Strada chiusa per neve: al ritorno trova anche la multa

PERUGIA

Strada chiusa per neve: al ritorno trova anche la multa

11.01.2017 - 17:26

0

E' assurdo che, dopo essere stati costretti ad abbandonare l’auto per aver trovato le strade impraticabili causa neve tornando quindi a casa a piedi di notte, due coniugi si trovino pure a dover pagare oltre cento euro di rimozione dell’auto e 85 euro di multa per divieto di sosta. Una storia assurda portata a galla da Paola, tra i protagonisti di una disavventura notturna tutta da dimenticare. La vigilia dell’Epifania lei e la sua famiglia erano andata a casa di amici. Verso le 2 si sono messi sulla via del ritorno, ma non avevano previsto di trovare la viabilità in tilt. “Molti cittadini hanno subito gravissimi disagi nella zona di San Girolamo, Pieve di Campo e Ponte San Giovanni perché si sono ritrovati, come accaduto altre volte, bloccati presso il sottopasso della ferrovia che collega Pieve di Campo/San Girolamo a Ponte San Giovanni”, ci spiega Paola. Chi si affacciava al sottopasso “vedeva una scena apocalittica, un groviglio di macchine bloccate da qualche centimetro di neve... alla gran parte non restava che abbandonare la propria auto e allontanarsi per cercare riparo dalla neve e dal freddo”. La famiglia di Paola Burani è stata quindi costretta a lasciare l’auto in una traversa di via Pieve di Campo. Ha provato a chiamare un taxi, ma ha appreso che non c’era la possibilità di farsi venire a prendere. Così è cominciata la “marcia” verso Montebello: un percorso al gelo e al buio durato parecchio. E quando al mattino sono tornati a riprendere l’auto, l’amara scoperta: non c’era più. Hanno pensato a un furto, invece era stata rimossa, anche se “era stata posteggiata mentre eravamo in piena emergenza”. Siccome è scattata pure la multa, non c’è dubbio che sarà contestata. Anche perché al contempo si sottolinea che tanti cittadini non avrebbero subito disagi se ci fosse stato un intervento per tenere pulite le strade. “Il Comune - nota Burani - non è stato in grado di attivare un servizio spargisale tempestivo in un punto preciso della città, strategico per la mobilità e che, come è arcinoto, quando fa una piccola nevicata blocca la comunicazione di due ampie aree urbane. Ci sono stati anche incidenti in via San Girolamo. Anche in questo caso, come si può concepire che non esista un piano di emergenza che scatti subito per chiudere una strada, notoriamente in grande pendenza e stretta, quando si verificano fenomeni nevosi?”. Anche perché la neve era stata annunciata.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Tre attentati in Afghanistan, uno contro sede dell'intelligence

Tre attentati in Afghanistan, uno contro sede dell'intelligence

Kabul, (askanews) - Tre morti e una ventina di feriti è il primo bilancio di tre attentati kamikaze in Afghanistan. Uno degli attentati è avvenuto nei pressi della sede dell'intelligence afgana (NDS), gli altri due rispettivamente a un ufficio dei servizi e una postazione dell'esercito nell'Helmand. "Questa mattina un attentatore suicida si è fatto esplodere nell'area di Shash Darak di Kabul, ...

 
Macron fischiato al Salone dell'agricoltura a Parigi

Macron fischiato al Salone dell'agricoltura a Parigi

Parigi, (askanews) - Il presidente francese Emmanuel Macron è stato fischiato per diversi minuti al Salone internazionale dell'agricoltura 2018, in programma a Parigi dal 24 febbraio al 4 marzo. A contestarlo alcuni giovani agricoltori, che indossavano magliette con la scritta "Attenzione, agricoltore arrabbiato". Secondo un giornalista di Afp sul posto, Macron, alla sua prima visita da ...

 
Regata di barche drago ad Hanoi, la prima dopo decenni

Regata di barche drago ad Hanoi, la prima dopo decenni

Hanoi, (askanews) - Migliaia di persone si sono radunate al lago di Hanoi per seguire i canottieri in abiti colorati che hanno partecipato alla gara delle tradizionali barche drago, la prima che si svolge nella capitale vietnamita dopo decenni. Una delle rematrici, Lan: "Abbiamo ricevuto la notizia di questa competizione solo quattro giorni fa. Siamo molto felici di avere partecipato, perché ...

 
Due autobombe firmate Al Shabab provocano 38 morti a Mogadiscio

Due autobombe firmate Al Shabab provocano 38 morti a Mogadiscio

Mogadiscio, (askanews) - Almeno 38 persone sono morte nell'esplosione di due autobombe a Mogadiscio. Nel mirino degli attentatori un hotel e il palazzo presidenziale della capitale somala. Il direttore dei servizi di soccorso Aamin ha precisato: "La gente non smette di chiamarci, ma abbiamo detto loro che stiamo già salvando dei feriti. Abbiamo visto almeno 38 persone morte", ha dichiarato. La ...

 
I tanti universi del Fuseum

Alla scoperta dell'arte

I tanti universi del Fuseum

In mezzo al verde e alla natura di Montemalbe, bella collina di Perugia, da una casa museo s’alza il richiamo di una nuova stagione. Quella casa è l’universo dei tanti ...

23.02.2018

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

In concerto

Ritmo e adrenalina, c'è Caparezza

Qualcuno si ricorderà quella notte d’inverno di quattordici anni fa. Metà gennaio del 2004, giorno più giorno meno. A Perugia c’era ancora il Norman, e il più delle volte i ...

23.02.2018

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

Dal palco dell'Ariston

Ultimo e Moro, passaggio in Umbria

L’eco di Sanremo 2018 si fa sentire. Con l’arrivo di due big. Mercoledì 28 febbraio alle 17.30 il centro commerciale Quasar Village di Ellera di Corciano ospiterà il ...

23.02.2018