Cerca

Lunedì 20 Febbraio 2017 | 05:10

Italia

Ufo e oggetti volanti, 17 segnalazioni confermate dall'aeronautica in 3 anni

Ufo e oggetti volanti, 17 segnalazioni confermate dall'aeronautica

Pochi giorni fa era stato il consigliere regionale Claudio Ricci a parlare di un "prossimo contatto con gli alieni", sollevando critiche e facili ironie (leggi qui l'articolo). Ma non solo. A settembre 2014 ci fu un caso che interessò Deruta, dove furono osservati e fotografati presunti oggetti volanti non identificati (guarda le immagini), di cui parlò anche il centro ufologico mediterraneo. E le segnalazioni sono tantissime, alcune delle quali ricondotte a fenomeni noti da parte degli esperti (leggi: "Cosa ho visto sui monti Martani?", la risposta degli esperti di Ufo).

In molti non sanno, infatti, che oltre all'esistenza di diversi centri ufologici in Italia come nel resto del mondo, anche i ministeri della difesa di molti Paesi monitorano questi fenomeni e producono segnalazioni rilevanti. A questo scopo nel 1978 l’allora Presidente del Consiglio Giulio Andreotti designò l’Aeronautica Militare quale organismo istituzionale deputato a raccogliere, verificare e monitorizzare le segnalazioni inerenti gli oggetti volanti non identificati; attualmente tale attività viene svolta dal Reparto Generale Sicurezza dello Stato Maggiore Aeronautica, a cui è dedicata un'apposita sezione del portale del ministero.

Leggendo i rapporti relativi agli ultimi anni, emergono ben 17 segnalazioni il cui riscontro è "non è stato possibile associare l'evento ad attività di volo o radiosondaggio conosciuta". E per ogni evento, o segnalazione di privati cittadini, c'è una scheda dedicata.

Nel 2015, in particolare, gli eventi sono stati due: uno il 15 aprile a Meolo (Ve) e uno il 16 luglio a Bacoli (Na). Nel 2014, invece, le segnalazioni "inspiegabili" sono state 8 e nel 2013 7. Nessuna di queste è stata registrata in Umbria, ma testimonia l'attenzione delle istituzioni per le segnalazioni dei cittadini e la ricorrenza di fenomeni che, ad oggi, restano in ogni caso inspiegabili.

Più letti oggi

il punto
del direttore