Veggente annuncia la data della Guerra Nucleare: "Inizierà questo giorno"

CRISI INTERNAZIONALI E PROFEZIE

Veggente annuncia la data della Guerra Nucleare: "Inizierà questo giorno"

12.05.2017 - 22:18

0

Horacio Villegas, un veggente noto a livello mondiale per aver previsto l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America già nel 2015, ha raccontato al "Daily Star" una sua profezia secondo la quale il 13 maggio 2017 avrà inizio la Terza Guerra Mondiale.

L'uomo, che attualmente vive in Texas, sostiene - riporta il Daily Star nel suo sito internet in un articolo a firma di Nicholas Bieber pubblicato il 16 aprile 2017 - di aver avuto un "sogno" in cui avrebbe "visto palle di fuoco che cadono dal cielo e colpiscono la Terra". "La gente di tutto il mondo - ha aggiunto - era in fuga e credo che quelle palle erano la raffigurazione simbolica di missili nucleari che cadranno sulle città e le persone di tutto il mondo".

Villegas - che per la sua profezia spiega di aver fatto anche degli studi - ha aggiunto che "tutto ciò accadrà proprio nel giorno del centesimo anniversario della comparsa della Madonna di Fatima" che cadrà proprio il 13 maggio 2017. E al giornale britannico ha anche dichiarato che "la Russia diffonderà i suoi errori per il mondo suscitando guerre e persecuzioni contro la Chiesa, i buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno annientate"

Parole che riprendono in pieno alcune interpretazioni, circolate nelle ultime settimane, in merito ad alcune quartine delle profezie di Nostradamus.

Villegas ha anche avvertito che prima del conflitto ci sarà una "false flag": ovvero un evento "falso" che verrà preso come pretesto per causare il conflitto. E a tale proposito al Daily Star ha dichiarato di ritenere che l' "attacco chimico in Siria sia già una false flag da parte degli Usa".

Villegas ha quindi chiarito di conoscere bene le quartine di Nostradamus e di trovarsi d'accordo con l'interpretazione relativa alla Terza Guerra Mondiale spiegato che - a suo parere - lo stesso Nostradamus parlerebbe di un certo "Mabus" che potrebbe morire prima "del disfacimento orribile di persone e animali" e dell' "inizio dell'inferno". Costui, secondo Villegas, potrebbe essere il presidente della Siria Assad, o addirittura l'ex presidente Obama che potrebbero essere uccisi. Non cita, invece, il presidente nordcoreano Kim Jong-un.

Di tutto questo, ha concluso il veggente, già “lo scorso settembre" ho messo a conoscenza le autorità religiose del mondo cattolico inviando scritti "a vescovi e cardinali cattolici, nel tentativo di metterli in guardia in modo che potessero a loro volta mettere in guardia la gente, ma mi hanno ignorato".

Le dichiarazioni di Horacio Villegas, ovviamente, lasciano il tempo che trovano, ma l'ansia che stanno creando in questi giorni le nuove crisi internazionali (Siria e Corea del Nord in primo luogo) e la circostanza che lo vede legato alla "profezia" azzeccata dell'elezione di Trump stanno intanto amplificando la notizia sui social network. Social network che si sono scatenati anche sulle quartine di Nostradamus, il veggente più famoso del mondo che viene puntualmente chiamato in causa in occasione di ogni evento di portata mondiale e che ha dalla sua parte l'enigmaticità dei suoi scritti.

Intanto sulla vicenda si è scatenata anche l'attenzione di molti esoterici, soprattutto di coloro che sostengono che il terzo segreto di Fatima conterrebbe una parte ancora non rivelata al mondo, una parte che parlerebbe proprio di una guerra distruttrice e che molti sperano venga rivelata da Papa Francesco atteso proprio il 13 maggio 2017 a Fatima per le celebrazioni del centenario della prima apparizione della "Madonna del rosario" ai tre pastorelli della cittadina portoghese.

E ora arriva anche un'altra profezia, quella di Baba Vanga (clicca qui per saperne di più).

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

May: residenti Ue in Gb non dovranno lasciare paese dopo Brexit

May: residenti Ue in Gb non dovranno lasciare paese dopo Brexit

Roma, 23 giu. (askanews) - Gli europei in Gran Bretagna non dovranno lasciare il paese. La premier britannica Theresa May ha svelato per la prima volta una parte del suo piano per la Brexit nel vertice con i suoi partner europei. "Esporremo il modo in cui i cittadini ue che vivono nel Regno Unito matengano i loro diritti nel Regno Unito", aveva anticipato May prima dell'inizio del Consiglio ...

 
Levante e Max Gazzè (ex) fidanzati nel video di "Pezzo di me"

Levante e Max Gazzè (ex) fidanzati nel video di "Pezzo di me"

Milano (askanews) - Una canzone nata nel 2010 con un titolo in inglese, "Another kiss", tenuta da allora in un cassetto per trovare oggi la sua strada in italiano e grazie alla collaborazione con Max Gazzè: si intitola "Pezzo di me" il secondo singolo di Levante estratto dall'album "Nel caos di stanze stupefacenti" uscito il 7 aprile. Il videoclip girato a Roma, nel quartiere Piccola Londra, è ...

 
Teheran: in migliaia alla manifestazione Al Quds, contro Israele

Teheran: in migliaia alla manifestazione Al Quds, contro Israele

Teheran (askanews) - Una lunga fila umana composta da miglaiai di persone per manifestare contro Israele. A Teheran è andato in scena il corteo annuale di Al Quds, la giornata di Gerusalemme, proclamata dalla leadership iraniana nel 1979. Si tiene ogni anno nell'ultimo venerdì del Ramadan, in sostegno alla causa palestinese.

 
Moda, Louis Vuitton a Parigi punta sulla cultura newyorkese

Moda, Louis Vuitton a Parigi punta sulla cultura newyorkese

Parigi (askanews) - Atmosfere e cultura newyorkese alla sfilata Moda Uomo di Louis Vuitton a Parigi. La collezione autunno inverno disegnata dallo stilista Kim Jones si ispira alla grande mela delle decadi passate, dagli anni settanta fino ai novanta. Le icone di riferimento culturali e visive sono Jean-Michel Basquiat, Keith Haring, Robert Mapplethorpe e Andy Warhol. Grande attenzione agli ...

 
Grandi nomi per il Gubbio Doc Fest

Presenti anche gli Afterhours

MUSICA E NON SOLO

Grandi nomi per il Gubbio Doc Fest

Ufficializzato il calendario del Gubbio Doc Fest. Per la musica spazio a Enrico Ruggeri e i Decibel, gli Afterhours e Fuochi sulla collina, l'evento omaggio a Ivan Graziani ...

21.06.2017

Baccini in concerto in piazza del Bacio

PERUGIA

Baccini in concerto in piazza del Bacio

E' in programma venerdi 16 giugno alle 21 in piazza del Bacio, a Perugia, "Un bacio per… Perugia",  concerto organizzato dal Lions Club Perugia Centenario e Banca Mediolanum ...

16.06.2017

Due Mondi, Ferrara confermato direttore

Spoleto

Due Mondi, Ferrara confermato direttore

La Fondazione Festival dei Due Mondi, di concerto con il Ministero dei Beni e delle attività culturali, ha confermato Giorgio Ferrara alla direzione artistica del festival di ...

15.06.2017