro”. Al programma televisivo della Rai il compito di ...

22.08.2017

Ecco Miss Umbria

La scelta

Ecco Miss Umbria

Venti principesse per un trono, quello di regina della bellezza umbra. Sarà incoronata lunedì sera 21 agosto, in piazza del Municipio a San Giustino, Miss Umbria 2017 che ...

21.08.2017